10 modi per dormire in viaggio gratis o spendendo poco

Viaggiare e viaggiare gratis è il sogno di tutti e per fortuna il progresso e lo sviluppo economico hanno reso possibile a tutti noi opportunità uniche da cogliere al volo. Oggi infatti diversamente dal passato, oltre ad esserci tanti mezzi e collegamenti nelle nostre città per spostarci da un posto all’altro, esistono anche tanti modi per viaggiare gratis che possono permetterci non solo di dormire gratis in viaggio ma anche di vivere un’esperienza di condivisione unica che probabilmente nessun viaggio potrà mai offrirci. Ecco a voi allora questi 10 modi per dormire in viaggio gratis o spendendo poco:

1. NightSwapping

Non è il couchsurfing e non è nemmeno l’house sitting, ma allora che cos’è? Uno dei modi di dormire in viaggio gratis sicuramente più innovativi che consiste in uno scambio di ospitalità, basato sul mutuo pernottamento e su un sistema di punti che consente al viaggiatore di accumulare soggiorni di una o più notti, accogliendo altri utenti in casa sua. Al momento si contano oltre 10 mila alloggi registrati e circa 200 mila membri e anche se avete poco spazio, potete partecipare poiché lo standard di ospitalità e il relativo punteggio viene valutato in base a diversi criteri come l’attrazione turistica della città o la tipologia di alloggio.

2. Au pair

L’Au Pair o “Alla pari” è un modo per viaggiare gratis lavorando davvero diffuso e per questo molto semplice da mettere in pratica. In cambio del vitto e dell’alloggio infatti la persona “alla pari offre la sua piena disponibilità per aiutare la famiglia da cui è ospitata per il tempo concordato (variabile da 1 a 24 mesi) nelle faccende domestiche, nella cura della casa o degli animali e in particolare nell’accudimento dei bambini. Ad occuparsi della intermediazione tra Au Pair e famiglie ospitanti è la società Au Pair World che oltre a metterli in contatto lavora sulla ricerca di un match adeguato ad interessi e richieste.

3. House & Pet Sitting

Tra i modi per dormire in viaggio gratis lavorando, questo è sicuramente uno dei più belli secondo me, perché non ci si limita a “scroccare” il posto sul divano o a fare nuove amicizie ma il viaggio dobbiamo guadagnarcelo. Come? Non c’è un’unica risposta. Può trattarsi di piccoli servizi in casa come tenerla pulita, ritirare la posta, annaffiare le piante oppure occuparsi degli animali mentre i legittimi proprietari sono fuori per viaggi di lavoro o in vacanza e non possono portarli con loro. Se amate gli animali, è un modo per viaggiare gratis che non vi costerà nulla e che anzi vi regalerà tante nuove amicizie… pelose!

4. Codici sconto e coupon online

Aspettarsi di dormire gratis in un hotel è un po’ ambizioso. Tuttavia, spesso strutture ricettive e piattaforme di prenotazione mettono a disposizione offerte, promozioni e soprattutto codici sconto per farvi risparmiare sulla vostra prenotazione. Ad esempio, Booking.com grazie al programma “presenta un amico” al quale sono iscritta vi consente di beneficiare di uno sconto del 10%. Per attivarlo cliccate su questo link e dopo qualche secondo vi apparirà una finestra con le istruzioni, dopodiché prenotate e una volta rientrati dal vostro soggiorno vi sarà restituito il 10% dell’importo speso direttamente sulla carta. Attenzione!!! Per attivare la promozione dovete prenotare attraverso il link che vi ho indicato.

5. Partnership con hotel

Se sei un blogger come me e in particolare un travel blogger puoi sfruttare le tue competenze e le tue capacità per instaurare interessanti partnership con gli hotel di tutto il mondo. In questo articolo sui vantaggi di essere travel blogger spiegavo quali possono essere i benefici di cui gode un travel blogger, uno su tutti appunto quello di risparmiare sugli hotel e dormire gratis in viaggio o spendendo davvero poco. Ovviamente non facciamo passare il messaggio che si tratta di viaggi a scrocco semplicemente. Una partnership di questo tipo prevede uno scambio e in cambio del pernottamento il travel blogger deve essere in grado di offrire qualcosa e mantenere quanto promesso e concordato.

6. Strutture religiose

In origine conventi e monasteri offrivano alloggio gratuitamente. Ben note per la loro missione caritatevole queste strutture religiose ormai in molti casi offrono sì ospitalità ma a pagamento. Tuttavia c’è ancora qualcuno che continua ad ospitare gratuitamente o a piccoli prezzi pellegrini e viaggiatori che ne hanno bisogno anche per far provare loro l’emozione della serenità interiore, della pace, del silenzio che si respira in questi luoghi per cui vi consiglio di provare a chiedere e verificare se la struttura di vostro interesse contempla questa forma di ospitalità gratuita, la più antica di tutti i tempi.

7. Couchsurfing

In questo articolo ho mosso alcune critiche verso Couchsurfing ma non posso negarne di certo la convenienza. Attraverso la piattaforma di Couchsurfing è possibile ospitare a casa nostra ed essere ospitati nelle case di tutto il mondo senza spendere niente. Considerato uno dei modi migliori per dormire in viaggio gratis, Couchsurfing funziona anche in maniera molto semplice poiché non siamo costretti, come in altre piattaforme ad ospitare per essere ospitati ma si può essere semplicemente ospiti. L’importante è rispettare le regole della casa e non approfittare di chi ci ospita ed è molto probabile che avremo l’occasione di farci dei nuovi amici.

8. Bed&Learn

Ideata da alcuni ingegneri di Chieti, Bed&Learn (letto e impara) si fonda su una sorta di baratto culturale. In cosa consiste nello specifico? L’idea è tanto semplice, quanto geniale ed interessante: Bed&Learn offre ai membri della sua community, che stiano progettando viaggi low cost, la possibilità di alloggiare gratuitamente in posti letto messi a disposizione da altri membri, l’unico “prezzo” da pagare sarà quello di dover insegnare loro qualcosa. Molto più semplicemente chi ospita avrà la possibilità di imparare qualche tecnica, lingua, danza, o altro di suo interesse; chi viaggia potrà insegnare la “materia” in cui è più bravo.

9. La Settimana del Baratto

L’iniziativa della Settimana del Baratto è ormai abbastanza famosa tra i viaggiatori e si svolge ogni anno a novembre. Si tratta secondo me di uno dei modi migliori per dormire in viaggio gratis lavorando, offrendosi di barattare appunto i propri talenti, competenze e conoscenze intellettuali e manuali con uno o più pernottamenti dalla realizzazione di un sito Internet e la recensione del proprio b&b a lavori più pratici come imbiancare le pareti o tagliare l’erba del giardino. Inoltre molte strutture sono disponibili al baratti tutto l’anno per cui in questo modo si può viaggiare gratis tutte le volte che vorrete.

10. WorkAway

In pole position nella mia lista personale delle soluzioni per dormire in viaggio gratis C metto senza dubbio WorkAway. Attraverso questa piattaforma è infatti possibile trascorrere periodi all’estero anche lunghi lavorando, “Work Away” appunto. Non c’è opportunità migliore di questa per imparare qualcosa di nuovo, ripassare le lingue, conoscere nuove persone da tutto il mondo e ovviamente viaggiare gratis. In cambio del vostro lavoro infatti non avrete da pagare le spese di vitto e soprattutto di alloggio il che significa che vi basta acquistare un biglietto aereo per testare WorkAway.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.