Cosa vedere a Merate e dintorni: la Brianza a un’ora da Milano

Lasciarsi alle spalle Milano con il suo traffico e i suoi rumori e attraversare la verde Brianza è sempre molto piacevole e sono davvero tanti i luoghi che si possono raggiungere in un’ora di viaggio per scoprire questo bellissimo territorio. Dopo un primo itinerario di un giorno in Brianza a cui ho preso parte tempo fa con un blog tour, ci sono tornata anche in autonomia e ho visitato altre cose interessanti. In questo post vi racconto cosa vedere a Merate e dintorni e sono sicura che la troverete una meta, per quanto semplice, perfetta per una gita tranquilla da fare nel fine settimana. 

Come vi dicevo, Merate, situata sulle prime colline delle Prealpi, in provincia di Lecco, pur essendo insignita del titolo di città nel 1991, conta appena 15mila abitanti ed è quindi molto più simile ad un piccolo borgo che ad una città. Andare a Merate offre, infatti, la possibilità di una passeggiata rilassante e poco impegnativa ma non per questo priva di fascino. Tra le cose da vedere a Merate durante il vostro giro, non può mancare la Torre rossa di Merate, in Piazza Prinetti, altissima e per questo visibile fin dall’inizio del centro storico.

Oggi simbolo della città, questa torre cilindrica a sette piani che culmina in una loggetta Neorinascimentale è parte integrante del Castello (Palazzo) Prinetti, costruito nella sua forma attuale all’inizio del Settecento dall’abate Ercole Visconti e mai terminato. Avrebbe dovuto avere non una ma ben quattro torri angolari ma la morte dell’abate fece saltare per sempre questo progetto. Tutt’intorno al castello, sorgono negozi, osterie e pasticcerie artigianali, sosta ideale d’inverno per una cioccolata calda e un’altra piazza molto carina, Piazza Vittoria.

Per gli appassionati di letteratura, infine, non posso non segnalare tra le cose da vedere a Merate la presenza del Collegio Alessandro Manzoni, costruito all’inizio del ‘600 per volere dei coniugi G.B. Riva e A. Spoleti e gestito dai Padri Somaschi come “casa dell’educazione”. Qui, dal 1791 al 1796, fu ospitato come giovane studente Alessandro Manzoni al quale il Collegio è stato poi intitolato. Oggi questo storico edificio ospita la sede della Civica Biblioteca, del Museo Civico di Storia naturale e della scuola statale secondaria di primo grado ma il passato illustre del collegio Manzoni resta un pilastro fondante nella storia di Merate.

La gita può continuare, in auto o a piedi se la giornata è buona e avete voglia di camminare, nei dintorni di Merate dove sorgono delle incantevoli ville di delizia, costruite tra il ‘700 e l’800 in molte località della Brianza su commissione dalle grandi famiglie nobiliari e dalla borghesia milanese. A Merate troviamo Villa Belgiojoso, risalente al 1300 e considerata la più importante residenza nobiliare del territorio, Villa Subaglio, settecentesca con magnifico giardino all’italiana e Villa Confalonieri, realizzata tra il 1910 e il 1912, da Enrico Confalonieri su progetto degli architetti Giuseppe e Fausto Bagatti Valsecchi, con un grande parco aperto al pubblico.

Tra le cose da vedere a Merate non può mancare però anche un antico luogo sacro e ricco di storia: il Convento di Santa Maria Nascente in Sabbioncello, risalente al 1508, che oggi appartiene alla diocesi di Milano ed è affidato all’ordine dei frati minori francescani. Al suo interno si trovano numerosi affreschi che raffigurano scene della bibbia e della vita dei santi e il saio, appartenuto a san Giovanni da Capestrano, custodito come reliquia. Recente è, invece, la costruzione di un altro edificio religioso  la chiesa di San Pietro Apostolo, inaugurata nel 1995 a Sartirana, una delle frazioni in cui si divide la città di Merate.

E già che siete da queste parti, perché non concludere la giornata in bellezza con una passeggiata lungo il lago di Sartirana? Questa riserva naturale protetta nonché sito di interesse comunitario, si trova proprio nel cuore della Brianza, tra il Parco Adda Nord ed il Parco di Montevecchia e Valle del Curone, di cui ho parlato in questo post e rappresenta una vera oasi di pace, immersa nel verde e nella natura incontaminata e ideale per una passeggiata, anche con i bambini. Il sentiero è facilmente percorribile in un’ora ed è arricchito da tante informazioni utili sugli alberi e gli animali presenti. Da non perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.