Amo l’autunno e la sua magica atmosfera. Dopo tanta reclusione ed isolamento, è un privilegio poter tornare all’aria aperta, in mezzo alla natura, insieme alla propria famiglia per vivere nuove esperienze. Quest’anno anche noi abbiamo ceduto al richiamo dei pumpkin patch. Sapete dove nasce questa tradizione? In America ovviamente dove una delle tradizioni di Halloween è quella di andare a raccogliere le zucche da trasformare nella famosa Jack o’ lantern. Fino a qualche anno fa nessuno sapeva cosa fossero i campi di zucche in Italia ma ormai sono ovunque. In questo post vi elenco dove trovare i pumpkin patch in Italia, da nord a sud, compresi quelli che mi avete segnalato su Instagram in questi giorni. 

Pumpkin Patch: cosa sono e perché andarci

I pumpkin patch sono letteralmente “campi di zucche”, una tradizione autunnale nata in America da vivere in vista di Halloween. Oltre ad essere una meta popolare e amatissima per la scelta della propria zucca, però, visitare un pumpkin patch è una delle cose da fare ad Halloween con i bambini, anche per trascorrere una giornata immersi nella natura, scoprire da vicino com’è la vita in campagna, scattare delle bellissime e originali foto di famiglia. Per i più piccoli il divertimento è assicurato perché potranno allenarsi a decorarle, imparare ad intagliarle, giocare all’aria aperta. E non finisce qui. Potranno anche conoscere tante varietà di zucche. Pensate che al mondo ne esistono almeno 500 di 15 specie diverse, di cui solo 5 commestibili!

Pumpkin Patch: dove trovarli in Italia

Pumpkin Patch in Lombardia

Il villaggio delle zucche a San Martino Siccomario, il pumpkin Patch più grande del Nord Italia, giunto alla sua seconda edizione.

Date e orari: È aperto al pubblico in orario 10.00-24.00 ogni weekend dal 26 settembre al primo novembre 2020.

Prezzi e prenotazioni: I biglietti di ingresso costano 12 euro a persona, sia per gli adulti che per i bambini di età superiore ai 3 anni e si possono acquistare all’ingresso.

Tulipania, il primo campo di zucche you-pick in provincia di Bergamo, che si trasforma in base alle stagioni. L’ingresso è gratuito ma la prenotazione è obbligatoria sul loro sito.

Date e orari: Tulipania è aperta ogni weekend a partire dal 25 settembre al 31 ottobre 2021. Gli orari di apertura sono: tutti i sabati e le domeniche di ottobre dalle 9.30 alle 18.30.

Prezzi e prenotazioni: L’ingresso è gratuito, con obbligo di prenotazione sul sito di Tulipania. Si pagano solo le zucche che si raccolgono.

Shirin tulipani, a Ornago, in Brianza, un campo di zucche in cui passeggiare, ammirare gli allestimenti e naturalmente scegliere la propria zucca di Halloween.t

Date e orari: tutti i fine settimana a partire dal 2 fino 31 ottobre

Prezzi e prenotazioni: 4 euro. Da 0 a 5 anni e per disabili l’ingresso è gratuito. Nel biglietto non sono compresi i laboratori. Prenotazione obbligatoria, attraverso questo link

Il campo di Federica a Nerviano che nel mese di Halloween si trasforma in un magico pumpkin patch.

Prezzi e prenotazioni: Costo 15 euro in settimana e 18 nel week end. Bimbi fino a 2 anni gratis.

Il campo dei fiori di Galbiate, il primo della Lombardia, a due passi dal Lago di Annone.

Prezzi e prenotazioni: L’ingresso è gratuito, ma occorre la prenotazione.

Pumpkin Patch in Piemonte

La casa delle zucche ad Andezeno, in provincia di Torino, un casale con centinaia di zucche, alcune già intagliate e pronte per essere portate a casa.

Date e orari: aperta fino al 14 Novembre

Pumpkin Patch in Veneto

Nonno Andrea a Villorba, un’azienda agricola a km 0 con uno splendido giardino che per Halloween viene decorato con tantissime zucche, da poter acquistare e portare a casa.

Pumpkin Patch in Friuli Venezia Giulia

Degano David Zucche, a Remanzacco, in provincia di Udine, un’azienda che produce oltre 150 tipologie diverse di zucche da poter ammirare e acquistare nell’area espositiva e passeggiando tra i campi.

Pumpkin Patch in Emilia Romagna

Agriturismo La Torretta, a San Bartolomeo in Bosco, in provincia di Ferrara, che vi aspetta per un weekend all’insegna dei colori e dei profumi dell’autunno!

Date e orari: sabato 23 e domenica 24 ottobre (SOLD OUT)

Nuovo appuntamento sabato 30 ottobre

Prezzi e prenotazioni: L’entrata all’evento è gratuita (ma è richiesta la prenotazione al 3396585631).

Pumpkin Patch in Campania

Il giardino delle zucche, a Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta. Uno dei più famosi, curato nei minimi dettagli.

Orari e date: Il giardino resterà aperto fino al 31 Ottobre.

Prezzi e prenotazioni: Il biglietto costa 12 euro Giovedì e Venerdì e 15 euro nel weekend.

La terra delle zucche, nell’oasi naturale Vivinatura di Lagosele a Santa Cecilia, ad Eboli con laboratori didattici, un campo di pannocchie, la fattoria, un labirinto di fieno, e un villaggio degli gnomi a completare l’offerta.

Orari e date: dal 2 ottobre al primo novembre

Prezzi e prenotazioni: Il costo per gli adulti è di 10 € a persona. Il costo per i bambini dai 3 anni è di 14 € a bambino. I bambini fino ai 3 anni entrano gratis! Per prenotare clicca qui

Pumpkin Patch nel Lazio

Le zucche di Barbabianca, presso l’azienda agricola Torre in Pietra Carandini, alle porte di Roma, il primo pumpkin patch del Lazio.

Date e orari: aperto per tutti i weekend di Ottobre.

Prezzi e prenotazioni: costo del biglietto 10 euro a persona (adulti e bambini).

Pumpkin Patch in Puglia

Cascina Savino a Foggia, un campo di 10.000 mq allestito con zucche, balle di fieno e un anfiteatro per intagliare le zucche appena raccolte.

Prezzi e prenotazioni: Costo 10 euro con inclusa 1 zucca. Bimbi sotto i 6 anni gratuiti.

Come intagliare la zucca

Come avete visto, molti di questi campi di zucche in Italia offrono la possibilità di partecipare dal vivo a corsi di intaglio con la supervisione di un esperto ma se volete farlo da soli, a casa, potete scaricare questa semplice guida PDF (in inglese) su come intagliare la vostra zucca di Halloween in autonomia.

Grazie per la tua visita! Se ti va, lasciami un commentino qui sotto. Mi faresti molto felice! Ti aspetto anche su Facebook e Instagram.

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.