La mia visita guidata di Budapest in italiano con Budapest Guidata

Uno dei pilastri portanti dell’itinerario #4countriesin9days dovevano essere le guide e quando è stato il momento di scegliere quella di Budapest mi sono trovata in difficoltà perché la scelta era vasta e contattare una guida piuttosto che un’altra voleva dire fare un salto nel buio. Poi, tra le varie ricerche sul web, sono incappata nel sito di Budapest guidata, fondato nel 2004 da Nóra Juhász.

Guida turistica specializzata e ottima organizzatrice di viaggi, Nóra è riuscita in poco tempo a dare vita ad un’attività di successo, molto apprezzata dai turisti e viaggiatori che nei loro feedback si dichiarano felici di essere riusciti a trovare un servizio di guida turistica seria e professionale direttamente sul web, dove Budapest Guidata opera fin dalla sua “nascita”.

Grande_Sinagog_Budapest

Prima di partire, decido di contattarla e la sua calda accoglienza mi toglie ogni dubbio per cui concordiamo una visita guidata durante il mio viaggio di 3 giorni a Budapest. Ci incontriamo al Central Market Hall, il grande mercato centrale cittadino e da qui prendiamo un tram per raggiungere il quartiere ebraico con la Grande Sinagoga di Budapest. Qui ci fermiamo per ascoltare Nóra che ci parla degli ebrei ungheresi e delle storie drammatiche ed eroiche che li raccontano.

Un momento, per me, molto toccante. Lasciata la Sinagoga, ci incamminiamo  verso un luogo decisamente poco conosciuto di Budapest: Gozsdu Udvar, una via di passaggio tra i vecchi cortili dei palazzi del ghetto di Budapest. Non ci sarei mai arrivata se non avessi avuto una guida perché non è un luogo molto “appariscente”. In realtà, i suoi attuali edifici e negozi erano le antiche case e botteghe degli ebrei.

Gozsdu_Udvar_ghetto_ebrei_Budapest

Da in qui in 7 minuti raggiungiamo il Viale Andrassy in corrispondenza del Teatro dell’Opera di Budapest. Piazza degli Eroi è in fondo a questo viale, Andrássy út, il più importante viale di Budapest, riconosciuto nel 2002 come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. È lungo 3 chilometri, una distanza facilmente percorribile anche a piedi (25-30 minuti) se si ha tempo e le temperature lo permettono.

Viale_Andrássy_út_Budapest

Noi, che di tempo ne abbiamo poco e sentiamo parecchio il gelo invernale, preferiamo andare a riscaldarci per qualche minuto in metro ma non in una metro qualsiasi bensì nella metro storica di Budapest, la linea M1 di colore giallo che attraversa la città in senso sud-ovest↔nord-est ed è la seconda linea metropolitana più antica d’Europa, dopo quella di Londra.

In metro superiamo Piazza degli Eroi che raggiungeremo a piedi di ritorno alla metro e scendiamo alla stazione Széchenyi fürdő che deve il suo nome alle Terme Széchenyi, situate a poca distanza. Nóra ci porta a dare un’occhiata, raccontandoci che si tratta dei bagni termali più importanti ed antichi della città ed uno dei più grandi complessi termali d’Europa.

Széchenyi_fürdő_terme_Budapest

Siamo al centro del parco cittadino di Városliget e, qui, oltre alle terme, sorge anche il Castello Vajdahunyad, di cui Nóra ci racconta la storia, molto curiosa, che ha portato alla costruzione di questo grande e particolarissimo complesso di edifici. Diversamente da ciò che si pensa, questo non è un vero castello ma una “mostra” di stili architettonici: romanico, gotico, rinascimentale e barocco.

Dal Castello Vajdahunyad al lago (che io ho visto nella sua versione invernale ovvero come pista di pattinaggio su ghiaccio) il tratto di strada è breve e, superandolo, ci si ritrova davanti alla monumentale Piazza degli Eroi, una delle più importanti di Budapest, di cui Nóra ci racconta tutta una serie di vicende e curiosità politiche e storiche davvero interessanti.

guida_turistica_visita_guidata_budapest

Andando via da Piazza degli Eroi, riprendiamo la metro M1 con destinazione Buda. In realtà, scesi dalla metro a Deak riprenderemo un mezzo, il bus n.16 che porta direttamente fino collina della Fortezza (Várhegy) e alla celebre Chiesa di Mattia, al centro di piazza Szentháromság, dove si trova anche il Bastione dei Pescatori che prende il nome dai pescatori a difesa di questo tratto di mura durante il Medioevo.

