Cosa vedere a Castellabate: nel Cilento sul set di Benvenuti al Sud

Castellabate è un grazioso borgo del Cilento arroccato su una collina con vista sulla costiera Cilentana che nel 2009 è stato scelto come ambientazione del famoso film di Luca Manero “Benvenuti al Sud”. Negli ultimi anni non riesco a tornare a casa nella mia bella città di Salerno tanto quanto vorrei per cui tornarci quest’estate e riuscire anche a fare una gita a Castellabate è stata una occasione davvero speciale non solo per visitare un pezzo di Campania che non conoscevo ma anche per viaggiare insieme alla mia famiglia. 

Cosa vedere a Castellabate

Arrivare a Castellabate

Arrivarci da Salerno è semplicissimo e ci vuole poco più di un’oretta per cui si può vedere Castellabate anche per una giornata e fare anche un po’ di mare nella zona sottostante di Santa Maria di Castellabate. Per raggiungere il nucleo storico del borgo cilentano bisogna salire lungo una serie di tornanti che hanno il vantaggio di essere estremamente panoramici. Qui potete parcheggiare l’auto e proseguire a piedi fino al “salotto” di Castellabate nonché uno dei luoghi simbolo del film “Benvenuti al Sud”, Piazza X ottobre 1123.

Piazza_X_ottobre_gita_castellabate_

La Piazzetta di Castellabate

Qui oggi sorge il bar La Piazzetta ma durante le riprese del film questa era una delle location più importanti del film: il famoso Ufficio Postale. Ovviamente non hanno raso al suolo il bar per creare un finto ufficio postale. Il bar è nato successivamente eppure c’è ancora chi è convinto di trovare lì la posta e non riesce a capacitarsi del fatto che sia stata tolta per far posto ad un bar. Quindi, chiariamolo una volta per tutti, inutile cercarlo… un vero ufficio postale non è mai esistito in quella piazza!

Il Castello dell’Abate

Ma torniamo a Castellabate e alla mi visita. Intanto vi incuriosirà sapere qualcosa sulle origini di questo borgo. A dare il nome a Castellabate è la fortezza, il Castello dell’Abate la cui costruzione a quattro torri rotonde si erge al di sopra della fitta ragnatela di vicoletti e stradine, che rendono l’itinerario da percorrere nella cittadina davvero suggestivo e coinvolgente. Dopo essere saliti fin su il Castello, scendete prendendo uno di questi vicoletti e vi ritroverete davanti alla cinquecentesca Basilica di Santa Maria de Giulia.

gita_castellabate_cilento_belvedere_San_Costabile

Basilica di Santa Maria de Giulia

La Basilica in stile romanico ha mantenuto inalterate le sue caratteristiche originarie fino ai giorni nostri e al suo interno si possono ammirare un prezioso dipinto raffigurante San Michele Arcangelo vittorioso su Satana e un Polittico con la Vergine Maria alle spalle dell’altare. Scendendo ancora alcune scalette in pietra raggiungerete un altro dei luoghi più importanti da vedere assolutamente mentre siete a Castellabate, il Belvedere di San Costabile, meraviglioso punto panoramico della città.

Belvedere di San Costabile

Questa splendida terrazza sul mare, infatti, si affaccia sulle frazioni di San Marco e Licosa, abbracciando anche la lunga spiaggia del Pozzillo e il litorale di Santa Maria, fino a comprendere il Lago e la Punta Pagliarola sulla destra e riesce per questo a regalare ai visitatori una vista emozionante sia per gli occhi che per il cuore, da ammirare e fotografare all’ombra di un albero, seduti su una delle tanche panchine che costeggiano il muretto. Io non ho saputo resistere dal fare decine di scatti: ogni angolazione e prospettiva ha il suo perché.

gita_castellabate_cilento_belvedere_murat_targa

«Qui non si muore!»

Ma il tour di Castellabate non potrebbe essere completo senza comparire in foto ricordo insieme alla celebre targa commemorativa «Qui non si muore!», frase storica pronunciata dalle mure del Castello nel 1811 dall’allora re Gioacchino Murat che appunto riferendosi alla salubrità del clima di Castellabate aveva affermato con convinzione «Qui non si muore!». E chi ha visto il film ricorderà divertito la parte del film in cui questa stessa targa è protagonista di una scena davvero comica… anche un “non” può fare la differenza!

Semmai si rinasce…!

Lasciamo Castellabate con la certezza che vi faremo presto ritorno. Un posto così bello merita più di una visita e a Castellabate è un posto davvero bello, capace di regalarti ricordi indelebili anche dopo una breve passeggiata. Non vorrei sembrare di parte ma il Cilento è in assoluto uno degli angoli della mia terra che amo di più e ogni volta che riesco a visitare anche velocemente un altro pezzettino, il mio cuore si illumina. Gioacchino, tu sì che avevi capito tutto! Qui è impossibile morire… piuttosto si rinasce!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.