Come arrivare e cosa vedere a Comino, l’isola della Laguna Blu

Ho deciso di inserire Comino tra le tappe del mio itinerario di una settimana a Malta fin dall’inizio. Una delle cose che ormai sognavo da tempo, dopo le tante foto e i video che avevo visto su Internet, era quella di poter trascorrere una giornata qui su quest’isoletta e immergermi nel suo azzurro mare caraibico. Così, una mattina l’abbiamo fatto. Ci eravamo informati su come arrivare e cosa vedere ed abbiamo trascorso delle ore magiche stesi a prendere il sole, a passeggiare, ammirare il panorama e ovviamente fare il bagno! 

Comino, l’isola della Laguna Blu

Comino si trova tra Malta e Gozo ed è famosa soprattutto per la sua “Laguna Blu”, una vera e propria piscina di acqua salata che rappresenta anche la principale attrazione dell’isola. In realtà, prima della seconda guerra mondiale questo era tutto fuorché un luogo in cui avreste voluto soggiornare. I Cavalieri dell’Ordine la utilizzavano come avamposto di difesa, i pirati come base per i loro spostamenti e le loro scorribande nel Mediterraneo. Oggi Comino è tornata quella che era in origine, un piccolo paradiso in cui rifugiarsi dal caos e dallo stress delle nostre vite frenetiche.

Come arrivare sull’isola di Comino

L’isola di Comino è davvero facile da raggiungere sia da Malta che da Gozo. Tutti i giorni e più volte al giorno troverete dei comodi traghetti che collegano queste due isole con Comino. Da Malta basta raggiungere Cirkewwa, il punto più settentrionale di Malta ed imbarcarsi su uno dei tanti battelli giornalieri che effettuano la tratta oppure in alternativa salire su un gommone “express”, che è un po’ più caro rispetto al traghetto ma vi consentirà di raggiungere il molo di Comino in pochi minuti.  Da Gozo, invece, i traghetti partono dal Porto di Mġarr nella parte orientale dell’isola.

Gita alle Caverne e Grotte di Comino

Se optate per il traghetto, il viaggio dura circa mezz’oretta e il biglietto a/r ha un costo di 10 euro per gli adulti e di 5 euro per bambini. Inoltre, al ritorno rispetto al gommone è inclusa una gita alle Caverne di Comino anche conosciute come Grotte di Santa Maria, che regalano uno spettacolo di colori davvero straordinario e tra le loro insenature  nascondono chissà quante affascinanti storie di galeoni e velieri. I traghetti sono frequenti e partono ogni ora ma prima di partire consultate gli orari: l’ultima corsa per il rientro è alle 18 d’estate e alle 15:30 in inverno! 

Cosa fare sull’isola di Comino

Tutto e niente. Nel senso che se consideriamo tra le cose da fare a Comino il fatto di starsene a mollo in acqua o stesi a prendere il sole direi che avete trovato il modo di trascorrere la giornata. Se, invece, vi interessa qualche attività specifica alternativa potreste dedicarvi allo snorkeling, al windsurf, a un’escursione dell’isola come ho fatto io oppure al bird watching. L’isola di Comino infatti, oltre ad essere un paradiso per i bagnanti di tutto il mondo, è anche un’importante riserva faunistica per gli uccelli.

Cosa vedere sull’isola di Comino

Questa è una delle poche volte che posso dire di un luogo con serenità che non c’è molto da vedere, essendo una piccola isola disabitata conosciuta proprio per la sua tranquillità e isolamento. Tuttavia, da buona viaggiatrice curiosa che non riesce a star ferma, potevo non trovare qualcosa da vedere anche a Comino? E allora mi sono avventurata in un trekking dell’isola durante il quale, oltre ai meravigliosi scorci marini e naturalistici, ho visto anche la Torre di Santa Maria, nella parte sud-est dell’isola, costruita dal Gran Maestro Alof de Wignacourt dei Cavalieri Ospitalieri nel 1618.

E dopo Comino, se non l’avete ancora fatto, non dimenticate di trascorrere anche un giorno a Gozo, ne vale la pena!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.