Sardegna low cost: 5 cose da sapere per risparmiare

Spesso quando parlo con altri travel blogger o semplici viaggiatori mi sento dire: “peccato che la Sardegna sia così cara, ci andrei ogni estate“. Hanno ragione, fare un viaggio in Sardegna negli ultimi anni è diventato piuttosto dispendioso. Costi di voli aerei e traghetti, fondamentali per raggiungerla, trattandosi di un’isola hanno subito forti rincari. In realtà, ci sono ancora delle zone che consentono ai turisti di trascorrere vacanze low cost. Anche qui, però, nei periodi di alta stagione i prezzi salgono e bisogna essere bravi a trovare il modo per risparmiare ulteriormente. Per voi, 5 cose da sapere per scoprire una Sardegna low cost.

Gallura: 5 consigli per vacanze low cost

1. Prenotare con largo anticipo

Di solito è così. Quando si prenotano voli e traghetti con largo anticipo si può risparmiare tantissimo e lo stesso vale per l’alloggio, visto che la scelta è più ampia. A volte può capitare, però, che ci siano delle offerte lampo o degli sconti last minute particolarmente convenienti, per cui, risparmiare sui viaggi non è una scienza esatta. Bisogna perdere un po’ di tempo online facendo preventivi e simulazioni sulle varie compagnie e confrontarli, verificate prezzi e condizioni.

2. Noleggiare un’automobile

Noleggiare un’auto in Sardegna è fondamentale. Come molti di voi sapranno già, uno dei problemi di chi vive in Sardegna (non solo di noi turisti, quindi) è la mancanza di una rete di trasporti efficiente che colleghi porti e aeroporti con le principali città dell’isola così come il nord ed il sud e viceversa. Inoltre, pur volendo coraggiosamente utilizzare i mezzi pubblici per le tratte principali, bisognerebbe rinunciare a bellissime località balneari e attrazioni culturali che, spesso, si trovano in lunghi impervi e difficoltosi da raggiungere persino a piedi o all’interno, come nel caso dei nuraghi. Noleggiare un’auto è, quindi, la soluzione ideale anche perchè ci consente di mettere a confronto con un solo click i costi e le condizioni delle diverse compagnie di autonoleggio attraverso piattaforme utilissime come ad esempio Discover Cars. Fai una prova direttamente da qui. Inserisci la località di ritiro desiderata e le date di tuo interesse e avrai subito a disposizione l’elenco delle vetture disponibili e il costo del noleggio.

3. Soggiornare in appartamento

Per risparmiare l’ideale è soggiornare in un appartamento in modo da abbattere i costi relativi al cibo, nonché per avere più indipendenza e privacy.  Realizzati in stile gallurese con ampi giardini e aree verdi e, quindi, ideali per chi vuole riposarsi dalle fatiche dell’inverno, lontani dal caos e nella quiete di un luogo isolato e tranquillo, tutti gli appartamenti del residence Lu Lamoni, dove ho alloggiato in occasione dell’iniziativa ‪#‎4Residences4Sardinia, sono dotati di angolo cottura completamente attrezzato, aria condizionata, biancheria da camera e da bagno privato con doccia e si trovano ad appena 400 metri dalla bellissima spiaggia libera di sabbia bianca di Vignola mare, in cui sorge anche la Torre di Vignola. Il Residence mette, poi, a disposizione gratuitamente un parcheggio libero esterno, una piscina per adulti e per bambini attrezzata di sdraio e ombrelloni inclusa nel prezzo e Wi-Fi gratuito nelle aree comuni.

 ‪clicca qui pER PRENOTare il tuo soggiorno a lu lamoni

Residence_lu_lamoni_sardegna_vignola_gallura

3. Alloggiare fuori dal centro

Il residence Lu Lamoni si trova tra Santa Teresa di Gallura e Aglientu, una zona che offre a piccoli prezzi un discreto ventagli di alloggi, sistemazioni e servizi utili per un viaggiatore che ama l’essenziale, la praticità e vuole abbattere i costi. Alloggiando fuori dai centri principali, infatti, come nel mio caso, il risparmio è netto perché le soluzioni abitative proposte sono molto convenienti, pur trovandosi a poca distanza dalle località più belle ed interessanti della Gallura. Da questa zona, infatti, si raggiungono facilmente ed in poco tempo il Golfo di Vignola, Santa Teresa di Gallura, la splendida Costa Paradiso ed il promontorio di Capo Testa in cui, oltre alle numerose spiagge di acqua cristallina, non manca la possibilità di escursioni e attività sportive: dalle passeggiate nell’area del faro al windsurf e le immersioni subacquee e lo snorkeling ce n’è per tutti i gusti di vacanza.

5. Pasti e servizi di ristorazione

Per una vacanza low cost in Sardegna, un elemento assolutamente non trascurabile riguarda i pasti. Un appartamento vi consentirà di cucinare e, quindi, risparmiare sul cibo ma non sottovalutate l’importanza di fare la spesa nel supermercato giusto. I beni alimentari in Sardegna possono essere più cari rispetto ad altre regioni per cui evitate i negozietti o i piccoli negozi turistici e optare per la classica spesa in supermercati di dimensioni medio/grandi. Il risparmio è garantito! E se volete concedervi qualche cena fuori, andare in cerca di ristorantini e bar caserecci. Troverete l’atmosfera un po’ rustica ma si mangia da Dio e il vostro portafoglio vi ringrazierà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.