Viaggiatori vegetariani: 5 consigli per sopravvivere in viaggio

Come tutti i vegetariani, anche io trovo qualche difficoltà ad alimentarmi decentemente quando viaggio. Spesso il tempo è poco e si preferisce dedicare ogni singolo minuto alla visita più che a mangiar eppure nutrirsi in modo corretto, soprattutto quando il viaggio ha un ritmo serrato, è fondamentale, anche per evitare di portarsi dietro quella brutta sensazione di fiacchezza e sonnolenza o, in casi estremi, di sentirsi male. L’ideale, quindi, per un viaggiatore vegetariano, sarebbe consumare almeno un pasto sano e nutriente e seguire qualche tecnica di di sopravvivenza. Ecco alcuni consigli adatti!

5 consigli per sopravvivere in viaggio

1. Prenotare una sistemazione appartamento

Quando alloggio in un appartamento posso, almeno una volta al giorno, decidere cosa mangiare, comprare il necessario al supermercato e cucinarmelo io stessa. Lo so, è noioso e ci vuole tempo ma abbiamo fatto una scelta, giusto? Se ne siamo convinti dobbiamo portarla avanti e accettare o meglio imparare ad affrontare queste situazioni. Con il tempo diventeremo bravi a farlo e tutto sarà più naturale. Per iniziare, vi propongo una lista di 10 ricette vegetariane facili e veloci da preparare in viaggio.

spaghetti_vegetariani_viaggio_cucinare

2. Mangiare al ristorante dell’hotel

Come ho spiegato in questo su come informarsi e dove trovare locali e ristoranti vegetariani, documentarsi e fare un po’ di ricerche prima di partire è importante. Ma se non avete abbastanza tempo a disposizione, c’è un’altra soluzione che potreste prendere in considerazione: alloggiare in un hotel con servizio di ristorazione e concordare pietanza vegetariane per i vostri pasti. Di solito, se siete clienti dell’hotel, il pranzo/cena sono buffet e molto economici rispetto ad un normale ristorante. Provate a chiedere!

3. Apportare variazioni al menu

Se non potete mangiare in hotel e siete costretti a mangiare in giro, una soluzione potrebbe essere quella di apportare modifiche al menu di locali e ristoranti eliminando la carne o il pesce dai piatti disponibili. A volte può bastare eliminare insaccati per rendere il vostro pasto vegetariano oppure si può chiedere di sostituirle con altro: olive, uova, mozzarella o semplicemente altra verdura.

4. Comprare frutta secca da tenere in borsa/zaino

I vostri amici o il vostro/la vostra partner hanno fame e vogliono fermarsi al chioschetto per mangiare un burger veloce: che fare? Se il posto in questione non ha niente che vi piaccia o più probabilmente non vende neanche un’insalata, la frutta secca vi tornerà sempre utile. Nel mio caso, ha salvato me (e chi era con me) in diverse occasioni anche quando eravamo in zone dove non si trovava niente da mangiare.

frutta_secca_mandorle_snack_vegetariano

5. Bere, bere, bere

Si è vero questo punto vale per tutti ma in particolare per noi viaggiatori vegetariani che più degli altri abbiamo bisogno di integrare vitamine e sali minerali. Ecco perché il consiglio di bere non solo acqua ma anche succhi di frutta e spremute (preferibilmente freschi) è un’ottimo modo per integrare proprietà nutrienti che, camminando tutto il giorno, perdiamo in modo copioso.

bere_viaggio_idratazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.