In Piazza degli Eroi a Budapest tra i simboli della storia ungherese

Piazza degli Eroi a Budapest è molto più di una semplice piazza ed è per questo che ho deciso di inserirla tra le 5 cose da vedere a Budapest in un giorno… non può mancare tra le tappe del vostro viaggio in terra ungherese, secondo me. Molti blog si limitano a definirla “una delle piazze più belle e più importanti della capitale ungherese”. Io, però, voglio raccontarvi del perché è cosi importante, soprattutto a livello storico.

Situata a pochi chilometri dal centro, Piazza degli eroi è semplice da raggiungere. Basta prendere la linea M2 della metro e scendere alla fermata Hősök tere, il nome della piazza in ungherese, oppure se il clima lo consente, l’ideale è fare una passeggiata lungo il viale Andrassy, considerato il più bello ed elegante di Budapest, attraverso le sue piazze maestose e monumenti importanti, che conduce direttamente nella piazza.

sculture_piazza_eroi_budapestpiazza_eroi_budapest_simboli_storia.jpg

La cornice in cui si inserisce la Piazza degli eroi a Budapest tra il parco cittadino Városliget ed il viale Andrassy,  dichiarato patrimonio dell’Unesco, con il Museo delle Belle Arti e il Salone dell’Arte ai lati è già di per sé notevole e, nonostante il traffico che scorre veloce a tutte le ore della giornata, entrando nella piazza sono stata avvolta da un’aria nostalgica e al tempo stesso solenne, sospesa tra passato e presente.

Il nome Piazza degli Eroi rappresenta bene da solo il significato di questo bellissimo ed elegante spazio monumentale. Gli eroi in questione sono gli statisti ed i condottieri che hanno fatto la storia dell’Ungheria e che sono ritratti nelle sculture delle due arcate semicircolari del Millennium Memorial la cui costruzione iniziò nel 1896, l’anno del Millennio Ungherese per essere completata nei 30 anni successivi.

piazza_eroi_budapest_mattia

Tra questi eroi simbolo della storia ungherese non possiamo non ricordare Mátyás Hunyadi, detto Mattia il giusto, re d’Ungheria dal 1458 al 1490, discendente da una antica stirpe romana e considerato il trasformatore della nazione per la capacità di portare a Budapest un grande rinnovamento artistico, culturale e letterario, supportato dalle conoscenze dei tanti filosofi e umanisti di cui si circondava.

Al centro della piazza, invece, si trovano un obelisco alto 36 metri con in cima la statua dell’arcangelo Gabriele, le statue dei patriarchi delle sette tribù che hanno fondato l’Ungheria nel IX secolo tra cui Árpád d’Ungheria che condusse i magiari alla conquista dei Carpazi e la tomba al Milite Ignoto, realizzata in onore degli eroi ungheresi, qui sepolti simbolicamente.

piazza_eroi_heroes_budapest_obeliscopiazza_eroi_budapest_storia_ungheria.jpg

La Piazza degli eroi a Budapest, pur nella sua sacralità, oggi viene utilizzata per concerti, festival, sagre ed eventi sportivi come il “Vágta a Hősök terén“, il Galoppo Nazionale in Piazza degli Eroi,  che si tiene ogni anno nel mese di settembre e rappresenta la più grande manifestazione equestre dell’Europa Centrale. Ma, ai cavalli si aggiungono vino, cibo, i miei adorati mercatini e tanto folklore!

Purtroppo, era il primo gennaio, il giorno dopo la notte di Capodanno e tutti i miei 3 giorni a Budapest sono stati uggiosi e sotto lo zero, quindi, le foto non rendanno al massimo la magia di questo posto che vi apparirà un po’ “freddo”, appunto ma vi assicuro che dal vivo è magnifico e, forse, per “capirlo” sarebbe necessario conoscere un po’ di storia ungherese… che è piuttosto complessa per cui mi sono limitata a darvi alcune semplici ma essenziali indicazioni per visitarlo!

Szép napot! Buona giornata! 💓

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.