Luca e Danilo: viaggiare il mondo in carrozzina per sfidare la disabilità

Gli eventi sulla tematica del “viaggio accessibile”, a cui ho preso parte in questi anni, mi hanno insegnato molte cose, che la vita è sempre un dono meraviglioso, che dovremmo ringraziare ogni giorno per le cose che abbiamo e che possiamo fare, che una disabilità non costringe automaticamente ad una vita solitaria e infelice: la forza di volontà e la determinazione prevalgono sui limiti oggettivi che essa comporta.

Lo dimostrano i tanti viaggiatori disabili che riescono ad organizzare viaggi spettacolari e a spostarsi in carrozzina in tutto il mondo, documentando le loro imprese sui propri blog e social. Tra questi ci sono anche due amici di lunga data, Luca e Danilo che insieme hanno dato vita ad un progetto di viaggio davvero ambizioso, “Viaggio Italia”, lanciato in collaborazione con Lufthansa e altri partner a supporto del progetto.

Attraverso il progetto “Viaggio” Italia, Luca e Danilo hanno voluto trasmettere, guardando il mondo da una prospettiva nuova, la loro visione della vita, del viaggio e della disabilità e hanno mostrato concretamente come sia possibile, dotandosi di coraggio e amore per la vita, affrontare e superare sé stessi e i propri limiti, facendo ricorso alle passioni di sempre, ai sogni, al desiderio di felicità e dotandosi di pazienza e coraggio.

Forti di questa filosofia e con l’ottimismo che da sempre li contraddistingue, Luca e Danilo hanno così iniziato a viaggiare e tuttora viaggiano in Italia e per il mondo nella loro carrozzina, dando vita ad avventure meravigliose e di grande ispirazione per tutti e a questo progetto ambizioso che unisce viaggio, sport, musica e solidarietà e che nel corso del 2018 li ha portati fino in Brasile, India e Kenya.

Nei loro viaggi, però, Luca e Danilo non hanno viaggiato da semplici turisti ma si sono impegnati in numerose attività solidali ed imprese sportive incredibili, dalla scalata del passo del Khardung La, In India, una delle strade carrozzabili più alta al mondo, alla visita dello slum dei ragazzi dell’Unità spinale, a Nairobi, alla scoperta della natura selvaggia della savana, percorrendo con la Jeep e a piedi il Parco Nazionale di Tsavo, il più grande e antico del Paese.

Dai un’occhiata a questo video per vederli in azione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.