Pro e contro di un viaggio a Sharm el-Sheikh

C’è chi la ama e chi la odia. Sharm el Sheik, una delle mete turistiche più famose dell’Egitto, è da sempre oggetto di discussione tra gli appassionati di viaggi. Andare a Sharm el Sheik, sì o no? Ne vale la pena? Quali sono i pro e contro di un viaggio a Sharm El Sheikh? Tra i fanatici dei viaggi “impegnati” interessati a riempire le proprie vacanze di musei e viste culturali e tra i difensori del relax puro, che amano restare distesi intere giornate sulla spiaggia, la disputa rimane aperta. Ma volendo analizzare un po’ la situazione, cerchiamo allora di capire quali sono i pro e i contro di un viaggio a Sharm El Sheikh e di ascoltare entrambe le campane. Ve ne propongo alcuni qui di seguito!

Pro e contro di un viaggio a Sharm el-Sheikh

Viaggio a Sharm el-Sheikh: pro

Mare e barriera corallina

Sharm el Sheik, si sa, è conosciuta soprattutto per il suo fantastico mare, le spiagge e lo snorkeling grazie alla presenza di una splendida barriera corallina a riva, la seconda più grande al mondo, dietro la Grande Barriera Corallina nel Queensland, in Australia. Pensate che la barriera corallina di Sharm è formata da coralli che hanno fino a 6000 anni di età. Qui, oltre ai coralli, vive anche un gran numero di pesci pagliaccio, pesci leone e anemoni e una varietà infinita di specie marine, comprese anguille murene, squali martello e mante gigantesche, che la rende una meta perfetta per gli amanti dello snorkeling.

Sharm el-Sheikh: 5 escursioni migliori

Resort a prezzi convenienti

Le bellezze del Mar Rosso e la vicinanza (si trova ad appena 4 ore di volo dall’Italia) hanno trasformato Sharm el-Sheikh in una delle mete preferite dai turisti italiani. Ma c’è anche un aspetto che la rende particolarmente invitante: la presenza di tante strutture ricettive fantastiche con le migliori catene di resort al mondo, a prezzi convenienti. I tantissimi villaggi adatti a ogni esigenza e i prezzi che, spesso, la rendono economicamente accessibile a tutti, la rendono molto ambita.

Tour interessanti nei dintorni

Non mancano, però, delle interessanti e piacevoli escursioni nel dintorni, come quella al parco marino di Ras Mohammed e al Blue Hole, profondissimo buco blu in mezzo alla barriera corallina dal grande fascino! Da non perdere, poi, la salita al Monte Sinai dove Mosè ricevette le tavole con i 10 comandamenti e il Monastero di Santa Caterina, il monastero cristiano più antico ancora esistente. Scopri meglio queste ed altre migliori escursioni a Sharm el-Sheikh, perfette da fare in giornata.

Viaggio a Sharm el-Sheikh: contro

Lontananza siti culturali

Quando ho preso informazioni su Sharm el-Sheik per decidere se andare o meno mi sono subito documentata sulla possibilità di visitare alcune delle attrazioni più belle dell’Egitto tra cui, ovviamente, le incredibili Piramidi. Beh, questo è impossibile. Sharm el Sheik è lontanissima da tutto ciò che conta a livello storico e culturale. Insomma, bisogna metterlo in conto perché non tutti vogliono passare ore e ore di viaggio seduti in un autobus per percorrere centinaia di chilometri!

Cosa vedere in Egitto

Villaggi di beduini “fake”

Le escursioni più pubblicizzate sono quelle nel deserto, di cui vi ho parlato prima. E ve le ho consigliate, quindi, sì certo, sono sicuramente belle e divertenti. C’è, però, un chiarimento importante da fare: le cose che vedrete non hanno niente di autentico. I villaggi e i beduini stessi sono finti come finte sono le tende in cui accolgono il turista per il famoso tè e le bancarelle piene di collanine, braccialetti e souvenir. Mi dispiace dovervelo dire ma questa è la verità. Ciò non toglie che possano essere una parentesi piacevole di un viaggio a Sharm el-Sheik. Ma credo sia giusto saperlo!

Degrado fuori dai villaggi

Mi è già capitato di trovarmi in una situazione simile a Senggigi, sull’isola di Lombok ed è stato davvero spiacevole. Nel villaggio mi sembrava di vivere fuori dal mondo, in una dimensione rarefatta e lontana dalla realtà, una realtà, come pure nel caso di Sharm el Sheik, fatta di immondizia, degrado, povertà. E non lo dico io ma tanti viaggiatori consapevoli e onesti, rientrati dal loro viaggio rattristati e delusi.

Vale comunque la pena di fare un viaggio a Sharm el Sheik? Ebbene sì! Certo la vita da resort può non piacere a tutti ma di cose da fare tutto sommato ce ne sono. E poi a chi non piace godersi un po’ di relax in spiaggia e il dolce far niente in vacanza?

