Cosa vedere a Napoli in un giorno: due itinerari a piedi

Parto. Non dimenticherò né la via Toledo né tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell’universo. Stendhal

Viaggiamo in posti incredibili, lontani miglia da noi e dei luoghi che ci sono più vicini, spesso, non conosciamo e ignoriamo bellezze, storie, leggende e ricchezze uniche. La Campania, ad esempio, offre destinazioni davvero incantevoli come il Vesuvio, il Maschio Angioino, Castel dell’Ovo, il Teatro San Carlo per nominare le più famose non solo in Italia ma a livello internazionale. Visitarle non è solo importante ma fondamentale per comprendere il vissuto di una terra piena di bellezze ma anche contraddizioni.

Dopo avervi svelato i tesori della Napoli segreta, in questo articolo vi racconterò cosa vedere a Napoli, meravigliosa città piena di meraviglie, spesso sconosciute e per questo tutte da scoprire. Questi due itinerari sono perfetti anche se ci andate solo per un giorno o un weekend o un solo giorno per ottenere il meglio dal vostro viaggio in quel “Do’ Sud” e lasciarvi affascinare dai suoi angoli più famosi, farvi incantare dai suoi colori, sapori e profumi e farvi trascinare dal ritmo movimentato con cui la città si muove ogni giorno. Siete pronti a catapultarvi nel mondo affascinante e casinista di Napoli?

cupola_gesu_nuovo_napoli

Bene, allora partiamo! Il primo punto di approdo di questo itinerario alla scoperta della “città dalle 500 cupole”, storico soprannome dovuto alla presenza nel XVII secolo di almeno 500 chiese nel XVIII secolo, è la celebre Piazza Garibaldi, una delle piazza più vivaci della città e anche una delle più importanti e affollate poiché sede dal 1866 della frequentatissima stazione Napoli centrale con cui potete raggiungere Napoli da ogni località d’Italia. Piazza Garibaldi è anche un ottimo punto di partenza per iniziare a scoprire Napoli.

L’ideale sarebbe farlo a piedi per assaporare al meglio ogni sfumatura, ogni vicolo, ogni angolo della città ma se il tempo scarseggia o il clima non lo consente potete acquistare un biglietto giornaliero al costo di € 3,50 valido fino alle ore 24:00 del giorno di convalida che consente l’utilizzo combinato di tutti i servizi ANM (autobus, filobus, tram, metropolitane e funicolari) e muovervi più velocemente tra una tappa e l’altra del percorso usufruendo di volta in volta dei mezzi di trasporto più adatti ai vostri spostamenti.

Garibaldi_Statua_Napoli_A

Oltrepassando Piazza Garibaldi e lasciandoci alle spalle la statua dedicata a Giuseppe Garibaldi che le dà il nome, procediamo per Corso Umberto I, conosciuto anche come Rettifilo, una delle più recenti storiche strade di Napoli che costituisce una fondamentale arteria che collega la zona centrale della città alla stazione centrale. Molti non lo sanno e filano dritti verso destinazioni più popolari ma già da solo il Rettifilo consente di ammirare un gran numero di luoghi di interesse tra monumenti, edifici storici e chiese.

Tra questi troviamo, solo per citarne alcuni, la chiesa di San Pietro Martire, di epoca angioina, la statua di Enrico Mossuti, il palazzo dell’Università degli Studi di Napoli Federico II per cui aguzzate la vista e ne vedrete delle belle.  Tra le cose da vedere a Napoli, Corso Umberto I è, quindi, una delle tappe più significative che vi offre la possibilità di lanciarvi a capofitto nella vita movimentata del capoluogo campano e le dedicheremo un capitolo a parte perché qui c’è veramente tanto da fare e da vedere.

Napoli_Corso_Umberto_I

Una volta percorso tutto il Rettifilo fino a piazza Giovanni Bovio, possiamo  scegliere di proseguire il nostro tour di Napoli verso due destinazioni diverse: Piazza Dante o Piazza del Plebiscito. Per raggiungere Piazza Dante e il centro storico cittadino, basta salire per Via degli Acquari, poco prima del centro di Piazza Bovio e camminare per una decina di minuti, regalandosi una passeggiata per nulla convenzionale tra lo storico Complesso Monumentale di Santa Chiara e la Basilica di Santa Chiara, la Piazza e la Chiesa del Gesù Nuovo e molto altro.

Per raggiungere Piazza del Plebiscito, invece, basta percorrere tutta Via Cardinale Guglielmo fino a Via Medina, altra storica strada del centro storico di Napoli e camminare per almeno 10 minuti. Anche in questo caso saranno minuti ben spesi tra il Palazzo del Municipio, Palazzo San Giacomo, il Maschio Angioino, la Galleria Umberto I e il  Teatro San Carlo che si susseguono uno dietro l’altro simboli di Napoli che raccontano la storia della città Partenopea e che sapranno sorprendervi, affascinarvi ed emozionarvi.

Queste informazioni non possono essere esaustive chiaramente ma possono soddisfare la vostra voglia di sapere cosa vedere a Napoli pur avendo poco tempo a disposizione. E se nella vostra “toccata e fuga” non riuscirete ad entrare in tutte le chiese ed i musei, questi due itinerari vi permetteranno comunque di vedere le attrazioni più importanti e vi regaleranno due passeggiate meravigliose nel cuore della città. Ora non ti resta che partire. Per trovare il tuo hotel a Napoli, affidati al sito Booking.com. Io lo uso da anni e te lo consiglio!

Booking.com

Scrivere articoli richiede moltissimo tempo e impegno. Se il post ti è piaciuto, aiutami a condividerlo: a te non costa nulla, per me è davvero importante!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

7 Commenti

  1. Giorgia

    Grazie per i suggerimenti, soprattuto quelli su Corso Umberto I. in effetti muoversi da li è molto comodo perché si possono raggiugnere tutti i luoghi più belli da vedere. Ciaooo

  2. Giusy

    Napoli è una città meravigliosa, nonostante le sue controversie! Penso di ritornarci! La pizza da Sorbillo è buona! La prossima volta proverò da Trianon. Mi piace provare un po’ tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *