Viaggiare l’Italia in camper è la modalità di viaggio più adatta a tutti quelli che amano la libertà e proprio non ce la fanno a star dietro a date ed orari vincolanti. Certo, si può viaggiare in treno comodamente, in aereo e, perché no, se il territorio lo consente anche in autobus o in metro ma la libertà di movimento che ti regala un viaggio in camper non è paragonabile a nessun altro mezzo di trasporto. Certo è importante pianificare il viaggio e avere un itinerario perché muovendosi in completa autonomia bisogna essere informati a 360°. In questo post troverete 10 itinerari di viaggio per visitare la Lombardia in camper. Altre regioni piano piano seguiranno in modo da realizzare una guida degli itinerari da fare in camper in Italia, da nord a sud.

Lombardia in camper: 10 itinerari

Questi 10 itinerari per viaggiare in Lombardia in camper sono adatti a tutti anche a chi è alla prime armi con questo tipo di esperienza. Prima di partire è necessario avere con se patente e libretto, documenti di identità e ovviamente conoscere il codice della strada. Se, poi, non possedete un camper, inoltre, sappiate che è possibile noleggiarlo. Basta scegliere la città di partenza e prenotare uno che abbia le caratteristiche da voi desiderate e che soddisfi bene le vostre principali esigenze. In questo caso specifico, meglio noleggiare un camper a Milano, utilizzando la città meneghina come base di partenza per tutti gli spostamenti.

1. Pavia e Oltrepò Pavese

Non si può prescindere da una tappa di almeno un giorno a Pavia in un itinerario del genere ma può essere interessante la visita ai centri minori nei dintorni, nell’area dell’Oltrepò Pavese. Tra questi merita sicuramente Zavattarello, località di villeggiatura in cui sono presenti dei resti del castello, costruito nel 10° secolo, famoso per la produzione di salumi, in particolare il salame, Stradella, capitale della fisarmonica, che vanta un piccolo ma interessante museo a tema, in cui si può ammirare il primo esemplare di questo strumento, risalente al 1876.

2. Da Cremona a Mantova

Dopo aver raggiunto e visitato Cremona, capitale mondiale della liuteria e per questo soprannominata città dei violini, merita una visita Sabbioneta, costruita secondo i principi medioevali di città ideale come Pienza, di cui ho parlato qui, tanto da ottenere nel 2008, con Mantova, il riconoscimento Unesco. Da qui ci possiamo spostare verso Casalmaggiore, ambita in passato dai sovrani locali per la sua posizione strategica, San Benedetto Po dove sorge l’abbazia del Polirone, uno dei siti benedettini più importanti di tutta Europa e verso Mantova con la sua splendida piazza Sordello, a cui si affacciano sia il duomo che il palazzo ducale, la celebre reggia dei Gonzaga.

3. Brescia e Lago di Garda

Vi ho già parlato dei miei due giorni a Brescia in questo post. Una città come Brescia merita per forza una visita e due giorni sono il tempo minimo ideale di visita. Da qui vi consiglio di spostarvi verso il Lago di Garda: è vicinissimo ed ha un sacco di località che troverete interessanti. Un giorno a Desenzano è sufficiente e da qui potrete raggiungere facilmente altri centri come Salò, sede del governo della repubblica sociale, ultimo baluardo della dittatura fascista, Gardone, dove sorge il noto Vittoriale, lussuosa residenza di Gabriele Dannunzio e Toscolano Maderno per restare nel territorio lombardo.

4. Lago di Como

Tra gli itinerari di viaggio in camper in Lombardia non potrebbe mancare, poi, anche il Lago di Como, ricca di città da visitare, in primis la città di Como e di centri minori ma comunque molto noti. Tra questi devo menzionare Brunate, collegata a Como con una funicolare, meta turistica celebre per la presenza di tante belle ville liberty e per i meravigliosi punti panoramici, Cernobbio dove si trova la cinquecentesca villa d’Este, poi trasformata in
albergo fin dal 1873 e Lenno, in cui sorge villa Balbaniello, ambientazione dei film Star Wars e Casinò
Royale.

