Blog tour e marketing territoriale

blog_tour_viaggi_stampa_travel_blogger

This content is available in English

Fare marketing territoriale

Fare marketing del territorio online significa diventare promotori di un territorio attraverso esperienze personali, fuori e dentro il web, dal tradizionale passa parola agli articoli pubblicati e condivisi in rete, sui blog e sui social network. L’ampio ventaglio di opzioni a cui il turista moderno può accedere, però, richiede anche la capacità di “vendere” l’esperienza turistica, oltre che raccontarla, per essere quanto più attraente e competitivo agli occhi dei potenziali viaggiatori, cercando di evocazione emozioni di notevole impatto emotivo.

Sempre più spesso ormai gli enti del turismo, le agenzie di comunicazione, le associazioni turistiche e culturali, consorzi, cooperative come le strutture ricettive utilizzano lo strumento del blog tour per fare marketing del territorio. I protagonisti di questa innovativa forma di web advertising e marketing territoriale siamo noi: i travel blogger, scrittori e giornalisti dell’era digitale, appositamente “reclutati” per far conoscere un prodotto, un servizio, un evento o per pubblicizzare una nuova destinazione di un preciso territorio.

Scopri di più: Cos’è un blog tour e come funziona 

Il compito di un travel blogger

Il travel blogger diventa quindi un vero e proprio web marketer turistico il cui lavoro consiste nel condividere sul web attraverso considerazioni, foto e video l’esperienza vissuta attraverso attività di live twitting e di blogging. Per “attività di live twitting e di blogging” non si intende la pubblicazione casuale di contenuti ma un piano editoriale di contenuti deciso sulla base di criteri ben precisi e, soprattutto, con consapevolezza e un occhio ai risultati. Sì, perché blog tour non è sinonimo di vacanza gratis.

Può esserlo per chi svolge questo come un passatempo ma per un travel blogger professionista si tratta di lavoro a tutti gli effetti e, anche se non mancano i momenti di svago, di divertimento, di relax, sono necessari impegno e serietà ai fini del raggiungimento dell’obbiettivo del progetto. Ne vale della sua reputazione, dato che si tratta anche di un banco di prova per dimostrare capacità e competenze personali all’interno di una più ampia strategia di marketing.

Il fascino delle piccole realtà

Non c’è bisogno di promuovere solo le destinazioni che vanno per la maggiore, anzi, più spesso sono le piccole realtà a riscuotere più successo tra il pubblico di viaggiatori. A volte i paesini arroccati o le spiagge deserte di una città italiana fanno molto più rumore di città viste e sentite mille volte. Quando si sceglie una nuova destinazione per le proprie vacanze, oggi più che mai, si va alla ricerca della novità.

Spesso, sono i dettagli unici, i particolari affascinanti a rendere l’esperienza di viaggio magica, suggestiva e speciale. Le mete mainstream restano sempre nel cuore, certo, ma abbiamo tutti sete di scoperta e l’ignoto ha un richiamo tutto suo su chi deve decidere dove andare in vacanza quest’anno. I dettagli fanno la differenza per un lettore e un travel blogger sa dove trovarli.

Storytelling e social media

Si possono organizzare Blog Tour ovunque, sia in Italia che all’estero, da Enti del turismo o aziende turistiche. Cambiano le location ma non lo scopo, che è sempre quello di promuovere una location sia live attraverso lo storytelling sui social media, sia in seguito attraverso la pubblicazione di post e contenuti di qualità. Non basta riempire un testo di parole e pubblicarlo, infatti. Bisogna che sia valido, efficace, ottimizzato, trovato, letto e perché questo accada ci vuole un investimento di tempo nonché la competenza di un professionista.

Arricchita di personalità, stile e humour e fuori dalla dimensione solita delle descrizioni da “guida turistica” e di un bagaglio, sia reale che di conoscenze, il travel blogger attraverso il suo blog è in grado di parlare all’audience con il cuore il mano, cercando di ispirare e suggerire, senza mai forzare o convincere, ad avvicinarsi ad un meta poco o per niente conosciuta offrendo come parametro di riferimento la sua esperienza personale.

Scopri di più: Content marketing e travel blogger

Le persone amano le storie

Perché nella comunicazione 2.0, nonostante quel che si dica di Internet e della tecnologia in generale, nonostante i temibili algoritmi e i calcoli macchinosi per ottenere più visibilità, le persone e loro storie contano più di tutto. Per questo un blog tour, un educational o un viaggio stampa diventa uno degli strumenti migliori e più efficaci per la promozione di un proprio prodotto o servizio e per far arrivare un certo messaggio ad un gran numero di persone contemporaneamente.

Tale mega sponsorizzazione attraverso i canali social e i travel blog è, dunque, un’ottima opportunità per un’azienda di raggiungere nuove fasce di utenza, quelle che sfruttano il web a 360°, che sono lontane dalle agenzie di viaggio, che vivono il viaggio in modalità fai-da-te e si fidano più delle storie reali raccontate da persone reali che dei depliant di un ufficio turistico. Se sei curioso di saperne di più dai un’occhiata ai seguenti esempi oppure visita la pagina Mediakit e altre collaborazioni.

Esempi di blog tour

Scrivimi a info@tiraccontounviaggio.it