Naturehouse: case vacanza per dormire nella natura e ritrovare se stessi

Il viaggio è sempre una fonte inesauribile di ispirazione, scoperte e conoscenza, qualunque sia la destinazione. Non si può negare, però, che alcune mete così come alcune tipologie di viaggio e di alloggio si prestano meglio ad un percorso di crescita personale e auto-miglioramento. Ad esempio, un viaggio a contatto con la natura può rivelarsi davvero utile per liberarsi dalla fretta, dai condizionamenti e dalle pressioni della quotidianità e ritrovare se stessi. Da questa filosofia, nasce il progetto Naturehouse, grazie al quale il sogno di molti di dormire completamente immersi nella natura è diventato realtà. Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Il progetto Naturehouse

Naturehouse è il primo portale di prenotazione di case vacanze nel verde, in cui è possibile trovare migliaia di strutture in tutta Europa per dormire immersi nella natura. In realtà, c’è molto di più. Si tratta, infatti, di un progetto ambizioso di due fratelli, Tim e Luuk, con il sogno comune di aiutare le persone a ritrovare se stesse, recuperando il rapporto con la natura. riconnettere gli uomini con la natura. L’idea è arrivata nel 2009 proprio durante un viaggio, in Spagna. Erano alla ricerca di un alloggio “lontano dalla massa” dove dedicarsi al birdwatching e si sono ritrovati a dormire in un cottage in mezzo al bosco. L’emozione che questa esperienza ha scatenato li ha spinti a trovare un modo per aiutare gli altri a provare lo stesso stato d’animo, entrando in contatto con l’intensa bellezza del mondo animale e vegetale ed è così che nasce Naturehouse.

Case nella natura in tutta Europa

Le case nella natura proposte da Naturehouse si trovano in tutta Italia e anche in Europa, distribuite tra Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Francia, Germania, Svezia e Portogallo per un totale di oltre 12.000 strutture sostenibili. La scelta è molto vasta. Ci sono tante tipologie diverse di case nella natura, dai rifugi d’alta quota alle case in legno sospese in mezzo al bosco, tutte perfette per staccare la spina, ritrovare se stessi e riconnettersi con Madre Terra. Per ogni paese, c’è la possibilità di scegliere una regione specifica. Ad esempio, per dormire in una casa nella natura in Francia, si può spaziare tra regioni come l’Aquitania, i Pirenei, la Provenza, la Borgogna ecc. A prescindere dalla caratteristiche individuali, comunque, tutte le case sono immerse nella natura, fuori dai grandi parchi turistici e lontane dalle zone affollate.

Una vacanza adatta a tutti

A prima vista, la mission di Naturehouse farebbe pensare ad una tipologia di vacanza riservata soprattutto ad amanti del trekking, dell’avventura, esploratori solitari con la passione per gli itinerari naturalistici ma non è così. Il progetto vuole essere inclusivo a tutti gli effetti e coinvolgere ogni tipo di viaggiatore, dagli amici, alle coppie e persino alle famiglie che viaggiano insieme ai loro bimbi che intendono dedicarsi al loro hobby preferito oppure semplicemente che hanno voglia di trascorrere del tempo nella quiete e nella tranquillità della natura.

Prenotazione online in pochi click

Prenotare una casa nella natura con Naturehouse richiede pochi click. La presenza di un comodo motore di ricerca interno consente, infatti, di filtrare i risultati della ricerca in modo davvero semplice ed intuitivo. Una volta insieriti i principali come Destinazione, Data di arrivo, Data di partenza, numero di persone, numero minimo di camere da letto richieste, viene mostrato un elenco di offerte rispondenti ai requisiti, corredate di scheda descrittiva e tantissime foto, oltre che l’indicazione prezzo. Come ho scritto prima, la tipologia di case vacanza disponibili è molto diversificata e, sempre utilizzando il filtro della ricerca, si può scegliere tra bungalow, cottage, villette, glamping e il tradizionale bed & breakfast.

Un nuovo albero per ogni soggiorno

Oltre ad essere una piattaforma di prenotazione di case vacanza e a sostenere lo sviluppo di un turismo sostenibile, Naturehouse lavora in modo concreto per aiutare il pianeta con un’iniziativa molto interessante. Per ogni pernottamento prenotato sulla piattaforma, infatti, si impegna a piantare un albero in Africa (Madagascar, Tanzania e Burkina Faso)! Sono ormai convergenti i risultati degli studi sulla sostenibilità che hanno rilevato l’importanza degli alberi e di quanto sia utile piantare gli alberi per combattere i cambiamenti climatici. Così, finora sono già stati sovvenzionati più di più di 715.000 alberi, piantati dalla popolazione locale, e l’obiettivo per il 2021 è quello di raggiungere un milione di alberi. Che ne dite, proviamo a dargli una mano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.