5. Valtellina

La regione della Valtellina è uno scrigno di tesori e bellezze davvero unico. Ideale per chi ama il trekking e gli itinerari naturalistici, la Valtellina è anche ricca di località interessanti da scoprire e visitare. Tra le cittadine più carine da visitare vi consiglio di iniziare da Morbegno, considerata la porta d’ingresso della Valtellina, Tirano da cui parte il viaggio ferroviario col treno rosso del Bernina fino a Saint Moritz, Bormio, nota per gli sport invernali e per le acque termali, Livigno, il comune più alto e più settentrionale del bel paese e ovviamente Sondrio.

6. Brianza

Nel blog potete fare riferimento a molti itinerari già presenti di uno o due giorni. In questo post su cosa vedere in Brianza in un giorno, ad esempio, trovate un itinerario da svolgere in giornata che abbraccia quattro tappe a breve distanza tra loro e, quindi, facilmente raggiungibili in poco tempo mentre in quest’altro articolo su cosa vedere in Brianza in due giorni potete prendere spunto per toccare diverse località più distanti e creare un itinerario che spazia dall’arte contemporanea alla storia di un’antica villa nobile fino ai sapori di una cucina genuina offerta in un contesto naturalistico di prim’ordine.

7. Bergamo e dintorni

La prima tappa di un itinerario “bergamasco” on the road in Lombardia non può che partire da Bergamo, di cui ho parlato qui, considerato uno dei centri artistici più importanti di tutta la Lombardia. Tra le località nei dintorni che meritano una visita, ci sono sicuramente Palazzolo sull’Oglio, luogo di transito e sosta della via Gallica, al tempo dei romani, Caravaggio, nota per la presenza del Santuario di S.Maria della Fonte, Romano di Lombardia, di origini celtiche (il suo nome, infatti, deriva da Rumanus che in celtico significa costruito vicino all’acqua e Treviglio (ne ho parlato in questo post).

8: Lago Maggiore

Da prendere in considerazione come meta ideale per un itinerario di viaggio in camper in Lombardia è, poi, il Lago Maggiore. Bellezze lacustre a parte, merito anche della presenza delle isole Borromee, forse non molti sanno che le acque del lago bagnano una gran quantità di città e cittadine molto piacevoli per una visita che hanno tanto da offrire anche in termini di storia e cultura. Un esempio  è Angera, con la sua imponente Rocca oppure Arona, di cui ho parlato in questo post, e ancora Lesa, Stresa, Baveno e Cannobbio. Tutte da visitare almeno una volta.

9. Franciacorta

Sono stata in Franciacorta diverse volte e devo ammettere che ogni volta è come se fosse la prima. Sì, perché quello della Franciacorta è un territorio vasto e molto interessante per ogni genere di interesse turistico. In questo post sulla Franciacorta, ad esempio, trovate una serie di attività da fare e di cose da vedere perfette per chi ama il vino ma anche per gli amanti della natura (imperdibile una passeggiata nella Riserva Naturale Torbiere del Sebino!) e della storia. Non mancano, infatti, antichi monasteri, abbazie benedettine e bellissimi castelli da visitare, che vi lasceranno tutti a bocca aperta!

10. Varese e provincia

Termino la mia lista di itinerari in Lombardia in camper con Varese e la sua bella provincia. Per quanto riguarda Varese, vi riporto direttamente il post su cosa vedere a Varese in un giorno (anche se confesso che ci sarei rimasta di più). Le destinazioni principali che vi suggerisco, invece, per scoprire la provincia sono sicuramente Saronno, in cui sorge il santuario della Madonna dei miracoli, meta di numerosi pellegrinaggi, Legnano, famosa per la storica battaglia vinta contro l’imperatore Barbarossa, ricordata ogni anno con un palio e Castiglione Olona, borgo ricco di tesori nascosti che vi sorprenderà.

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.