Cosa vedere a Londra in 3 giorni

Cosa vedere a Londra in 3 giorni: itinerario, mappa e info utili

Londra, la vivace e cosmopolita capitale del Regno Unito, è una città ricca di storia, cultura e attrazioni iconiche. Se avete solo tre giorni a disposizione per esplorare questa metropoli affascinante, è essenziale pianificare un itinerario ben strutturato.

Se volete scoprire cosa vedere a Londra in 3 giorni, sono pronta a raccontarvi questa meravigliosa metropoli. Qualche anno fa, dopo una prima volta in viaggio da sola, sono ripartita con alcuni amici e ho potuto approfondire la visita con altri luoghi fantastici.

Se ci state andando anche voi per la prima volta, siete nel posto giusto! Nelle prossime righe, vi racconto cosa vedere a Londra in 3 giorni. Troverete un itinerario con mappa delle attrazioni principali e tanti consigli utili per visitare la capitale inglese!

Cosa vedere a Londra in 3 giorni

Giorno 1: itinerario e mappa di Londra

Per iniziare, eccovi una comoda mappa con itinerario a piedi e tutte le attrazioni principali da visitare a Londra nel primo giorno:

British Museum

Arrivati in mattinata, abbiamo prima di tutto raggiunto il nostro alloggio per lasciare i bagagli e poi ci siamo dedicati alla visita della città, iniziando dal quartiere di Bloomsbury, il più vivace e storico di Londra, dove si trova il British Museum, immancabile nella lista di cosa vedere a Londra in 3 giorni.

Orari: tutti i giorni 10:00 – 17:00. Costi: ingresso gratuito

British Museum a Londra

Covent Garden

Da Bloomsbury ci siamo spostati a Covent Garden, il quartiere dei teatri con il suo bellissimo mercato al coperto.

Covent Garden Londra

Trafalgar Square e National Gallery

Next stop: la famosa Trafalgar Square, dedicata alla vittoria della Marina britannica nel 1805 su francesi e spagnoli nella battaglia di Trafalgar.

Qui si trova anche la National Gallery, dove si possono ammirare, gratuitamente, capolavori di artisti come Botticelli, Van Gogh, Velazquez, Monet.

Trovo il fatto di tenere gratuiti alcuni dei musei più importanti della città e del mondo una delle particolarità di Londra, da cui l’Italia dovrebbe assolutamente prendere spunto.

Orari: tutti i giorni 10:00-18:00. Costi: ingresso gratuito

Trafalgar Square e National Gallery Londra

Houses of Parliament e Big Ben

La prossima tappa è il parlamento inglese, Houses of Parliament, dove sorge anche il famoso Big Ben, la clock Tower, ribattezzata Elizabeth Tower nel 2002. Simbolo di Londra al di sopra delle numerose icone della City, la Clock Tower è solo l’ultima di una serie di ricostruzioni di un precedente edificio. 

La prima torre fu costruita nel 1290 sotto Eduardo I Plantageneto e la campana, colpita ogni ora per sancire il tempo, si chiamava Great Edward. Questa prima torre resistette solo poco più di 70 anni per essere ricostruita nel 1367 con una torre che aveva un vero orologio, il primo orologio pubblico di Londra.

Purtroppo ai primi del 1700 questa torre dell’orologio cadde in rovina e fu demolita e sostituita da una meridiana, ma solo fino al 1800 dove un grande incendio distrusse il parlamento inglese, di cui la torre fa parte. Allora in un’ottica di ricostruzione si penso di restituire un grande orologio alla città di Londra. 

Poco quasi 100 architetti sottoposero i propri progetti, alla fine vinse Sir Charles Barry e nel settembre nel 1834 il parlamento inglese avrebbe avuto la sua nuova torre dell’orologio in stile Gotico. Il supervisore della camera dei comuni che seguiva i lavori era Sir Benjamin Hall da cui si pensa derivi il nome “Big Ben”.

