Vivere a Londra: pro e contro della vita in Inghilterra

Ho deciso di lasciare l’Italia e andare a vivere a Londra ad appena 18 anni. Un viaggio in solitaria che non dimenticherò mai e che mi ha permesso di vivere Londra come forse non avrei mai più potuto fare. In realtà, a scelta di trasferirmi nella City non è stata molto ragionata. Semplicemente un giorno ho deciso e sono partita. Altri tempi? La verità è che qualunque cosa avessi trovato, per me sarebbe andata bene. Avevo sete di viaggio, conoscenza ed esperienza e Londra mi ha dato tutto questo. Poi, però, alla fine sono tornata a casa e di vivere a Londra non ho più sentito il bisogno. La trovo ancora una città stupenda, in cui non mi stanco mai di tornare, ma con il senno di poi, non credo sarebbe la “casa” giusta per me, senza considerare che tra i pro e contro di vivere a Londra, c’erano alcuni contro per me davvero difficili da superare.

Vivere a Londra: pro e contro

Opportunità di lavoro

Tra i pro e i contro del vivere a Londra, quando si parla di pro non si può non iniziare facendo riferimento a quello più evidente: le opportunità di lavoro. Questa città consente letteralmente a chiunque di sperare di trovare un lavoro, anche senza essere in possesso di qualifiche particolari perché le richieste spaziano in ogni campo e settore. Ma non solo. Anche le opportunità di studio sono eccellenti. Resta inteso che bisogna armarsi di perseveranza e impegno per lavorare e studiare con buoni risultati ma di certo i tanti trampolini di lancio che troverai lungo la strada ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obiettivi.

Multiculturalismo

Chi vorrebbe vivere in un ambiente stimolante e multiculturale troverà a Londra la sua dimensione ideale. Questa città è veramente quello che dicono: un melting pot di lingue, culture e popoli che si incontrano e si confrontano ogni giorno e si scambiano opportunità di lavoro, studio e crescita personale nel rispetto di regole, abitudini e tradizioni. Se, quindi, il multiculturalismo ti affascina, ti troverai sicuramente molto bene, a maggior ragione se parli bene le lingue straniere. Chiaramente, bisogna anche prendere in considerazione l’idea di integrarsi ed essere tolleranti in un contesto simile e potrebbe non essere sempre così semplice ed entusiasmante come appare.

Trasporti pubblici

Non potevo di certo escludere tra i pro del vivere a Londra, l’organizzazione perfetta della città, in cui tutto funziona in maniera molto ordinata, a partire dai trasporti pubblici. Qui spostarsi da un quartiere all’altro e perfino da una contea all’altra, è facilissimo grazie alla presenza di una vasta rete di trasporti tram, metro e bus, molto comodi, efficienti e che viaggiano sempre in orario. Questa perfezione, però, ha un prezzo e anche piuttosto salato. Londra, infatti, secondo un’indagine commissionata dalla Deutsche Bank, è la capitale con il trasporto pubblico più costoso del mondo!

Costo della vita

Passiamo adesso ai punti dolenti, uno su tutti il costo della vita. Londra è davvero carissima e risparmiare è difficile per la maggior parte delle cose di cui si ha necessità normalmente. La metropoli londinese si posiziona all’ottavo posto nella classifica 2018 di Ubs Price and Earnings, sul costo della vita e i redditi nelle 77 principali città del mondo. Il trasporto pubblico ma soprattutto gli affitti sono un salasso e se decidete di vivere a Londra dovete mettere in conto di arrivarci con un budget abbastanza ampio da potervi almeno consentire di coprire le spese per il tempo necessario a trovare un lavoro con cui mantenervi.

Mercato immobiliare

Gli affitti, come appena detto, sono carissimi, nonostante la maggior parte delle case siano vecchie e malmesse, e in generale tutto il mercato immobiliare è un delirio. Riuscire ad accaparrarsi una semplice stanza è una corsa ad ostacoli. Non basta avere la disponibilità economica ma bisogna fornire al proprietario o all’agenzia di intermediazione tutta una serie di garanzie e referenze per essere selezionati tra tutti gli interessati. Ma quanto costa l’affitto e quanto bisogna guadagnare per potersi permettere di pagarlo? Trovate la risposta in questa mappa interattiva creata dal Guardian e relativa all’affitto medio di un appartamento con una camera da letto.

Clima e temperature

Ho deciso di mettere per ultimo il clima come “contro” del vivere a Londra perché, secondo me, rispetto al costo della vita e ai problemi del mercato immobiliare è tutto sommato accettabile. Certo, il meteo della capitale britannica non è dalla parte di un italiano, soprattutto del sud, abituato, come me, al sole e magari anche al mare. Inoltre le temperature nei mesi invernali possono scendere molto e renderli particolarmente ostili ma d’altro canto tutto non si può avere e se siete riusciti ad affrontare e superare i punti precedenti, è molto probabile che ci farete l’abitudine e che, anzi, finirete per trovare la famigerata pioggerellina londinese addirittura romantica.

2 Commenti

  1. guest

    Purtroppo invece per me è il clima il problema principale…. non non mi aspettavo di trovare il sole ogni giorno ma anche i cieli azzuri sono veramente rari a londra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.