Ravenna centro storico: cosa vedere in un giorno

Ravenna centro storico: cosa vedere in un giorno

Passeggiare per le antiche strade del centro storico di Ravenna è come fare un viaggio nel tempo, in un’epoca in cui l’arte, la cultura e la spiritualità si fondono armoniosamente. La città ha il privilegio di ospitare ben 8 monumenti straordinari del periodo bizantino, dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Il centro storico di Ravenna è famoso in tutto il mondo per i suoi magnifici mosaici, autentiche opere d’arte che decorano le chiese e i battisteri della città, dalla Basilica di San Vitale al Battistero degli Ariani.

Immergersi nella visione di questi mosaici è come entrare in un mondo di colori vividi e storie bibliche intricate. Vi porto con me a scoprire le meraviglie del centro di Ravenna e le sue attrazioni imperdibili.

Centro di Ravenna: itinerario e mappa

Per iniziare, eccovi una comoda mappa con itinerario a piedi e tutte le attrazioni principali da visitare nel centro storico di Ravenna in un giorno:

Ravenna centro storico: cosa vedere

Basilica di San Vitale

La mia visita di Ravenna inizia dalla Basilica di San Vitale, uno dei massimi esempi sia di arte paleocristiana in Italia che di arte bizantina in occidente.

Consacrata nel 547 e dedicata a San Vitale, un martire dei primi secoli del Cristianesimo è stata dichiarata patrimonio dell’UNESCO nel 1996.

Non fermatevi alla vista esterna perché la vera meraviglia potrete ammirarla una volta entrati. Visitarla costituisce un’esperienza mistica!

Basilica di San Vitale Ravenna
Basilica di San Vitale, Ravenna

Nelle sue forme, si ispira soprattutto a edifici come il San Lorenzo di Milano e la Chiesa di Santa Sofia a Costantinopoli ma resta un monumento originale, unico nel suo genere.

A renderla così speciale è soprattutto la ricca decorazione di marmi pregiati e preziosi mosaici presenti al suo interno, riconducibili complessivamente al VI sec.

Da non perdere il labirinto dell’anima, il mosaico pavimentale, posto davanti all’altare, un viaggio simbolico verso la purificazione dove trovare la via d’uscita significa rinascita!

Orari: 9:00-19:00 tutti i giorni Costi: €10,50

Interno mosaici della Basilica di San Vitale Ravenna
Mosaici Basilica di San Vitale, Ravenna

Mausoleo di Galla Placidia

Adiacente alla Basilica di San Vitale, sorge il Mausoleo di Galla Placidia, tra le cose da vedere a Ravenna assolutamente.

Anche in questo caso è l’interno ricco di mosaici splendidi a custodire la vera ricchezza che lascia il visitatore letteralmente a bocca aperta.

Uno su tutti l’immenso cielo stellato che mi ha davvero emozionato! Insieme la Basilica di San Vitale e il Mausoleo di Galla Placidia rappresentano la parte più bella degli affreschi di Ravenna!

Esterno mausoleo di Galla Placidia Ravenna
Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

Il mausoleo fu commissionato da Galla Placidia, figlia dell’imperatore Teodosio, ma le sue spoglie non sono conservate qui ma a Roma e qui si trova la sua tomba, insieme a quelle per suo marito e il fratello.

Pare però, che l’imperatrice Galla morì a Roma e, dunque, sia seppellita in quella città. La permanenza al suo interno è di 5 minuti poiché c’è un unico ambiente da visitare.

Orari: 9:00 – 19:00 Costi: €10,50

Interno Mausoleo di Galla Placidia Ravenna
Mosaico Mausoleo di Galla Placidia, Ravenna

Cattedrale di Ravenna

Camminando una decina di minuti a piedi tra le vie del centro storico di Ravenna, raggiungo, poi il Duomo di Ravenna, ovvero la Cattedrale metropolitana della Risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo.

Una Chiesa questa molto significativa, soprattutto al suo interno grazie alle sue cappelle laterali fastose e in stile barocco, la cappella del Santissimo Sacramento con splendidi affreschi e la Cappella della Madonna del Sudore con preziosi marmi dipinti.

