Dintorni di Parigi: cosa fare e vedere a un’ora dalla capitale francese

Un viaggio nella capitale francese è un’esperienza unica. Il suo fascino raffinato, la sua cucina celebre in tutto il mondo e poi i suoi musei da visitare almeno una volta nella vita. Ma un viaggio a Parigi può essere anche l’opportunità per concedersi qualche giornata in più e visitare località alternative a non più di un’ora di treno dalla metropoli. Sto parlando di luoghi che meritano una visita per le suggestioni che offrono al viaggiatore, per la quiete delle location in cui si trovano o più semplicemente per tutti coloro che vogliono esplorare i dintorni di Parigi per scoprire la capitale da un punto di vista nuovo e alternativo.

Il villaggio di Barbizon

A sud di Parigi il villaggio di Barbizon sorge come d’incanto dalle propaggini della Foresta di Fontainebleau,un museo a cielo aperto rimasto intatto nelle sue pittoresche abitazioni e nelle vie acciottolate che si snodano dal suo centro. Un incanto che nell’Ottocento ha attratto un gran numero di artisti che qui dipingevano nella quiete bucolica del borgo. Ancora oggi l’albergo Ganne fa bella mostra di sé nel centro del villaggio. Nelle sue camere hanno dormito pittori del calibro di Theodore Rousseau, Jean-Baptiste Camille Corot e Charles-François Daubigny che dettero vita alla celebre Scuola di Barbizon, impegnata in una rappresentazione autentica del reale.

Versailles

Una menzione d’onore va fatta anche alla splendida Versailles, località storica entrata a far parte dell’immaginario di storici, artista e viaggiatori. La Reggia di Versailles, di cui ho parlato qui, mi ha ricordato le ambientazioni di Lady Oscar e i riferimenti a Maria Antonietta sono palpabili in tutti gli angoli della proprietà. La reggia richiederebbe una visita di diversi giorni, ragion per cui se avete poco tempo consiglio di soffermarvi solo sui dettagli, dalla maestuosa Galleria degli Specchi all’elegante palazzo del Gran Trianon, senza dimenticare i giardini e l’orto botánico della residenza, fiore all’occhiello di tutta la reggia.

Chantilly

I dintorni della capitale francese offrono inoltre una collezione unica di castelli così sontuosi e ricchi di storia, così raffinatamente decorati che rappresentano un meta imperdibile per una gita fuori città. Il castello di Chantilly si trova a nord di Parigi e ospita al suo interno una collezione di opere d’arte, libri antichi e mobili che è diventata col tempo il museo Condé: uno dei più importanti di Francia.

Fontainebleau

Altra visita che ritengo sia imprescindibile è il castello di Fontainebleau è una magnifica reggia che ha ospitato figure importanti della storia francese:da Francesco I a Napoleone III. Con le sue 1900 stanze e i suoi diversi stili architettonici rappresenta una meta imperdibile per gli amanti dell’arte e dell’architettura. Consiglio poi ai viaggiatori in visita al villaggio di Barbizon di concedersi una passeggiata lungo gli itinerari ben segnalati che attraversano la foresta di Fontainebleau. Un’esperienza unica a contatto con la natura che apprezzerete sicuramente.

Enghien-les-Bains

I dintorni della capitale possono rivelarsi un’opportunità seducente per dedicare una giornata all’insegna del relax e del divertimento. Un’accoppiata vincente, è proprio il caso di dirlo, che possiamo cogliere nella cittadina di Enghien-les-Bains dove a due passi da Parigi scopriamo il sontuoso Casinò Barrière e le rigeneranti acque sulfuree dei suoi bagni termali. Seguendo una vocazione turistica diffusasi fin dal Settecento e che avrebbe raggiunto il suo apice nell’Ottocento, il casinò e le terme continuano ancora oggi ad attrarre turisti. Il Casinò Barrière recentemente ha anche ospitato il Poker Stars Festival riunendo campioni del passato e del futuro della scena nazionale francese.

Giverny

Gli amanti dell’arte potrebbero proseguire verso nord in direzione Giverny, villaggio a soli settanta chilometri dalla capitale francese, il cui nome è legato indissolubilmente a uno dei maestri dell’Impressionismo, tanto da essere soprannominato la città di Monet. La casa del pittore è ancora oggi visibile anche prendendo parte ad un bus tour guidato in autobus da Parigi e tanti sono gli appassionati d’arte che ogni giorno arrivano in questo luogo capace di emozionare il viaggiatore provocando le stesse suggestioni di un tempo.

All’interno della casa museo possiamo ammirare le stampe giapponesi di cui Monet era un grande appassionato e all’esterno il giardino ci accoglie con i profumi e i colori di iris, peonie e ninfee. Gli stessi fiori così magistralmente immortalati da Monet nei suoi dipinti. Altri luoghi da visitare a Giverny sono il Musée des impressionnismes e soprattutto l’Hotel Baudy dove si riunivano i maestri dell’Impressionismo.

Rueil-Malmaison

Alle porte di Parigi incontriamo poi, nella cittadina di Rueil-Malmaison, il castello di Malmaison circondato da un imponente parco in cui Giuseppina Bonaparte poté soddisfare appieno la sua passione per la botanica coltivando una grande varietà di rose e piante esotiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.