Cosa vedere a Philadelphia in un giorno per una gita fuori New York

Cosa vedere a Philadelphia in un giorno se, purtroppo, è tutto il tempo che hai disposizione? Tranquilli, questa bellissima città della Pennsylvania si presta benissimo come gita fuori New York poiché le attrazioni principali si possono raggiungere tutte tranquillamente a piedi. In questo articolo vi spiegherò cosa vedere a Philadelphia in un giorno e vi darò anche qualche consiglio su come arrivare da New York e come muovervi in città per godervi al meglio la visita, senza tralasciare i luoghi più importanti.

Philadelphia in un giorno: consigli utili

Come arrivare a Philadelphia

Non essendo automuniti, abbiamo abbiamo optato per l’autobus anche il per il prezzo molto vantaggioso che rendono lo spostamento da New York a Philadelphia in bus una delle soluzioni preferite dai turisti. Tra le compagnie che servono questa tratta, io ho scelto la compagnia Greyhound che ha circa 17 corse giornaliere e, prenotando online, il viaggio a/r per due persone ci è costato 46 dollari. Gli autobus partono dal Port Authority Bus Terminal sulla 8th Avenue, impiegano circa 2 ore per arrivare a Philadelphia e di solito vi lasciano al Greyhound Terminal, nei pressi del quartiere di Chinatown.

Come muoversi a Philadelphia

Noi ci siamo spostati sempre a piedi anche perché era una bella giornata e non ci dispiaceva camminare. Tuttavia la rete di trasporti di Philadelphia è molto efficiente e comodo. Metro, autobus e tram infatti hanno un unico sistema tariffario e il biglietto per una singola corsa, indipendentemente da quale scegliate, è sempre di 2,25 dollari. In alternativa potreste anche acquistare il SEPTA One-day Convenience Pass alle macchinette automatiche nelle stazioni della metro. Costa 8 dollari e include 8 corse giornaliere, quindi in sostanza rappresenta un risparmio poiché pagate ogni corsa 1 dollaro.

Itinerario a piedi e luoghi principali

Chinatown e l’arco dell’amicizia

La prima più logica tra le cose da vedere a Philadelphia in un giorno è Chinatown ovviamente poiché il bus della compagnia Greyhound di cui vi ho parlato prima vi lascia da queste parti. Vale la pena allora fare un giro nel quartiere cinese che ci accoglie con un bellissimo arco, chiamato Arco dell’amicizia. Il suo nome non è solo un modo gentile per incoraggiare turisti e locali ad entrare ma attraverso i suoi colori simboleggia l’amicizia tra le regioni di Hong Kong, Cantonese, Fujianese, del Nord Sichuan e di Taiwan. Bellissimo, vero?

Casa della patriota Betsy Ross

Difficile che questa casetta passi inosservata e per la sua importanza merita almeno di essere fotografata. La casa in questione infatti è conosciuta come Betsy Ross House, dal nome di Betsy Ross, la patriota e sarta di Philadelphia che ha cucito la prima bandiera a stelle e strisce, e che come racconta il cartello all’ingresso della casa ha continuato a produrre bandiere per il paese per oltre 50 anni. Una tappa da inserire necessariamente tra le cose da vedere a Philadelphia in un giorno!

Storico viale di Elfreth’s Alley

Da qui vi consiglio di allungarvi qualche minuto verso Elfreth’s Alley, un carinissimo vicolo colorato costituito da 32 casette di mattini costruite tra il 1728 e il 1836. Ma se le casette sono già abbastanza datate, lo è ancora di più questa stradina, considerata la strada residenziale più antica degli Stati Uniti d’America. Le sue origini risalgono infatti al 1702! Si tratta di un angolino di Philadelphia assolutamente unico e per questo imperdibile, secondo me!

Independence National Historical Park

L’Independence National Historical Park è sicuramente la zona più importante di Philadelphia che ospita edifici oserei dire “sacri” per la storia dell’America, uno su tutti l’Independence Hall un edificio in mattoni rossi dichiarato Patrimonio UNESCO nel 1979. Qui il 4 luglio 1776 nascono ufficialmente gli USA con la firma alla Dichiarazione d’Indipendenza americana e 11 anni dopo viene firmata la Costituzione degli Stati Uniti d’America. Da non perdere anche la Liberty Bell, all’interno del Liberty Bell Center, simbolo di libertà, indipendenza ed amore per la patria.

City Hall: il comune di Philadelphia

Una passeggiata di una ventina di minuti circa lungo Market Street vi condurrà proprio davanti all’imponente City Hall che rappresenta la sede del comune della Philadelphia. Impossibile non notare la torre campanile alta ben 167 metri! In origine pensata per essere il più alto edificio del mondo, ironicamente venne superata già durante la sua costruzione dal Monumento a Washington, dalla Tour Eiffel e, a partire dal 1889, dalla Mole Antonelliana di Torino.

Benjamin Franklyn Park Way

La Benjamin Franklyn Park Way è un celebre viale di Philadelphia molto bello e scenografico che attraversa letteralmente la città. Inizia più o meno dal Levy Park, costeggia luoghi di notevole importanza come lo Shakespeare Memorial, la Barnes Foundation, il Rodin Museum e termina con il Philadelphia Museum of Art, preceduto dal Parco The Oval con la Washington Monument Fountain. Tutto questo in una sola strada, proprio così!

Philadelphia Museum of Art

Tra le cose da vedere a Philadelphia in un giorno non può mancare nel nostro itinerario quest’ultima tappa: il Philadelphia Museum of Art, situato alla fine della Benjamin Franklin Parkway, famoso per essere il terzo museo d’arte più grande degli USA e forse ancora di più per la sua scalinata che tutti conoscono grazie al primo film di Rocky, il pugile italo-americano interpretato da Sylvester Stallone. Come dimenticare la scena in cui corre a perdifiato su questi 68 gradini accompagnato dalle note di Gonna Fly Now, la canzone composta da Bill Conti che accompagnerà il protagonista in tutti i capitoli della saga! 

5 Commenti

    1. Ciao Giacomo, grazie per l’apprezzamento. Direi di prenotare in anticipo, sì! Le corse sono frequenti ma soprattutto se viaggi in un periodo molto affollato, considerando anche i prezzi convenienti, i posti potrebbero terminare più in fretta.

      Un saluto
      Marianna

  1. Eros Basilicò

    Ciao Marianna, proprio oggi ero a Philadelphia per una giornata (stasera si riparte per Washington) ed abbiamo seguito il tuo itinerario. Fantastico, grazie mille, siamo riusciti a fare tutto e trovare cose a noi sconosciute. Tanti piccoli musei ma molto carini! Abbiamo visto anche quello dedicato a Benjamin Franklin, mi sembrava doveroso lasciarti un ringraziamento per l’articolo.
    Eros

    1. Caro Eros, sono felice di leggere che la permanenza a Philly sia stata piacevole. Grazie per essere passato e aver lasciato questo commento. Sono proprio le persone come te che mi incoraggiano a fare quello che faccio. Non gli algoritmi. Non i like. Non la visibilità.
      Grazie di cuore ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.