Cattedrale di Ravenna
Cattedrale di Ravenna

Dell’impianto medievale restano poche parti, tra cui il campanile (pur rimaneggiato), simile ai campanili di Città di Castello e Caorle.

Alla sinistra della cattedrale, leggermente arretrato rispetto alla facciata, sorge la Torre Campanaria che ha subito attirato la mia attenzione per la sua particolare forma cilindrica e le finestre che lo contraddistinguono, disposte su quattro livelli.

Orari: tutti i giorni 7:00 – 12:00 e 14:30 – 17:00 / Festivi 7:00 – 12:00 e 14:30 – 18:30 Costi: gratuito

Campanile della Cattedrale di Ravenna
Torre Campanaria, Cattedrale di Ravenna

Battistero Neoniano (o degli ortodossi)

L’itinerario con le cose da vedere a Ravenna in un giorno tocca ora un’altra tappa importante: il Battistero degli Ortodossi (anche detto Neoniano), risalente al V secolo.

Secondo una tradizione molto antica, questo edificio sarebbe stato edificato al di sopra di antiche terme romane.

La forma del Battistero di Ravenna è ottagonale e non a caso. Il numero 8 rimanda ai significati della numerologia che associa l’otto con la resurrezione, essendo la somma di sette, che rappresenta il tempo e di uno, ovvero Dio Padre.

Battistero Neoniano Ravenna
Interno Battistero Neoniano, Ravenna

L’interno si distingue per le incantevoli decorazioni a mosaico, soprattutto quelle della cupola dove è ritratto il battesimo di Gesù, nel cerchio centrale, su sfondo oro, in compagnia dei dodici apostoli su sfondo azzurro, con in mano delle corone da offrire al Cristo.

Al centro si trova, invece, il fonte battesimale, risalente al XVI secolo. Una tappa da inserire tra le attrazione di Ravenna, assolutamente!

Orari: 9:00-19:00 Costi: €10,50

Fonte battesimale Battistero Neoniano Ravenna
Fonte battesimale, Battistero Neoniano – Ravenna

Museo Arcivescovile e Cappella di Sant’Andrea

Uscendo dal Battistero Neoniano, alle spalle del Duomo di Ravenna sorge il complesso del Palazzo Arcivescovile, risalente al V secolo d.C. al cui interno si trova il piccolo Museo Arcivescovile, ricco di tesori artistici.

In particolare, merita di essere vista la cattedra del vescovo Massimiano in avorio composto da tavolette lavorate a rilievo ed eseguita da artisti bizantini nel VI secolo d.C.. Si tratta di una delle più celebri opere in avorio che sono arrivate a noi!

Museo Arcivescovile Ravenna
Cattedra di Massimiano, Ravenna

Ma il pezzo forte è la Cappella del Palazzo Arcivescovile o Cappella di Sant’Andrea, situata al primo piano del Museo Arcivescovile, piccola cappella privata con una bella decorazione a mosaico e unico monumento di natura ortodossa ad essere stato costruito durante il regno di Teodorico.

La cappella è inserita, dal 1996, nella lista dei siti italiani patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, all’interno del sito seriale “Monumenti paleocristiani di Ravenna“.

Orari: 9:00 – 19:00 Costi: €10,50

Cappella di Sant’Andrea Ravenna
Cappella di Sant’Andrea, Museo Arcivescovile – Ravenna

Tomba di Dante

Proprio così, si tratta di lui, il Sommo Poeta Dante. Le sue spoglie sono conservate a Ravenna in un tempietto di marmo in stile neoclassico costruito tra il 1780 e il 1782, luogo di pellegrinaggio per gli ammiratori dell’opera di Dante, non può mancare tra cosa vedere a Ravenna in un giorno.

Esterno Tomba di Dante Ravenna
Tomba di Dante, Ravenna

Al suo interno il tempietto custodisce l’arca sepolcrale con le ossa di Dante e il bassorilievo opera di Pietro Lombardo e una ghirlanda di bronzo e argento donata dall’esercito nella Prima Guerra Mondiale, un’ampolla dello scultore Giovanni Mayer e una lampada votiva alimentata con l’olio delle colline toscane offerto ogni anno in memoria del loro illustre concittadino dal Comune di Firenze.

