Thailandia: cultura, religione, curiosità

Siamo circondati da pregiudizi, stereotipi e luoghi comuni e, spesso, erroneamente crediamo di saperne solo perché abbiamo parlato con l’amico del nostro amico o perché lo abbiamo sentito dire in tv. Quando ho raccontato ad amici e parenti che la destinazione del mio viaggio di nozze sarebbe stata la Thailandia le domande sono state tante.

Da secoli, questo affascinante paese nel cuore del sud-est asiatico ha catturato l’immaginazione di coloro che cercano esperienze culturali straordinarie e spiritualità palpabile.

Nel nostro articolo, esploreremo la tessitura intricata della cultura thailandese, immergendoci nei riti religiosi che caratterizzano il paese e scoprendo le curiosità che rendono la Thailandia una destinazione affascinante e indimenticabile. Pronti a scoprire il “Paese dei Sorrisi” insieme a me?

Thailandia: cultura, religione, curiosità

Saluto con il “wai”

In Thailandia, il saluto tradizionale è il “wai”, un gesto che coinvolge unire le mani in preghiera e inchinarsi leggermente. La posizione delle mani e la profondità dell’inchino possono variare a seconda del rispetto o della formalità richiesta. La Thailandia è spesso chiamata il “Paese dei Sorrisi” a causa della gentilezza e dell’ospitalità del suo popolo.

Festival tradizionali

Il paese è famoso per i suoi vibranti festival culturali, come il Songkran, il Capodanno thailandese, che si celebra con festeggiamenti di acqua di vasta portata. La danza classica thailandese è un’arte sofisticata che combina movimenti eleganti con costumi elaborati. Spesso, queste danze narrano storie mitologiche o epiche.

Piatti tipici thailandesi

Tra le numerose esperienze indimenticabili che potrete vivere in Thailandia, un capitolo speciale è dedicato alla straordinaria varietà gastronomica del Paese! Dai ristoranti più rinomati alle prelibatezze dello street food, l’opportunità di deliziare il vostro palato sarà continua. Non perdetevi l’occasione di assaporare il profumo avvolgente del riso al gelsomino, immergervi nei sapori intensi della zuppa di gamberi e funghi, e concedervi l’esplosione di freschezza dell’insalata di papaya e arachidi!

Ok, la Thailandia è famosa per le spezie piccanti come il chili e il curry ma, in realtà, la cucina thailandese si basa su 5 aromi principali con cui viene poi realizzato il piatto che, incluso il piccante, sono: salato, dolce, acido ed amaro. L’idea che il cibo thailandese sia piccante, quindi, nasce forse dalla difficoltà di abbinare i piatti nei giusti accoppiamenti di sapori antitetici. Nel dubbio sempre meglio chiedere con un semplice: “pet mai” (piccante?).

papaya_salad_thailandia_cibo_piccante

Parte della cucina esotica thailandese rientra in quello che potremmo definire il folklore. Le cavallette in Thailandia non sono un piatto tipico che puoi trovare al ristorante ma servono più che altro a “fare scena”, soprattutto di fronte ai turisti, per i quali questo ed altre pietanze a base di insetto sono pensate. Le trovate esposte insieme a grilli, scarafaggi e formiche nei pressi di attrazioni turistiche o in occasione di feste, sagre e mercati ma non sono, come si crede, una delle specialità della cucina thai.

mercato_insetti_cavallette_fritte_thailandia

Thailandia: religione buddista

La stragrande maggioranza della popolazione pratica il Buddhismo Theravada. I templi buddhisti, noti come wát, sono disseminati in tutto il paese e rappresentano centri spirituali e culturali. I monaci buddhisti sono una parte integrante della vita thailandese. La gente offre loro cibo durante l’alba in un’usanza chiamata l’offerta dell’alba. Il Wat Pho a Bangkok ospita il famoso Buddha sdraiato, una statua impressionante lunga 46 metri. È un importante luogo di pellegrinaggio e un’icona religiosa.

Condizioni igieniche in Thailandia

Cosa spinge una persona a pensare questo io non saprei dirlo. Sì, certo una metropoli come Bangokok non può essere pulitissima. Il traffico, i 6 milioni di abitanti ed i 5 milioni di auto di certo non aiutano a tenere la città ordinata secondo gli standard occidentali. Dopotutto, anche noi abbiamo qualche difficoltà a tenere pulite e sistemate le nostre città. Milano, Roma, Napoli non hanno poi tanto da insegnare anche se di cavi elettrici così aggrovigliati non ne svevo mai visti prima!

cavi_elettrici_groviglio_thailandia

Thailandia, patria dei transessuali?

Sempre più spesso, ormai, transgender o transessuali sono associati alla Thailandia. In effetti, qui la comunità transessuale è abbastanza ampia ma per un motivo semplicissimo: nella terra del sorriso la discriminazione sessuale,  oltre ad essere vietata in costituzione, è scarsamente presente nell’ambito culturale. La religione buddista, infatti, attribuisce un grande valore al concetto di tolleranza e comprensione e rispetta le minoranze sessuali, attribuendo loro una valenza karmica.

thailandia_trans_omosessualità_transgender

Povertà della popolazione thailandese

Chi si fa questa domanda dimentica la condizione in cui si trova l’Italia, dove avere una famiglia è un lusso, dove si fatica a trovare lavoro, dove la maggior parte dei dei giovani sta a casa, vivendo alle spalle dei genitori, dove gli affitti sono alti ed il costo delle case pure, dove il debito pubblico è tra i più alti in Europa e la lista potrebbe continuare. In Thailandia, pur trattandosi di un Paese in via di sviluppo, per molti aspetti il futuro appare più roseo. E quindi no, non sono così poveri come si può pensare e comunque in Italia non siamo messi poi tanto meglio!

poverta_thailandia_poveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.