Il 31 Maggio 2023 ha compiuto 166 anni, nel corso degli anni si è spesso fermato per visite di controllo e manutenzione degli ingranaggi. Chiudo gli occhi per qualche secondo e provo ad immaginare operai appesi a 80 metri di altezza: che avventura e che coraggio!

Westminster Abbey

Dall’altra parte, vedrete, invece, il London Eye, la ruota panoramica da cui si può ammirare una vista magnifica sulla città e sul Tamigi. Da qui riprendiamo il cammino e raggiungiamo Westminster, l’abbazia dove sono stati incoronati tutti i sovrani inglesi e luogo di sepoltura di 17 monarchi. Vale la pena entrare nonostante il biglietto d’ingresso sia un po’ caro.

London Eye ruota panoramica

Buckingham Palace

Terminata la visita attraversiamo St. James Park, uno dei parchi più belli di Londra e in pochi minuti raggiungiamo Buckingham Palace, un’altra delle attrazioni principali da vedere a Londra in 3 giorni.

Davanti ai suoi cancelli dotati, i turisti di tutto il mondo si accalcano ogni giorni per assistere al cambio della guardia che si tiene alle 11:00 circa e si conclude verso le 12:00.

L’interno del palazzo è visitabile dal 21 luglio al 2 ottobre attraverso un tour guidato con accesso ai Saloni dello Stato, alle Scuderie Reali, alla Galleria della Regina e a parte del Palazzo.

Buckingham Palace Londra

Piccadilly Circus

La seconda parte della giornata la dedichiamo, invece, a Piccadilly Circus, una delle piazze più famose della City, nonché uno dei must-see di questa guida su cosa vedere a Londra in 3 giorni.

Qui meritano un’occhiata a Regent Street, Oxford street e Carnaby Street, luogo simbolo della Swinging London degli anni Sessanta, che non può assolutamente mancare tra le cose da vedere a Londra in 3 giorni.

Giorno 2: itinerario e mappa di Londra

Per iniziare, eccovi una comoda mappa con itinerario a piedi e tutte le attrazioni principali da visitare a Londra nel secondo giorno:

Cattedrale di St. Paul

Partiamo di prima mattina alla volta della Cattedrale di St. Paul con la sua bellissima cupola. Merita sicuramente una visita anche per la possibilità di vedere lo skyline della City dall’alto e godere di uno dei migliori punti panoramici di Londra.

Attraversiamo il Millenium Bridge, ponte pedonale inaugurato nel 2000, e ci allunghiamo fino allo Shakespeare’s Globe e alla Tate Modern. Anche in questo caso, l’ingresso è gratuito e la collezione molto ricca (le opere sono esposte in ben cinque piani).

Cattedrale di St. Paul a Londra

Millennium Bridge e Tate Modern

A poca distanza, raggiungiamo un famoso ponte, il futuristico Millennium Bridge, lo attraversiamo e ci ritroviamo davanti a due istituzioni della cultura londinese: lo Shakespeare’s Globe, ricostruzione dell’antico teatro di Shakespeare e la galleria Tate Modern, uno dei musei d’arte moderna più importanti al mondo.

Inaugurata nel 2000, al suo interno ospita famose opere contemporanee, dal Surrealismo alla Pop Art, da Pollock a Warhol, fino a Dalì, Monet e Degas. Da non perdere!

Orari: tutti i giorni 10:00-18:00. Costi: ingresso gratuito

Millennium Bridge e Tate Modern

Borough Market

Da qui proseguiamo in direzione Borough Market, uno dei più grandi mercati alimentari della città che si estende sotto e attorno agli archi della ferrovia del London Bridge. Se a questo punto vi è venuta un po’ di fame, questo posto è perfetto per la pausa pranzo!