La parte più antica di Budapest è questa: Buda ed a confermarlo sono anche alcune costruzioni particolarmente interessanti come l’ex- ‘via Italiana’ oggi chiamata via ‘ Országház’ e diverse case medioevali e case antiche risalenti al 15esimo secolo ed è qui che finisce il nostro tour. Nóra sta per salutarci ma non prima di averci fornito un’ultima, stavolta golosa informazione: “fate un salto alla Ruszwurm!“.

Buda_Budapest_nucleo_storico_medievale

Nóra ci racconta che quest’antica e rinomata pasticceria di Buda è stata aperta nel 1827 e vale la pena farci un salto per assaporare lo stile imperiale e bere un caffè ma soprattutto per assaggiare le deliziose torte preparate ancora in modo tradizionale e adorate dalla stessa Principessa Sissi che durante i suoi soggiorni e vacanze a Budapest, faceva sempre un salto alla Ruszwurm.

pasticceria_Ruszwurm_imperiale_budapest

Insomma avere una guida turistica di Budapest ci ha consentito di fare cose che, sicuramente, da soli non saremmo riusciti a vedere e trovare per cui un GRAZIE immenso alla nostra super guida Nóra che ci ha sorpreso, emozionato e coinvolto con i suoi racconti e ci ha fatti avvicinare a poco a poco alla vita e alla storia di una città che mi è entrata nel cuore e ci resterà per sempre. Di seguito le visite guidate di Budapest in italiano organizzate da Budapest Guidata:

  • BUDAPEST PANORAMICA  – che prevede di visitare in 4 -4,5 ore i siti piú importanti della capitale
  • BUDAPEST MAESTOSA – che prevede di visitare tutto in 7 ore andando in minibus, offrendo il pranzo e tutti gli ingressi ai monumenti
  • BUDA ANTICA – LA POMPEI UNGHERESE che prevede di visitare la parte nord di Buda, i resti dei romani, il sito archeologico e il museo di Aquincum, dove fu ritrovato e custodiscono il piú vecchio strumento musicale del mondo: un’organo idraulico dal 2. secolo d.C
  • GODOLLO REALE –

Per maggiori informazioni sui tour e le escursioni in Ungheria scrivimi a info@tiraccontounviaggio.it indicando quali sono le tue richieste e ti aiuterò a scegliere e prenotare la visita guidata di Budapest in italiano di tuo interesse, cercando di soddisfare tempi e budget in modo accurato e personalizzato.

[QUI trovate un piccolo assaggio video del mio tour guidato insieme a Nóra!]

3 Commenti

  1. enrico

    Salve, o letto con molto interesse sul tuo viaggio a Budapest, e sinceramente dopo aver girato sia fuori dall’europa che in europa io e mia moglie volevamo visitare prima Varsavia e poi dal 29 Dicembre fino al 2 Gennaio proprio Budapest, ti volevo chiedere se per te non è disturbo ma la Sig.ra Nòra parla italiano, perchè noi parliamo poco le altre lingue, anche se poi dove siamo andati ce labbiamo cavata. Per ilmomento non o altre domande, grazie.

  2. Daniele noris

    Ciao ho letto su internet della vs attività turistica.
    Sarò a budapest centro da sabato sera a lunedì mattina (sono in giro in solitaria in moto).
    Cosa mi suggerite per una visita alla citta, poco interessato ai monumenti e più alla vita quotidiana come mercati, negozi, ristorazione di strada, terme, uso di mezzi pubblici, bicicletta.
    Grazie, saluti
    Daniele noris
    Genova

  3. Maddalena Orlando

    Ciao,

    sono Maddalena e verrò a Budapest dal 18 al 22 luglio, con due figli di 13 15 anni. Ho comprato una guida e abbiamo qualche idea piuttosto chiara di visita, ma non ci dispiacerebbe una visita guidata con spiegazioni su parti meno turistiche o magari più reali della storia o della società anche attuale ungherese. Ovviamente i punti cardine della città non vorremmo perderli, compresi un giro in traghetto. Ma qualche ora fuori rotta non ci dispiacerebbe. Che cosa consigli? Che disponibilità hai? E quanto costerebbe?. Grazie e buona serata.

    Maddalena Orlando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.