Come guadagnare facendo il travel blogger

Come guadagnare facendo il travel blogger? Bella domanda! Scommetto che per essere arrivati qui siate molto curiosi di saperlo, probabilmente affascinati anche dalla possibilità di viaggiare gratis (o quasi). In realtà, Per chi vuole guadagnare facendo il travel blogger questo aspetto non dovrebbe essere considerato quello prioritario. Una volta raggiunta una buona reputazione online ed un discreto consenso tra i lettori ma soprattutto dopo aver preso familiarità con il vostro blog e con i social network, bisognerebbe trovare il modo per guadagnare a tutti effetti.

Forse, siete all’inizio del vostro percorso, il blog lo avete aperto per caso o per divertimento, spinti dal piacere di scrivere e pensate di dovervi accontentare senza aspettarsi di guadagnare. Sappiate, invece, che questa passione può trasformarsi in una professione. Uno degli aspetti più interessanti di avere un blog è, infatti, poterlo utilizzare come piattaforma per promuovere o pubblicizzare prodotti e servizi turistici oppure un viaggio, una destinazione, un itinerario ed essere pagati per farlo. Per un travel blogger questa possibilità si traduce in:

Come guadagnare facendo il travel blogger

Viaggi Sponsorizzati

Vi avevo scritto che uno dei vantaggi di diventare un travel blogger è quello di poter utilizzare gli sponsor per viaggiare e, quindi, visitare posti vicini e lontani in cambio di articoli o promozione ma non è tutto. Un travel blogger professionista viene reclutato e pagato per farlo, praticamente il sogno di tutti! Questo significa che, oltre a viaggiare gratuitamente, potrete ricevere una fee, avendo come compito quello di raccontare il vostro viaggio, attraverso il vostro blog e i canali social. Questo compenso non è fisso, può variare in base al tipo di promozione turistica che viene richiesta e di solito parte dai 100 euro al giorno ma può arrivare anche a 200, 300 e più. Sono molti i fattori che contribuiscono alla determinazione di una retribuzione piuttosto che un’altra.

Post sponsorizzati

fare_soldi_travel_blogger

Non solo nel travel ma in tutto il mondo del blogging i post sponsorizzati sono quegli articoli scritti dal blogger su commissione o dall’azienda e pubblicati dietro compenso e si chiamano “sponsorizzati” perché contengono al loro interno uno o più link sponsor al sito da pubblicizzare. Sui link sponsorizzati, sull’accettarli o meno e sul quanto farsi pagare ognuno dice la sua. Io, ad esempio ho deciso di accettare i post sponsorizzati su Ti racconto un viaggio a patto che soddisfino alcuni requisiti, come l’attinenza al blog oppure l’originalità dei contenuti. I post sponsorizzati, a meno che non sussistano accordi differenti, sono pubblicati dietro compenso. Anche qui è impossibile stabilire una tariffa fissa poiché i fattori per individuare il valore di un contenuto pubblicato sono molto personali e possono variare nettamente da un blog all’altro. Di solito, però, il prezzo minimo di partenza è di 20-30 euro e può arrivare anche a 4-500 e oltre!

Link a pagamento

Molto similmente ai post sponsorizzati, tra i modi per guadagnare facendo i travel blogger ci sono i link a pagamento, link “sponsor” che vengono inseriti in contenuti già presenti sul vostro sito. Anche in questo caso, si può contrattare il prezzo (che come nel caso precedente) dipende molto dal tipo di sito, dalla sua anzianità e dal suo posizionamento e si può concordare l’articolo in cui includere il suddetto link a pagamento. Sul farlo o meno, come sempre spetta a voi deciderlo ma, per quanto mi riguarda, non ci vedo nulla di male nell’offrire questa forma di collaborazione, soprattutto se lo sponsor che state supportando è in linea con i vostri contenuti.

Programmi di affiliazione

I programmi di affiliazione permettono all’affiliato (il blogger in questo caso) di guadagnare mostrando link o banner proposti dal brand che vende i servizi e/o prodotti di un’azienda o di un brand. Come funziona? È molto semplice: se gli utenti che visitano il nostro sito cliccano su questi link/banner e, dopo averlo fatto, effettuano delle operazioni di acquisto sul sito finale, vi viene corrisposta una percentuale di guadagno. Per quanto semplice, soprattutto all’inizio, guadagnare in questo modo non è così immediato perché bisogna avere un certo traffico di utenti che visitano il vostro blog in modo continuativo e su base giornaliera oppure dei contenuti che supportino e veicolino la loro scelta di acquisto, però, tentare non nuoce.

E voi come monetizzate attraverso il vostro blog, usufruite di questi strumenti oppure utilizzate altri metodi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.