Orari: lun – gio 10:00 – 17:00; ven – ven 10:00 – 18:00; sab – sab 08:00 – 17:00. Costi: ingresso gratuito

Tower Bridge e Tower of London

Raggiungiamo ora poco più avanti il Tower Bridge, altro simbolo della città, con le sue torri neogotiche ed in pochi minuti arrivo sull’altra sponda del fiume dove l’attrazione principale è la Tower of London, la Torre di Londra, dove sono custoditi i gioielli della Corona.

Il prezzo d’ingresso è di circa trenta euro e la visita richiede un’oretta ma è molto interessante e ne vale la pena!

Orari: da marzo a ottobre mar-sab 9:00-17:30, dom-lun 10:00-17:30 / da novembre a febbraio mar-sab 9:00-16:30, dom-lun 10:00-16:30. Costi: £24,70/€28,10

Tower of London e Tower Bridge

Camden Town

Il pomeriggio abbiamo raggiunto il Quartiere Camden Town, il volto più trasgressivo di Londra. Cosa c’è da vedere? Beh, la prima cosa è godersi l’atmosfera alternativa che si respira in questo quartiere londinese con i suoi frequentatori, alternativi pure loro, e infatti vestiti nei modi più particolari e stravaganti.

Pettinature e tagli assurdi, creste tricolori, abbigliamento extra-punk, tatuaggi, piercing e chi più ne ha più ne metta. Insomma, non vi fate intimorire da quello che vedrete, questa è la normalità a Camden Town.

Da non perdere il Camden Lock Market nel tardo pomeriggio (orari sul sito ufficiale) e per la serata optate per uno dei locali dalle facciate bizzarre di Camden Town, che offrono divertimento e musica dal vivo.

Quartiere Camden Town

Giorno 3: itinerario e mappa di Londra

Per iniziare, eccovi una comoda mappa con itinerario a piedi e tutte le attrazioni principali da visitare a Londra nel terzo giorno:

Museo di Storia Naturale

Un altro splendido museo ad ingresso gratuito: il Natural History Museum di Londra che al suo interno conserva ben 70 milioni di reperti dai minerali ai fossili agli scheletri di dinosauri. L’ingresso è gratuito ma il museo è curatissimo e deve assolutamente rientrare in un itinerario di cosa vedere a Londra in 3 giorni.

Per orari aggiornati e altre info, vi consiglio di visitare il sito ufficiale. Proprio a due passi dal Museo di Storia Naturale, sorge Hyde Park, il parco più grande del centro di Londra e uno dei più famosi in Europa. Non perdertelo, soprattutto nel periodo natalizio in occasione dell’evento Winter Wonderland.

Orari: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle 17:50. Chiuso dal 24 al 26 dicembre. Costi: ingresso gratuito.

Museo di Storia Naturale Londra

Notting Hill e Hyde Park

Tra le cose da vedere a Londra in 3 giorni non può mancare Notting Hill, uno dei quartieri più belli ed eleganti di Londra, famoso per le sue splendide case, le porticine multicolore, i viali alberati, per il celebre film con Julia Roberts e Hugh Grant e per Portobello Road, una strada bellissima, molto frequentata di sabato, quando si tiene il suo colorato mercatino.

Da qui ci spostiamo verso il più grande parco di Londra nonché polmone della città Hyde Park per una bella passeggiata (come se non avessimo già camminato abbastanza) e per respirare aria fresca, immersi nel verde.

Notting Hill e Hyde Park Londra

Kensington Palace

Da visitare anche il Kensington Palace, alla fine del parco, residenza reale per oltre 300 anni e la cui visita offre un viaggio indietro nel tempo scoprendo i segreti degli ultimi Stuart regnanti e la stravaganza dei monarchi.

Una parte del palazzo è dedicato alle tendenze della moda dei reali nel 20mo secolo con un collezione di abiti delle regine e delle principesse Margaret e Diana. Prima di andare via, facciamo un salto da Harrods con un proposito ben chiaro in mente: guardare senza comprare!