12 commenti su “Pro e contro di un viaggio a Sharm el-Sheikh”

  1. Certo che se ami sciare Sharm non va bene
    O se ami le città d’arte, Sharm non va bene
    Ma se vuoi provare l’indescrivibile emozione di vedere la barriera corallina più bella del mondo, se vuoi provare per una volta nella vita cosa sia il silenzio, se vuoi godere di un clima splendido 365 giorni all’anno, Sharm è perfetta.

  2. Ludovica carelli

    D’accordissimo con te e lo dice una che a sharm ci è stata…! Non tornerei neanche gratis!!! Il peggior viaggio della mia vita, esattamente per le cose che hai scritto.

    1. Carissima amica ….oltre al mare e i fondali meravigliosi , c’è anche il monastero di Santa Caterina , il deserto è magnifico ras Mohammed fantastico, Sharm vecchia è turistica di , ma quale città non Lo è ,secondo , è più pulita di Roma , e di degrado non So cosa sia , io frequento Sharm da 16 anni , è un posto meraviglioso, io la ritengo una vacanza relax con tutti i confort. Un altra cosa , voglio vedere in quale paese non Ci siano cose finte , vedi Dubai , solo xke c’è ricchezza non vuole dire che sia magnifica , Las Vegas , anche lì e ‘ tutto finto …..ecc ecc come in tutte le altre città anche a Sharm è per i turisti. Ciao

    2. Ma avete mai provato a vivere Sharm da soli, organizzandovi al di fuori di percorsi turistici bypassando tour operator e agenzie varie e una volta sul posto salire su un taxi e andare in quei paradisi senza le urla a volte schizofreniche di turisti con l’all inclusive, cambiare giornalmente spiaggia, salire su un aereo e andare 2 gg a Luxor o Il Cairo, culle di tutte le civilta ? Solo allora potrete dire ” Sharm è una cagata pazzesca”!

      1. Francesco Pipino

        Brava
        Ci ho vissuto e lavorato per 11 anni con estrema sodfisfazione.
        Ho cambiato solo per la voglia di conoscere “altri mari”. Ci torno regolarmnte a fare immersioni.
        Tuttp il resto é spocchia.

  3. Se si sceglie di andare a Sharm in resort è chiaro che sarà tutto inautentico e si fanno escursioni fake. Ovviamente lo spirito di esplorazione ti consente di trovare il modo di godere dell’autenticità del posto.

  4. Sono circa 25 anni che vado a Sharm el sheik in vacanza adoro questo luogo per il mare è tutto quello che c’è intorno esiste una bellissima moschea costruita di recente una meravigliosa chiesa ortodossa che è una magnificenza certo le piramidi sono distanti ma alla fine si tratta di un ora di volo poi poco lontano c’è il parco naturale di Ras Mohammed che è incantevole la piccola cittadina di Dahab che non è finta il canyon colorato è molto bello ed è caratterisco di in deserto non solo sabbioso ma anche roccioso e tanto tanto altro comunque forse è un vantaggio che persone come te non vadano a Sharm el sheik che è una cittadina che ha bisogno di persone che la amano e la visitano senza alcun genere di pregiudizio

  5. Concordo con l’autrice del post. Io e mio marito ci siamo andati per il viaggio di nozze, una vera delusione… il mare ci è piaciuto ma solo quello. Potessi tornare indietro sceglierei qualcos’altro

  6. Leggo i vostri commenti e mi rendo conto di quanto siete ignoranti…non sapete di cosa parlate e non conoscete per nulla il Sinai e i suoi villaggi, le sue ricchezze.
    Ma meglio così, certa gente dovrebbe solo stare a casa

  7. Non ha tutti i torti dai.
    E lo dice una che a Sharm c’è stata una decina di volte, sia sola che con mamma e figlio che con marito… ma anche due volte nel vero Egitto, sul Nilo e al Cairo.
    Se uno pensa che andare a Sharm significa andare in Egitto, sbaglia.
    Io e la mia famiglia amiamo Sharm per molte cose, ma di certo a livello culturale non ha molto da offrire, e se lei ha potuto scegliere di non andare per i motivi che ha elencato le do ragione.

  8. Come al solito vi parlate addosso! Non sapete accettare pacatamente l’opinione degli altri. A me va bene sia chi rifiuta Sharm sia chi ne è appassionato. Fermo restando che quello di “vivere come i locali”,o “accanto ai locali”, è un puro mito; irrealizzabile per le enormi differenze sociali, linguistiche e di mentalità. Neanche l’acqua potete bere, in Egitto, lo sapete? Io dell’Egitto ho uno spendido ricordo: ma (oltre al Nilo) DELLE OASI. Queste sì, in solitudine. Alessandria, Marsa Matruh, El Alamein, Siwa, Baharya Kharga e Dakla. Quello sì che fu un viaggio!!! E senza pretese di mischiarmi ai locali, seppur conversando con loro. Quanto al Mar Rosso, bello!!! Ma visto da Eilat = quindi senza problemi di comunicazione, dato che Israele ha gente più o meno assimilabile a noi,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.