Amo visitare i borghi durante i miei viaggi, in particolare, i borghi più belli d’Italia e in questo anni ne ho visti tanti ma confesso di non aver mai sentito nominare Polcenigo, tra i borghi più belli d’Italia. Almeno prima di questo viaggio alla scoperta del Friuli, durante il quale mi è stata consigliata una visita e, quindi, sono andata in esplorazione. In questo post scoprirete cosa vedere a Polcenigo, ma soprattutto perché merita di essere visitato (non solo perché è tra i borghi più belli d’Italia!)

Cosa vedere a Polcenigo

Polcenigo si trova in provincia di Pordenone. È un borgo completamente immerso nel verde, nei pressi di meravigliose sorgenti d’acqua di cui vi parlerò fra poco. Pur essendo piccolino, le cose da vedere a Polcenigo sono sufficienti per convincervi a visitarlo. Inizio da quelle nel centro storico per terminare con due luoghi interessanti da vedere nelle vicinanze, a poca distanza.

Palazzi storici

Il borgo di Polcenigo è un piacere da vedere e attraversare. Tra le voci della mia lista su cosa vedere a Polcenigo ci sono, infatti, i suoi palazzi storici. Alcuni di essi, lo noterete facilmente, hanno sue stemmi sulle loro facciate ed il motivo è da attribuire al fatto che la famiglia dei conti di Polcenigo nel 1222 si divise in due. Lo stile veneziano è ovunque nell’aria, in particolare passeggiando per via Coltura. Qui, infatti, si trova Palazzo Zaro, appartenente ai conti di Polcenigo e poi passato nelle mani della famiglia veneziana Manin nel 1607. Altri palazzi interessanti sono Palazzo Polcenigo in cui si può ammirare una grande magnolia, a quanto pare la più antica del Friuli ma anche Palazzo Pezzutti, Palazzo Fullini Zaia e Palazzo Scolari Salice del XVII secolo, con il suo splendido giardino all’italiana, opera dell’ingegnere Pietro Quaglia.

Tole dele poesie

Sempre nell’elenco di cosa vedere a Polcenigo, poi, non può mancare la bacheca “Le tole dele poesie”, un progetto avviato a luglio 2019 nel centro storico di Polcenigo ideato da coppia di Polcenighesi, con lo scopo di offrire qualche poesia da leggere ai viandanti di passaggio, a coloro che frequentano la piazza e che per un attimo possono isolarsi immergendosi nei versi di autori conosciuti o meno. Fantastico, vero?

Mulino Modolo

Un luogo che merita una visita è sicuramente il mulino Modolo. Di mulini a Polcenigo ce n’erano tanti ma questo è l’ultimo rimasto in funzione fino al 1985 e con le sue tre ruote e ventidue cavalli vapore che era senza dubbio il mulino più potente di Polcenigo. Ad alimentare i suoi meccanismi erano le acque del Gorgazzetto, fondamentali anche per altre attività quali la macinazione dei cereali; la filatura per la seta, nei lavatoi pubblici e nei frantoi per la spremitura delle olive.

Casa Torre Croda

Tra le cose da vedere a Polcenigo ce poi la casa-torre Croda, risalente al XIII – XIV secolo che nel Medioevo era parte del sistema difensivo. Al suo interno si possono oggi ammirare le ceramiche artigianali realizzate dalla signora Savina.

Castello di Polcenigo

E come tanti borghi antichi, anche Polcenigo ha il suo castello, luogo dove comincia anche la sua storia. Realizzato da Peterlino di Polcenigo nel 943, il castello di Polcenigo si sviluppa poi con un borgo nel 1200, sviluppandosi ulteriormente persino sotto la dominazione veneziana. Purtroppo, dopo tante vicissitudini e lunghi periodi di abbandono, delle mura, alcuni saloni, la scalinata non resta più nulla ma il castello, oggi di proprietà comunale, conserva ancora il suo fascino.

Chiesa di San Giacomo

Tra il borgo e il Castello si trova un altro Lugo da vedere a Polcenigo, l’ex convento francescano di San Giacomo, risalente al 1262 e considerato il più antico dell’intera Diocesi di Concordia, nonché tra i primi della Regione. La Chiesa adiacente ancora attiva offre al suo interno diversi elementi che valgono la visita, in primis gli affreschi trecenteschi, una pala cinquecentesca di Tutti i Santi e una settecentesca Natività della vergine, del pittore veneto Egidio Dall’Oglio. e, in sacrestia, mobili intarsiati senza dimenticare un organo settecentesco del noto organaro veneziano Giacinto Pescetti.

Cosa vedere nei dintorni di Polcenigo

Sorgente del Gorgazzo

Un luogo davvero magico la Sorgente del Gorgazzo che non potevo non includere nella mia guida su cosa vedere a Polcenigo, da cui dista pochi chilometri. La Sorgente del Gorgazzo è la più profonda d’Italia, la seconda più profonda in Europa e una delle più profonde mai esplorate al mondo. Nel 2019 lo speleosub polacco Krzysztof Starnawski ha raggiunto la profondità di -222 metri, creando per la prima volta anche una mappa 3D della cavità. A 9 metri di profondità, si trova anche la statua di un Cristo che, sotto Natale, viene presa, pulita e rimessa al suo posto, per diventare parte di un suggestivo presepe subacqueo. Una vera meraviglia, guardate con i vostri occhi!

Sacile

Da non perdere una visita alla città di Sacile che si trova a pochi minuti di strada da Polcenigo. Ad accogliervi troverete una città molto bella, interessante e vivace dall’atmosfera veneziana che di sicuro ruberà i vostri cuori. A me è piaciuta proprio tanto. Passeggiare tra le sue stradine, le piazzette e i ponti con una magnifica vista sul Livenza è stata una piacevole scoperta e una bella emozione. Ve ne parlo in questo post!

Leggi in questo post cosa vedere a Sacile

Grazie per la tua visita! Se ti va, lasciami un commentino qui sotto. Mi faresti molto felice! Ti aspetto anche su Facebook e Instagram.

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.