Creazione e promozione di itinerari turistici

travel_planner_proposte_viaggi_vacanze

Creazione di itinerari turistici

Chi è il travel planner

Quella del travel planner è, come il wedding planner, una figura nuova nel mondo del lavoro e se il wedding planner sta muovendo i suoi primi passi in Italia nel campo della moda, il travel planner fatica ancora ad emergere nel campo del turismo. Nel nostro paese non è ancora molto popolare a differenza di altri dove, invece, è ormai una consuetudine affermata rivolgersi ad un organizzatore online oppure offline per beneficiare di una proposta di viaggio magari low cost e/o alternativa. Il travel planner ha, infatti, un ruolo molto importante che, spesso, costa perdita di tempo, soldi e fatica a chi non è pratico con aerei e prenotazioni: l’organizzazione delle proprie vacanze. E questo è facile dedurlo già dal nome che ha sicuramente più appeal in inglese e che in italiano potrebbe corrispondere al nostro “organizzatore di viaggi”.

La pianificazione di itinerari

L’attività di pianificazione può comprendere, ad esempio, la creazione di itinerari su misura, l’organizzazione di voli o di servizi di noleggio auto/moto sia da o per l’aeroporto sia per gli spostamenti nella destinazione desiderata e il suo obiettivo è quello di rendere il viaggio piacevole e privo di complicazioni, proponendo al cliente soluzioni personalizzate per il proprio viaggio.

Oggi con Internet è diventato economico prenotare viaggi eppure l’uso del computer e della rete continua a non essere così intuitivo per alcuni e altri non hanno il tempo necessario per cercare le occasioni più convenienti. Ecco allora che il travel planner diventa uno “strumento” di supporto fondamentale non solo per i singoli individui ma anche per agenzie di viaggio e tour operator.

Organizzare un viaggio

La parte più importante del lavoro per un travel planner consiste nel coordinare tutti gli elementi del viaggio ma per fare questo è necessario sapersi relazionare con le persone per riuscire a capire cosa desiderano anche se quando non lo dicono espressamente. Pianificare un viaggio è anche la parte più difficile per un viaggiatore. Chiunque di voi abbia provato anche solo una volta a prenotare un volo si sarà di certo reso conto che non è facile decidere tutto da soli.

Rivolgersi ad un travel planner è sicuramente la soluzione migliore per tutti quelli che intendono acquistare un pacchetto completo, personalizzato e rispondente alle proprie esigenze, budget compreso. In base alle richieste che variano da cliente a cliente, il travel planner valuta innanzitutto quali sono i mezzi di trasporto di volta in volta più adatti per il tipo di viaggio desiderato.

La scelta di un alloggio adeguato

L’altro momento, successivo ma non secondario, è relativo alla proposta di alloggi e soluzioni ricettive consoni alle richieste del cliente. Questa può sembrare una cosa semplice, ma non lo è, perché sono molte le valutazioni da fare prima di poter suggerire questa o quell’altra struttura. Il primo fattore da considerare è ovviamente il prezzo perché ci sono cliente che potrebbero avere un budget molto ristretto e non è facile accontentarli garantendogli anche un buon livello qualitativo.

Altro elemento da tenere in considerazione è, poi, la posizione nelle città e così pure la vicinanza a particolari attrazioni, ecc. Il prodotto finito è il servizio offerto dal travel planner: una vacanza su misura, costruita in base alle esigenze e al budget dei clienti che, in tutto questo, non devono preoccuparsi di nulla, se non di vagliare le proposte di viaggio che vengono offerte e di decidere alcuni piccoli dettagli.

Promozione di itinerari turistici

Raccontare il viaggio in prima persona

Il bello di un racconto di viaggio è proprio il fatto di essere reale, narrato da qualcuno in carne ed ossa. Leggere di Parigi per come è stata vissuta dal viaggiatore è senz’altro più affascinante rispetto alla solita descrizione sterile dei monumenti, che pur essendo bellissima, non ti lascia le stesse emozioni di un viaggio in prima persona. Ecco perché affidarsi ad un travel blogger per la promozione di destinazioni ed itinerari turistici è sicuramente un vantaggio. Inoltre, raccontare esperienze personali permette al travel blogger di aggiungere episodi o dettagli unici, originali che difficilmente un lettore troverebbe in una delle guide turistiche in commercio.

Questo si lega alla possibilità di svelare le curiosità di un luogo piuttosto che continuare a scrivere di paesi e città nel loro insieme. Un lettore in procinto di andare a Berlino vorrà conoscere qualche dettaglio, scoprire qualche lato nascosto o semisconosciuto della realtà che andrà a visitare e solo chi c’è già stato può raccontarglielo. Anche le attrazioni più singolari di una location potrà più facilmente reperirle in un racconto che in una pagina di una guida perché spesso, per questioni di spazio, si tende a dare più spazio a ciò che è mainstream e lasciare in secondo piano ciò che non lo è. Eppure molti viaggiatori sono incuriositi proprio dalle curiosità e le particolarità di un luogo o un monumento ed è per questo che devono essere raccontate.

Live posting e contenuti seo

Creare e condividere contenuti di qualità attraverso i social media è diventato importante quasi quanto scriverli e dobbiamo imparare a farlo correttamente su tutte le principali piattaforme dei social network. Grazie alla loro immediatezza e semplicità di fruizione, infatti, Facebook in testa e poi tutti gli altri canali, rappresentano, dopo il blog, il più importante veicolo di distribuzione dei propri contenuti. Ovviamente non ci si improvvisa e bisogna studiare e lavorare molto prima di vedere dei risultati. Oppure affidarsi a qualcuno che lo fa di mestiere!

La mia esperienza nell’organizzazione di viaggi mi anche ha permesso di avviare interessanti collaborazioni con agenzie di viaggio, tour operator per i quali mi occupo di pianificazione di itinerari personalizzati e su misura e co piattaforme online dedicate alla vendita di pacchetti e servizi turistici ai quali offro un lavoro di promozione mirato attraverso un testing in prima persona e utilizzando i miei canali sociali e il mio blog, per raccontare l’esperienza vissuta con live posting e twitting e la produzione di interessanti contenuti ottimizzati SEO all’interno del blog. 

Esempi di collaborazione

Puoi trovare esempi di collaborazioni, partecipazioni ad eventi, educational e blog tour collegandoti a questo link oppure alla categoria collaborazioni e blog tour. Di seguito alcuni dei post più significativi:

Italia 

Estero

Scrivimi a info@tiraccontounviaggio.it