Cosa fare e vedere una settimana a Dubai e Abu Dhabi

Raccontarvi cosa fare e vedere una settimana a Dubai e Abu Dhabi non è una passeggiata,  ve lo assicuro. Sembra facile dire “vai là, vedi questo, visita quello”. Solo quando ti trovi lì ti rendi veramente conto delle distanze enormi da percorrere per spostarsi da un punto all’altro della città e comprendi che non riuscirai a vedere tutto quello che ci sarebbe da vedere, anche se ti potessi trasformare in una trottola. Che poi, diciamocelo, che gusto ci sarebbe a viaggiare così di corsa?

Oltretutto, io e mio marito siamo approdati a Dubai molto stanchi. Anzi, è stato uno dei viaggi più massacranti che io abbia mai fatto (insieme a quello di ritorno dalla Romania con 40 di febbre). Sarà stata la sveglia all’alba con le poche ore di sonno alle spalle, le lunghe attese, gli scali, ancora attese, i voli quasi del tutto insonni o molto più probabile un mix di tutto questo, fatto sta che siamo arrivati completamente svuotati di ogni energia. E se vi dico che non riuscivo a tenere gli occhi aperti credeteci!

Qualcuno mi ha chiesto “ma un volo diretto, no?”. Beh certo con un volo diretto le cose sarebbero sempre più facili ma ovviamente i costi cambiano e direi che per 300 euro a/r il “massacro” diventa più tollerabile. Senza considerare che volare dalla Sardegna richiede una spesa e un volo aggiuntivo per raggiungere Roma o Milano per cui capite bene che permettersi tutto quanto (per me che non sono ricca) comporta qualche sacrificio. Quindi, dopo un Alghero-Roma Fiumicino, un Fiumicino-Istanbul e un Istanbul-Dubai, siamo finalmente arrivati a destinazione.

Raggiunto l’hotel, nella zona di Al Barsha, ci regaliamo qualche ora di riposo e poi decidiamo di trascorrere la serata nel quartiere di Downtown Dubai, un posto senza dubbio magico. Si, certo tanto lusso, tanti soldi, tanto benessere ma quanta magia! Persone di tutto il mondo che attendono di ammirare lo spettacolo serale delle meravigliose fontane che si emozionano, battono le mani, sorridono e se questa non è magia… la Dubai Fountain riesce a creare un’atmosfera da favola.

Il merito è senza ombra di dubbio anche del Burj Khalifa, la Torre del Califfo che prende il nome dall’emiro di Dubai e con i suoi 828 metri e 126 piani è l’edificio più alto del mondo. Altre tappe imperdibili di Downtown Dubai sono ovviamente  il souk Al Bahar, un mercato arabo di lusso che offre manufatti arabi, gioielli, tappeti e tessuti dove vi farete una prima idea di quello che dovevano essere gli antichi souk arabi e il Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo che comprende anche l’acquario più grande del Medio Oriente.

Torniamo esausti ma felicissimi di questo primo incontro così coinvolgente che segna in modo memorabile il nostro Natale a Dubai, essendo appena passata la mezzanotte del 24 dicembre. Il 25 dicembre lo dedichiamo al riposo, a quella che di solito si chiama “vacanza” insomma e che io mi concedo raramente quando viaggio. Ma oggi tutto ci è concesso. Così ce ne stiamo a prendere il sole in piscina, facciamo un bel bagnetto (rigorosamente con cappellino di Babbo Natale) e approfittiamo di un ricco buffet con tanta buona roba da mangiare organizzato dall’hotel che ci costa solo 40 AED. Immaginateci così, due babbi Natale con gli occhi a cuoricino!

Il pomeriggio lo trascorriamo ancora in modalità relax andando a visitare il Mall of the Emirates, un altro grande e famoso centro commerciale di Dubai, più piccolo del Dubai Mall ma altrettanto bello e lussuoso. Vi dico solo che dentro ci trovate pure Ski Dubai, la prima stazione sciistica al coperto in Medio Oriente con tanta meravigliosa neve artificiale, mi credete? No?! Eccola qui, ma quanto è pazza questa Dubai! Prima di andar via, ci siamo fermati da Paul, per un gelato (io) e una cioccolata calda (mio marito). Per la serie “gli opposti si attraggono”.

