La ragione principale che spinge turisti e visitatori ad organizzare un viaggio a Formentera sono le sue bellissime spiagge. Tuttavia, ci sono piccoli gioielli nascosti anche nell’entroterra che meritano ugualmente una visita. Uno di questi è il pueblo di Sant Francesc Xavier, capitale dell’isola, un piccolo villaggio di circa 3000 abitanti eppure dal grande fascino mediterraneo. Passeggiando attraverso le stradine e i palazzi di Sant Francesc Xavier non sarà difficile percepire l’atmosfera di pace e magia che li avvolge, anche quando arriva l’estate e con lei folle di turisti scatenati. A me sono bastati davvero solo pochi minuti per innamorarmi di questo angolo incantato di Formentera e sono sicura che per voi sarà lo stesso.

5 cose da fare a Sant Francesc Xavier

1. Attraversare Plaça de la Constitució

Il nucleo principale intorno a cui sorge il villaggio di Sant Francesc Xavier è a graziosa Plaça de la Constitució. Qui si trovano il Municipio, un edificio bianco, semplice, non alto eppure molto elegante, evidente esempio dell’architettura isolana. La piazza è il vero centro nevralgico della cittadina anche per un altro motivo: la presenza della Chiesa di Sant Francesc. Di questa chiesa parrocchiale, costruita nel XVIII° secolo, colpisce l’aspetto originale, essendo completamente priva di finestre. Il motivo non è estetico ma funzionale. La Chiesa di Sant Francesc, infatti, fin dall’anno della sua inaugurazione, nel 1738, venne utilizzata anche come fortezza e luogo di protezione per la popolazione civile, costretta a difendersi dai frequenti attacchi dei pirati che saccheggiavano Formentera e la depredavano di ogni suo bene.

2. Visitare la cappella Sa Tanca Vella

Tra le cose da fare a Formentera non può mancare anche una visita a Sa Tanca Vella, la cappella cattolica più antica dell’isola, costruita nel 1336, cento anni dopo la conquista cristiana di Guillem de Montgrí, in onore di San Valerio e anticamente chiamata appunto Cappella di Sant Valero. Come per la Chiesa, anche la Cappella Sa Tanca Vella non ha finestre e serviva come rifugio durante gli attacchi dei pirati. Le sue piccole dimensioni e l’architettura semplice non fanno pensare ad un edificio particolarmente rappresentativo eppure è un’importante testimonianza del periodo romanico in Europa. Nel XVIII secolo, a seguito del popolamento dell’isola, la cappella di Sa Tanca Vella fu abbandonata e sostituita  dalla nuova chiesa di San Francesc Xavier, di cui vi ho parlato prima.

3. Girare tra negozietti e mercati

Una delle caratteristiche più affascinanti di Sant Francesc Xavier sono i suoi negozietti, le botteghe e soprattutto i suoi mercatini dove poter acquistare souvenir e ogni tipo di oggetto e accessorio prodotto dagli artigiani locali che espongono le proprie creazioni, compresi tessuti e gioielli. Ce ne sono diversi: il mercato hippie dell’artigianato, al centro della piazza principale, uno dei più frequentati dell’isola, è aperto al mattino, tutti i giorni (tranne la domenica) dalle 10 alle 14, da maggio a ottobre; il mercatino delle pulci, alle spalle della chiesa, invece, viene allestito tutto l’anno il martedì e il sabato, sempre dalle 10 alle 14 e, come ogni mercatino delle pulci degno di questo nome, si può trovare veramente di tutto.

4. Mangiare su una terrazza all’aperto

Sant Francesc Xavier, nonostante le sue dimensioni contenute, è in realtà il più grande centro abitato di Formentera e la grande quantità e varietà di bar e ristoranti dimostra il suo ruolo centrale e l’attrattiva turistica che ricopre nell’isola. Non può mancare, quindi, tra le cose da fare a Sant Francesc Xavier, una sosta rilassante in uno dei suoi tanti locali, eleganti, tradizionali o alla moda, molti dei quali famosi per le loro splendide terrazze all’aperto. Qui, già dalla primavera e poi nelle calde sere d’estate, vale la pena, tra una passeggiata e l’altra, fermarsi per mangiare o per fare un aperitivo a base di cerveza e tapas e ammirare la vista, godendosi il ritmo più lento della vita isolana.

5. Raggiungere il faro Cap de Barbaria

Ad appena 10 minuti di auto (mezz’oretta a piedi) da San Francisco Javier, si trova il faro di Cap de Barbaria, famoso per essere uno dei migliori spot dell’isola di Formentera da cui poter ammirare un eccezionale tramonto. Gli appassionati di fotografia, non faranno fatica a portarsi a casa degli scatti eccezionali, vista anche l’ambientazione affascinante di questo luogo, circondato da incredibili scogliere e una vegetazione selvaggia. Nei pressi del faro, lungo  si trova anche Cova Foradada, un semplice buco nella roccia in cui si può, però, scendere con una scaletta improvvisata per entrare e scoprirne la piccola grotta “bucata” al suo interno. Da qui, grazie al “balcone” panoramico che affaccia sul mar Mediterraneo, si diventa testimoni di un panorama davvero spettacolare, difficile da descrivere a parole!

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.