Milano è cambiata tanto negli ultimi anni e per comprendere davvero questo cambiamento bisogna visitare Milano Porta Nuova, simbolo di rinascita, evoluzione, futuro ma anche della propensione della città ad una dimensione sempre più inclusiva. Il quartiere Milano Porta Nuova è, infatti, un quartiere per tutti, anche per i più piccoli che avranno a disposizione grandi spazi per giocare e divertirsi. Se sei curioso di conoscere il volto più moderno e futuristico del capoluogo meneghino, in questo post su cosa fare e vedere nel quartiere Porta Nuova di Milano troverai tutto quello che c’è da sapere per visitare le sue attrazioni principali.

Milano Porta Nuova: un po’ di storia

Il moderno quartiere di Porta Nuova, a nord-est di Milano, nasce dalla riqualificazione urbanistica di tre aree confinanti: Garibaldi, Isola e Varesine che fino a qualche decennio fa rappresentavano una zona abbandonata a se stessa con grandi spazi vuoti, utilizzati di tanto in tanto per ospitare circhi e luna park. Il progetto urbanistico di Porta Nuova prende avvio tra il 2004/2005 e ridisegna completamente l’aspetto di tutta questa zona, trasformandola in uno dei quartieri più innovativi di Milano, in pieno sviluppo, innovativo e di tendenza. 

Cosa vedere a Milano Porta Nuova

Piazza Gae Aulenti

Punto di partenza ideale per visitare Milano Porta Nuova è Piazza Gae Aulenti, costruita dall’architetto argentino Cesar Pelli, tra il 2009 e il 2012, senza dubbio una delle cose più interessanti da vedere a Milano Porta Nuova. Questo spazio aperto, elegante e moderno, quasi futuristico è un luogo perfetto per passeggiare e per intrattenere i bambini, grazie alle sue bellissime fontane a sfioro. Ma ad attirare l’attenzione di grandi e piccoli sono da sempre “Le voci della città”, l’opera dell’artista Alberto Garutti, che consiste in 23 tubi di alluminio a forma di tromba che mettono in comunicazione i diversi piani della piazza. Qui ci si può fermare per un giro tra le vetrine, un aperitivo oppure per prendere parte ad un tour di Porta Nuova in bicicletta con una guida esperta.

Torre Unicredit

Sulla piazza svetta, la Torre Unicredit che, con i suoi 231 metri è il grattacielo più alto d’Italia! Tutto inizia nel 2013 quando la Direzione generale di Unicredit decide di spostare la sua sede da piazza Cordusio per trasferirsi qui, in Piazza Gae Aulenti, nel grattacielo centrale del complesso progettato dall’architetto argentino Cesar Pelli. Da qui la vista su Milano deve essere magnifica, ma purtroppo non è accessibile al pubblico e bisogna aspettare le aperture straordinarie per i cittadini per salirci e sperare di riuscire a prenotare una visita guidata (visto che è molto gettonate!). Per info e le modalità di ingresso, vi lascio il link diretto del sito Unicredit.

Biblioteca degli Alberi

Proseguendo si apre davanti a voi un altro luogo simbolo e assolutamente da vedere a Milano Porta Nuova: la bellissima Biblioteca degli Alberi – BAM, unico esempio di giardino contemporaneo in Italia che conta oltre 100 specie botaniche, disegnato dallo studio olandese Inside Outside|Petra Blaisse e realizzato da COIMA per conto del Comune di Milano. Al suo interno ci sono tre grandi settori: l’area giochi per i bambini, una dedicata allo sport e un’altra allo sgambamento dei cani. Inclusiva e cuore verde di Milano Porta Nuova, la BAM non è il solito parco. Grazie alla sua conformazione, si è unita con armonia ai quartieri vicini ed è un luogo da visitare, non solo per le passeggiate nel verde, ma anche per gli interessanti laboratori didattici ed eventi gestiti dalla Fondazione Catella.

Bosco Verticale

Percorrendo la passeggiata Luigi Veronelli, non si può fare a meno di notare due particolarissimi grattacieli ricoperti di vegetazione: insieme formano il famoso complesso residenziale del Bosco Verticale, inaugurato nel 2014 e insignito anche del premio per il grattacielo più bello e innovativo del mondo. A ricoprire i due palazzi sono oltre 2000 tra piante, alberi e arbusti disposti sui vari piani, che insieme creano un vero e proprio bosco “verticale” appunto. Un luogo che catturerà sicuramente l’attrazione dei più piccoli, insieme i piedi del Bosco al bel parco con tanti giochi in cui sorgono i grattacieli.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Ti racconto un viaggio | Blog (@mariannanorillo)

Casa della Memoria

Qui, ai margini del parco, sorge anche la Casa della Memoria, facilmente riconoscibile dalla sua facciata in mattoni policromi che ritraggono volti e scene della storia di Milano del dopoguerra. Questo edificio, poco conosciuto per la verità, è attualmente sede di alcune associazioni e di eventi e conferenze legati alla memoria storica e patriottica dell’Italia. Inoltre, al suo interno, ospita il progetto Don’t kill dell’artista Fabrizio Dusi, un’esposizione temporanea del 2017, oggi diventata permanente.

Dove dormire a Milano

Per la prenotazione dell’hotel affidatevi a Booking, è una garanzia, ci sono un sacco di alloggi disponibili per tutte le tasche. Inoltre se prenotate su Booking ho un regalo per voi. Grazie al programma “Affiliate partner” al quale sono iscritta infatti potrete accedere ad incredibili “deal” (affari) sulla vostra prenotazione. Accaparrarsi le tariffe scontate è molto semplice. Cliccate Vedi tutte le offerte e dopo qualche secondo vi apparirà l’elenco di hotel a prezzi scontati. Scegliete quello più adatto a voi e potrete beneficiare di “offerte” a tempo davvero convenienti, da prenotare subito!



Booking.com

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.