Orari: da marzo ad ottobre dalle ore 10:00 alle 18:00 / da novembre a febbraio: dalle ore 10:00 alle 16:00. Costi: £16£/€18,10

Kensington Palace a Londra

The Shard

Qui si trova anche lo Shard, l’edificio più alto in Europa, dotato di una bellissima una terrazza panoramica ad un’altezza di 244 m da cui si può godere una splendida vista.

Qui terminano purtroppo la mia visita e i miei consigli. Londra è una fonte inesauribile di scoperte e meraviglie per cui ci sarebbe ancora così tanto da esplorare ma sono sicura che questo non è un addio, solo un arrivederci.

Orari: da giovedì a sabato dalle ore 10:00 alle 22:00 (accesso fino alle 20:30) / da domenica a mercoledì: dalle ore 10:00 alle 19:00 (accesso fino alle 17:30). Chiuso il 25 dicembre. Costi: £32£/€36,10

Vista al tramonto da The Shard a Londra

Visitare Londra low cost

Dopo aver scoperto cosa vedere a Londra in 3 giorni, ecco altri consigli pratici per organizzare al meglio la vostra visita e per risparmiare:

London Pass: un pass da 1, 2, 3, 4, 5, 6 o 10 giorni che include un tour in autobus hop-on hop-off di 1 giorno che consente di visitare oltre 85 attrazioni di Londra come la Torre di Londra e l’Abbazia di Westminster. Potete acquistarlo online cliccando qui

Tour guidati di Londra: per visitare bene Londra non basterebbero mesi, però, se il tempo stringe e non vogliamo rinunciare alla visita dei luoghi simbolo della capitale inglese, affidarsi ad una guida turistica locale semplifica al massimo spostamenti e tappe. Civitatis offre un ottimo free tour di Londra in italiano, totalmente gratis, in compagnia di una guida locale.

Musei gratuiti o a basso costo: alcuni musei di Londra offrono ingresso gratuito o sconti in determinati giorni della settimana. Fate una ricerca online per scoprire quali sono queste offerte.

Dove mangiare a Londra: Londra è una delle capitali europee più costose per alloggi, trasporti e anche per il vitto. Non mancano, però, posticini dove poter mangiare bene, spendendo poco tra ristoranti asiatici, pub, street food. Provate, ad esempio, i burger di Honest Burger a Covent Garden o di Camden Head a Camden Town. Belli e buoni! E non dimenticate di provare l’immancabile fish and chips! Altro indirizzo: l’Hobson’s Fish and Chips a Soho.

Altre cose da fare a Londra in 3 giorni

Visitare Londra in tre giorni può essere una sfida: le cose interessanti da vedere e fare nella città sono davvero tante. Scegliete le vostre preferite anche tra queste:

Spettacoli e musical: Prenotate biglietti per un famoso musical del West End come “Il Fantasma dell’Opera”, “Les Misérables” o “Il Re Leone”. In alternativa, potete partecipare a uno spettacolo teatrale o visitare il museo di Shakespeare.

Tour guidati a tema: Partecipate a un tour a tema, come un tour sui Beatles, Sherlock Holmes o Jack lo Squartatore oppure un tour di street art nel quartiere di Shoreditch.

Mercati di strada: Esplorate i vari mercati di Londra, come Camden Market, Borough Market e Portobello Road Market.

Noleggio di biciclette: Scoprite la città in bicicletta utilizzando il servizio di noleggio biciclette di Londra, conosciuto come “Boris Bikes“.

Visita a una birreria: Provate alcune delle birre artigianali locali in una birreria londinese.

Vita notturna a Soho: Esplorate i bar, i club e i locali notturni del vivace quartiere di Soho.

Tè pomeridiano: Prenotate una sessione di tè pomeridiano in un hotel lussuoso.

Gita nei dintorni: Organizza una gita nei dintorni per scoprire altre città vicino Londra, ci sono molte opzioni interessanti a breve distanza dalla città.

