Porto San Paolo: borgo e spiagge con vista su Tavolara

Porto San Paolo: borgo e spiagge con vista su Tavolara

Porto San Paolo, un incantevole borgo marinaro situato nel nord-est della Sardegna, costituisce un’accogliente fusione con il paesino di Loiri, nell’entroterra, formando l’entità conosciuta come Loiri Porto San Paolo.

Porto San Paolo si distingue per la sua posizione privilegiata di fronte alle splendide isole di Tavolara e Molara, facilmente raggiungibili in pochi minuti di navigazione tramite un comodo servizio navetta dal porticciolo.

Originariamente un centro per pescatori, Porto San Paolo si è trasformato nel tempo in un affascinante villaggio turistico, famoso per le sue bellissime spiagge. Ma scopriamo cosa vedere a Porto San Paolo e quali sono le spiagge più belle insieme in questo articolo!

Porticciolo di Porto San Paolo

Il porticciolo di Porto San Paolo è per molti la prima tappa del viaggio. Da qui, da metà luglio a fine agosto, partono regolarmente traghetti giornalieri diretti all’isola di Tavolara. Impiegano circa 15 minuti per raggiungere l’isola.

Tuttavia, se non avete abbastanza tempo è possibile ammirare Tavolara anche dal mare, partecipando ad escursioni in gommone, gite in barca o crociere con snorkeling, in partenza da Porto San Paolo.

In serata, il porticciolo diventa una meta ideale per una rilassante passeggiata, magari godendo di uno splendido tramonto sulle acque. La presenza di bar e locali nelle vicinanze consente ai visitatori di immergersi nell’atmosfera locale e gustare prelibatezze tipiche.

Area Marina Protetta di Tavolara

Con 15mila ettari di mare e una costa di 40 chilometri, l’area è parte integrante dell’area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo in cui si alternano spiaggette, splendide acque turchesi e la vista su Tavolara, Molara e Molarotto, isole simbolo dell’area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo.

Il Parco Marino è stato creato con l’obiettivo principale di preservare la biodiversità e l’equilibrio ambientale lungo la suggestiva costa nord-orientale della Sardegna, considerata tra le più affascinanti della costa tirrenica. Parallelamente, si promuovono politiche di fruizione turistica, culturale, didattica e ricreativa, mantenendo un approccio compatibile con la protezione della natura e del paesaggio.

Per maggiori info, date un’occhiata al sito ufficiale amptavolara

Spiagge di Porto San Paolo

Cala Ghilgolu rappresenta una tappa imperdibile, con la sua sabbia color ocra, un mare cristallino dai toni turchesi. Alle spalle della zona costiera, si trova lo stagno, uno dei tanti di questa bella riserva marina protetta. Distante pochi minuti di auto, infatti, se ne può già vedere un altro, a ridosso dell’ampia spiaggia di Cala Girgolu, dove ci spostiamo per la seconda sosta del nostro itinerario.

Frequentato da numerose specie di uccelli, lo Stagno di Cala Girgolu è aperto verso il mare che, grazie ai suoi bassi fondali, è perfetto per famiglie con bambini. Anche da qui si può ammirare uno splendido panorama, tra i più belli della costa di San Teodoro.

stagno_cala_girgolu_san_teodoro

Tra le spiagge imperdibili vi segnalo anche la spiaggia di Porto Taverna che, inserita in un piccolo golfo di rara bellezza, proprio di fronte all’isola di Tavolara, regala paesaggi da cartolina e fotografie strepitose, quelle che di solito si mostrano con orgoglio agli amici di ritorno da una vacanza.

porto_taverna_tavolara_area_marina_protetta

A me è piaciuta anche Cala Finanza, un paradiso per gli amanti dello snorkeling, che si trova a breve distanza dal porticciolo attraverso una strada sterrata. Dopo percorrere alcuni metri, si svela una caletta selvaggia con una vista suggestiva su Tavolara.

La spiaggia, seppur stretta e con poca sabbia, si rivela poco adatta ai bambini, ma si trasforma in un paradiso per gli appassionati di snorkeling. Le acque cristalline ospitano una varietà di pesci, creando un ambiente perfetto per esplorare la vita marina.

Porto San Paolo: escursioni e attività

Trekking ai Sassi Piatti

Tra le cose da fare all’Isola di Tavolara e nell’area marina protetta di Tavolara Punta Coda Cavallo, a nord della spiaggia di Cala Girgolu, ci sono anche i famosi Sassi Piatti, incredibili scogliere granitiche rese “piatte”, appunto, dall’azione del vento, da sempre assiduo frequentatore di questa zona della Sardegna. 

cala_girgolu_sassi_piatti_trekking

Ci si arriva a piedi, dopo aver parcheggiato appena fuori al complesso di abitazioni private (in cui il transito è riservato ai soli residenti). Pur trattandosi di un itinerario di trekking leggero, il percorso ai Sassi Piatti richiede una certa capacità e abilità di movimento visto il continuo saliscendi lungo la scogliera granitica e le varie calette che si susseguono una dopo l’altra, dopo ogni tratto di costa. 

cala_girgolu_sassi_piatti_trekking_tavolara

Quindi, se volete andarci, lasciate a casa gli infradito e indossate comode scarpe da ginnastica, evitate le ore più calde della giornata e calcolate i tempi in modo da riuscire a rientrare prima del buio.

Tour di paesini e chiese

Il territorio di Porto San Paolo vanta anche numerosi borghi affascinanti di notevole valore storico e architettonico. Tra le frazioni più significative spiccano Santa Giusta, Enas, Trudda, Montilittu, Azzanì e Zappallì. Ad Azzanì, la visita alla chiesa di San Michele è un’esperienza affascinante, mentre a La Sarra, l’edificio bianco e grazioso dedicato alla Madonna della Pace cattura l’attenzione.

A Montelittu, i fedeli venerano il Santo Pastore spagnolo Pasquale Baylon, mentre a Vaccileddi la chiesa di S. Antonio, dai toni delicati di rosa e bianco, si erge contro lo sfondo delle colline granitiche. La chiesa campestre di Santa Giusta e San Biagio, circondata dai tipici agglomerati urbani della campagna gallurese, domina la frazione di Santa Giusta. Infine, ad Enas, la chiesetta di San Pietro, lungo la via principale, offre una vista suggestiva sulla vallata sottostante.

Lu Camini di li Falchi

Imperdibile per gli appassionati di passeggiate ed escursioni è Lu Camini di li Falchi, un percorso di circa 4 ore e mezza lungo un sentiero non difficile ma da affrontare con saggezza. È il tracciato più impervio ed esteso dell’intero territorio comunale di Loiri Porto San Paolo, estendendosi per 11 km e offrendo splendide vedute e una natura incontaminata.

Il percorso comprende le tappe da Porto San Paolo a Tiriddò e da Tiriddò a La Castagna.Questo itinerario coniuga attività fisica e leggenda, poiché il suo nome sembra derivare dal culto dei racconti del focolare (li conti di lu fuchili), che intrattenevano i vivaci bambini incatenati dalle storie che prendevano vita quasi come realtà. La leggenda narra di un anziano che raccontava ai nipoti la storia mistica e reale del suo nonno, conosciuto come il falco cieco (Lu Fancu Cecu).

Dove dormire a Porto San Paolo

Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.