Il terzo giorno, sveglia di buon’ora, colazione e partenza verso la Kite Beach, una delle spiagge più belle di Dubai, ideale per praticare il surf, gli sport acquatici e tante altre attività ma soprattutto per godere di una magnifica vista sul Burj Al Arab! Trascorriamo qui la mattinata e poi torniamo in hotel per goderci qualche altra ora di sole e di caldo in piscina. La seconda parte della giornata, invece, è dedicata al fantastico quartiere di Dubai Marina

Sembra difficile crederci eppure qui fino ad una decina di anni fa non c’era nulla, solo deserto! Bellissima la passeggiata The Walk, su cui affacciano un’infinità di ristoranti e bar. Noi, dopo aver camminato un bel po’, ci siamo fermati a  mangiare da Gourmet Burger Kitchen al Dubai Marina Mall, un centro commerciale più piccolo rispetto a quelli che Dubai offre in giro per la città ma con una spettacolare posizione lungo le rive del creek su cui si specchiano vertiginosi grattacieli illuminati.

A questo punto ci siamo spostati due giorni ad Abu Dhabi, la Capitale degli Emirati Arabi cui ho preferito dedicare un articolo a parte. Dopo questo viaggio nel viaggio torniamo a Dubai nel pomeriggio e sfruttiamo la metro Al Ghubaiba per raggiungere l’hotel, stavolta a Deira. Il tempo di riposarci un attimo e usciamo di nuovo diretti verso Madinat Jumeriah. Con il senno di poi è stato stupido non andarci i primi giorni quando eravamo a 10 minuti di distanza con il nostro hotel mentre adesso da Deira è decisamente più lunga la strada e più costosa ma non c’era stato il tempo di farlo.

La visita al souk Madinat Jumeriah vale decisamente la pena di spendere tempo e soldi tuttavia. Pur trovandosi all’interno di un lussuoso resort, il souk è accessibile a chiunque e, anche se diverso da un mercato arabo tradizionale, vi consiglio di andarci anche solo per ammirare la tipica architettura araba, passeggiare tra le suggestive boutique e le eleganti bancarelle, affacciarsi sull’immensa laguna artificiale con le sue abras e ammirare un magico Burj Al Arab tutto illuminato.

Il sesto giorno decidiamo di dedicarci finalmente a Deira e ai suoi souk, in particolare quello dell’oro e delle spezie. Da qui raggiungiamo in pochi minuti anche il creek, il braccio di mare che separa Deira dall’altro quartiere storico di Dubai, Bur Dubai, da cui Dubai è nata e si è sviluppata da semplice villaggio di pescatori. Nel pomeriggio saremo ospiti di un super safari nel deserto di Dubai per cui non possiamo trattenerci troppo e dopo pranzo torniamo in hotel per preparare le nostre cose e prepararci a questa super avventura.

L’ultimo giorno della nostra settimana a Dubai è anche l’ultimo giorno dell’anno per cui decidiamo di evitare posti affollati e di raggiungere la spiaggia di Mazmar, all’estremità est di Dubai vicino all’Emirato di Sharja, frequentata soprattutto dai locali. Nel pomeriggio, invece, visitiamo finalmente Bur dubai con il Dubai Museum e il quartiere di Bastakya con il forte Al Fahidi, la costruzione più antica di Dubai. Dopo qualche ora rientriamo a Deira. Manca poco al Capodanno e prima di  salutare l’anno nuovo facciamo un salto al City Centre Deira per mangiare un boccone e girellare tra le vetrine.

30 minuti prima mezzanotte però ci incamminiamo verso il Creek di Deira per assistere allo spettacolo pirotecnico. Fra poche ore il nostro aereo partirà dall’aeroporto internazionale di Dubai per riportarci in Italia e tutte le altre zone della città, visto il traffico di queste ultime ore dell’anno, sono off limits per noi. Poco male, ci perché ci regaliamo un Capodanno “in piazza” davvero magico arricchito e animato dalle luci dei fuochi d’artificio di Dubai esplosi contemporaneamente in più punti lungo il creek, tra cui quelli del Burj Khalifa, in un tripudio di luci e colori a cui brindare rigorosamente alcohol-free.

UPDATE: tutto quello che c’è da sapere su Dubai prima di partire, lo trovate qui: “10 cose da sapere su Dubai

3 Commenti

  1. Anna Maria

    A dir il vero ho avvertito anch’io la vostra stanchezza vissuta durante il viaggio, ma la rilassatezza con cui ci presenti i luoghi visistati (che tra l’altro non tutti riuscirebbero a realizzare) e la precisione nel descrivere le meraviglie…ti fa vedere felice e quasi lontana da ogni turbamento. Anche le stupende foto inserite ad ok ci incantano. Complimenti

  2. Cecilia Minunno

    Ciao Marianna ogni volta ke vedo le tue foto i racconti dei tuoi viaggi mi fai volare con il pensiero…tutto bellissimo raccontato nei minimi dettagli….noi il 9 settembre partiamo x Dubai e Abu Dabi…e poi il 24 dicembre saremo a Budapest ci sei stata ai da darmi dei consigli….grazie mille cara…su Dubai e Abu Dabi ho già letto tutto…sei precisissima….un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.