Visitare Londra: info generali

Iniziamo subito a conoscere la nostra destinazione, con qualche informazione pratica (alla fine del post troverete altri consigli utili per organizzare il viaggio). Per entrare nel Regno Unito è sufficiente il passaporto o la carta d’identità valida per l’espatrio.

Non sono necessari visti. La valuta in corso è la Sterlina. Si parla inglese.

Il Greenwich Mean Time (GMT) dell’Italia rispetto a Londra è +1. Quindi, a Londra hanno un’ora indietro rispetto a noi. Per chiamare da Londra verso l’Italia, dovete inserire il prefisso internazionale +39 seguito dal numero fisso o dal cellulare mentre per essere chiamati, bisogna inserire il prefisso è 0044.

Per acquisti, ricordate che i negozi sono aperti dalle 09 alle 17.30, dal lunedì al sabato. Si parla la lingua inglese.

Assicurazione – per viaggiare in sicurezza, meglio avere un’assicurazione di viaggio! Per voi uno sconto del 10% ➔ Assicurazione Heymondo

Come arrivare a Londra dall’Italia

Per arrivare a Londra dall’Italia, avete diverse opzioni di trasporto, tra cui l’aereo, il treno, l’autobus o la macchina. Ecco un riepilogo delle principali opzioni:

Aereo: La via più comune per raggiungere Londra dall’Italia è prendere un volo diretto per uno degli aeroporti londinesi, come l’Aeroporto di Heathrow (LHR), l’Aeroporto di Gatwick (LGW), l’Aeroporto di Stansted (STN), l’Aeroporto di Luton (LTN) o l’Aeroporto di London City (LCY). I voli diretti sono disponibili da molte città italiane, tra cui Roma, Milano, Venezia e Napoli. Il tempo di volo varia a seconda della città di partenza, ma generalmente è di circa 2-3 ore.

Una volta atterrati, vi basterà prendere il treno, il bus se atterri a Stansted o un transfer aeroportuale per raggiungere il centro città. Da qui potrete muovervi a piedi oppure per utilizzare i mezzi pubblici, molto efficienti (metropolitana, tram e autobus) o i bus turistici per raggiungere le varie attrazioni ma anche le città vicine.

Per quanto riguarda la Oyster Card, il biglietto della sola card costa £ 7 non rimborsabili più le successive ricariche, disponibile sia online che nelle stazioni della metropolitana e sicuramente più conveniente rispetto ai biglietti singoli, se conti di usare spesso la metro, ma anche autobus londinesi e battelli.

Treno: Se preferite viaggiare via terra, potete prendere un treno Eurostar da Parigi o Bruxelles fino alla Stazione di Londra St Pancras International. Tuttavia, per raggiungere Parigi o Bruxelles da molte città italiane, dovrete effettuare un cambio di treno.

Auto: Se avete tempo a disposizione e desiderate esplorare l’Europa in auto, potete guidare fino a Londra dall’Italia attraverso il Tunnel sotto la Manica o prendendo i traghetti per attraversare il canale.

Noleggiare un’auto può essere comodo se arrivate in aereo ma, oltre alla città, avete in programma un viaggio on the road che vi consenta di visitarne i dintorni. Vi consiglio il sito Discovercars, affidabile e con prezzi competitivi.

Assicuratevi di essere a conoscenza delle regole di guida e dei requisiti per l’ingresso nel Regno Unito prima di partire

Tour ed escursioni a Londra

Dove dormire a Londra

Londra è molto vasta per cui le zone dove alloggiare possono essere tante, ma anche quelle da evitare. Sicuramente l’ideale è prenotare un hotel vicino alle attrazioni e alle fermate della metro per rendere agevoli gli spostamenti.

E se volete conoscere le zone migliori (e peggiori) e avere qualche suggerimento sugli hotel e gli alloggi consigliati, potete dare un’occhiata questo post su dove dormire a Londra con tanti suggerimenti utili, soprattutto se è il vostro primo viaggio nella City.

Altre offerte di alloggio a Londra:



Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.