Orari: 10:00 -19:00 Costi: gratuito

Interno Tomba di Dante Ravenna
Interno Tomba di Dante, Ravenna

Basilica di San Francesco

Un’altra tappa da non perdere a Ravenna è la Basilica di San Francesco, affacciato su una tranquilla piazza che porta lo stesso nome.

Questa Basilica è sicuramente da visitare per diversi motivi, in primis per essere stata il luogo in cui fu celebrato il funerale di Dante Alighieri e che ospitò le sue spoglie per un po’.

Basilica di San Francesco Ravenna
Chiesa di San Francesco, Ravenna

L’altro motivo per cui vale la visita è la presenza di una cripta sotterranea del X secolo, che ha un particolare inconfondibile: un pavimento allagato, dove nuotano i pesci!

Orari: da lunedì a venerdì 7:00 – 12.00 – 15:00 – 18:00 / Sabato e domenica 7:00 – 18:00 Costi: gratuito

Cripta Basilica di San Francesco Ravenna
Cripta sotterranea, Chiesa di San Francesco

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo

Dalla Basilica di San Francesco in pochi minuti a piedi, ho raggiunto anche la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo (da non confondere con quella di Sant’Apollinare in Classe, a circa 8 km), realizzata tra la fine del V e l’inizio del VI secolo d.C.

Qui potrete ammirare, lungo tutta la navata centrale, il più grande ciclo monumentale del Nuovo Testamento e, fra quelli realizzati a mosaico, il più antico giunto fino a noi.

Basilica di Sant’Apollinare Nuovo Ravenna
Interno della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Ravenna

Un vero capolavoro dall’immenso valore stilistico, iconografico e ideologico, che presenta 26 scene cristologiche, in cui vengono raffigurati la vita di Cristo, quella dei Santi e dei Profeti e il Palazzo di Teodorico.

olto carino anche il chiostro del XVI secolo, in passato parte di un monastero, la cui fondazione risale al 973. Un luogo di pace e silenzio. Dove vale la pena fermarsi per qualche minuto.

Orari: 9:00-19:00 Costi: €10,50

Interni Basilica di Sant’Apollinare Nuovo
Interno della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Ravenna

Piazza del Popolo e centro storico

Un’altra cosa da vedere nel centro storico di Ravenna è, poi, Piazza del Popolo, una piazza piccola e accogliente la cui origine risale al tardo XIII secolo, quando la famiglia Da Polenta era padrona della città.

Nel 1444 i veneziani, che avevano preso Ravenna tre anni prima, realizzarono dei lavori di abbellimento e sono opera loro anche le due colonne in granito, cui posero la statua di Sant’Apollinare, patrono di Ravenna e il Leone di San Marco, oggi sostituito dalla statua di San Vitale.

Se hai poche ore a disposizione per la visita, approfitta di questo tour guidato di Ravenna tra mosaici e monumenti UNESCO
Piazza del Popolo e centro storico di Ravenna
Piazza del Popolo, Ravenna

La piazza è anche sede del Palazzo Comunale e del Palazzo dei Rasponi e il Palazzo della Torre dell’Orologio e rappresenta la tappa perfetta per una pausa o per mangiare un boccone.

E cosa c’è di meglio se non una piadina romagnola bella calda? A proposito, io ne ho mangiata una buonissima dalla piadineria “L’ingrediente Segreto” in Via Corrado Ricci, 6, proprio prima di arrivare a Piazza del Popolo.

Dove dormire a Ravenna

Booking.com

Spero che la mia guida sul centro storico di Ravenna e le sue attrazioni vi sarà utile per organizzare il vostro itinerario. Ravenna è una città davvero splendida e non si può che partire dal suo meraviglioso centro per iniziare a conoscerla. Ma, come scoprirete in quest’altro articolo, anche i dintorni di Ravenna non sono da meno. Buon viaggio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.