Il significato dei colori nelle diverse culture

La prima volta che mi sono soffermata sul significato dei colori nelle diverse culture è stato durante il mio viaggio in Thailandia. La nostra guida ci aveva raccontato che molti thailandesi rispettano la tradizione di indossare un colore specifico per ogni giorno della settimana e che il giallo e il blu hanno una valenza particole perché riconducono legati al Re e alla Regina del Regno di Thailandia, figure da tutti molto rispettati.

Ricordo che aver saputo di questo insolito rapporto dei thailandesi con i colori mi aveva mi aveva colpito tantissimo. Così avevo fatto qualche ricerca e avevo scoperto che la Thailandia chiaramente non è l’unico paese ad avere usanze e simboli legati al diverso significato dei colori e sono tante le culture nel mondo che attribuiscono significati diversi ai medesimi colori, spesso, anche opposti.

Rosso e arancione

Ad esempio il rosso che in India significa purezza ed in cina buona fortuna, in sud Africa è il colore del lutto mentre in Russia rappresenta: comunismo e bolscevismo, quasi ovunque in Occidente simboleggia il Natale. L’arancione in Irlanda è per i protestanti un segno di religiosità, negli usa indica Halloween mentre nelle culture orientali è sinonimo di buon auspicio. Per cinesi e giapponesi, infine, è associato all’amore a alla felicità.

Giallo e verde

Il giallo che, come vi ho detto, è il colore del re in Thailandia, ha in Cina una valenza del “prendersi cura”, del “curare”, in Egitto rappresenta il lutto, il Giappone, invece, il coraggio e in India è il colore dei mercanti e per noi occidentali generalmente simboleggia la gelosia oppure il pericolo. Il verde che in Cina indica l’adulterio della moglie o esorcismo in Medio Oriente e India, Islam e n Irlanda l’essere Irlandese, è simbolo di speranza e primavera in Occidente.

Bianco e blu

Un colore molto importante tra quelli esistenti è , pii, il bianco che può assumere anche connotazioni opposte, da un paese all’altro. In Oriente, infatti, si usa in riferimento a morte e lutto mentre per gli occidentali è il colore del paradiso, della pace e dei matrimoni (il famoso abito bianco).  Anche il blu è un colore molto particolare. In Occidente è un colore che simboleggia depressione e tristezza, in Medio Oriente è addirittura il colore della spiritualità.

Come vedete, il significato dei colori varia molto nelle diverse culture e questi sono soltanto alcuni degli esempi più comuni e conosciuti. Conoscere queste differenze ci può aiutare a comprendere meglio i luoghi che visitiamo e le culture con cui veniamo in contatto e permetterci di abbandonare l’approccio da visitatore esterno e tentare una scoperta più consapevole e sicuramente più arricchente.

E voi conoscete altri significati dei colori in altre culture?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.