Isole del Golfo di Napoli: cosa vedere, quando andare e come arrivare

Le isole del Golfo di Napoli sono uno dei luoghi più affascinanti di tutta Italia e il continuo e costante flusso turistico lo dimostra, anno dopo anno. Le più famose sono Ischia, Procida, Capri ma fanno parte dell’arcipelago anche Vivara e Nisida. In età classica erano chiamate Pithecussae, o meglio Isole delle Scimmie dal mito secondo cui due briganti Cercopi di Efeso, facendosi beffe di Zeus, furono da questo puniti, trasformati in scimmie e relegati nelle isole di Aenaria (Ischia) e Prochyta (Procida). Se state progettando un fine settimana a Napoli e dintorni, ecco un po’ di consigli su cosa vedere e come arrivare nelle isole del Golfo di Napoli.

Cosa vedere nel Golfo Napoli

Capri, l’isola dell’amore

Tappa imperdibile di un tour delle isole del Golfo di Napoli, Capri conosciuta (non a caso) come isola dell’amore e del sole, saprà affascinarvi fin dal primo momento. Simbolo di Capri sono i Faraglioni, tre grandi sassi situati a largo della costa, immersi nel mare blu e raggiungibili solo in barca. Il più vicino alla terraferma si chiama Saetta, quello di mezzo Stella e quello più esterno Scopolo. Il più alto misura 109 metri, mentre Stella presenta una grotta naturale che può essere attraversa in barca.

Nota fin dai tempi degli antichi romani, al tempo dell’imperato Tiberio che visto la meraviglia di questa grotta, fece costruire un passaggio dalla sua villa fin qui, per fare il bagno e godere di questo spettacolare dono della natura. Al suo interno la grotta presenta un’acqua blu senza precedenti, tanto che il mare sembra quasi illuminato di una luce proveniente dal basso. La grotta può essere visitata solo con delle piccole barche per un massimo di quattro persone.

Vuoi saperne di più su Capri? Ecco 5 cose da fare a Capri in un giorno.

L’isola di Ischia e le sue terme

Se lo scopo del vostro viaggio è quello di rilassarvi e staccare dal tram tram quotidiano, le località che sorgono lungo la Costa campana sono mete perfette. Quasi sempre quando si parla di mare e di Campania però si fa automaticamente riferimento ai borghi della Costiera Amalfitana o della Costiera Sorrentina e solo in un secondo momento alle isole del Golfo di Napoli. Tra queste invece merita senz’altro una visita l’isola di Ischia con le sue famose terme di origine vulcanica che hanno una storia davvero molto antica.

Furono i Greci per primi a ricorrere al loro uso per ritemprare il fisico e il corpo e come metodo di guarigione per le ferite di guerra. In seguito i Romani, certi delle loro qualità terapeutiche decisero di sfruttare, le acque termali come strumento di cura e di relax, realizzando le Thermae pubbliche. Attualmente l’isola vanta un gran numero di parchi termali che ospita, alcune a pagamento, altre gratuite, aperte a tutti sia d’inverno che d’estate e a qualsiasi ora del giorno e della notte.

L’incantevole Marina di Procida

Procida è una delle isole del Golfo di Napoli più affascinanti, densa di fascino e bellezze, che offre scenari incantevoli tipici dei luoghi del mediterraneo, in clima mite e l’atmosfera autentica di un borgo marinaro. La zona del porto, caratterizzata da un insieme di case basse dai mille colori che insieme al Palazzo Montefusco, edificato nel XII secolo, affacciano sulle acque trasparenti dell’isola è il suo migliore biglietto da visitaUn paradisiaco mix di mare,  natura e tradizioni che merita di essere assaporato almeno una volta nella vita.

Riserva Naturale di Vivara

La piccola isola di Vivara con la sua forma a mezzaluna, antico margine di un cratere vulcanico risalente a 50 mila anni fa, è oggi un importante riserva naturale statale. Collegata con Procida da un ponte, è sicuramente una delle isole più misteriose del Golfo di Napoli. A lungo dimenticata e inaccessibile, di recente quest’isolotto  (o meglio, una piccola parte di esso) è diventato finalmente visitabile attraverso tour guidati di gruppi in cui i visitatori vengono accompagnati da guide autorizzate appartenenti alla Protezione Civile, all’associazione Vivara o alla Lega Italiana Protezione Uccelli (Lipu).

Nisida, l’isola che non c’è

L’isola di Nisida, appartenente al gruppo delle isole Flegree, si trova all’estremità della collina di Posillipo. Sede dell’Accademia Aeronautica e di un antico carcere minorile aperto nel 1934, Nisida non è aperta al pubblico e rappresenta un vero miraggio per gli stessi napoletani. Nonostante la sua mancata vocazione turistica di cui Edoardo Bennato cantava in una sua canzone “Nisida è un’isola e nessuno lo sa”, periodicamente le associazioni locali organizzano visite guidate ed escursioni di trekking nella zona del parco intorno all’istituto di pena ed è possibile averne quanto meno un assaggio.

Quando andare e come arrivare

Quando visitare le Isole del Golfo di Napoli

In primavera le giornate si allungano e il clima è davvero splendido. Sarebbe un peccato passarle a casa quando le isole del Golfo di Napoli non aspettano altro che essere scoperte. Non serve progettare un viaggio oltreoceano, quando qui in Italia possiamo trovare lunghi naturalistici nascosti che meritano di essere visti. Le isole del Golfo di Napoli sono perfette per un weekend di relax, una settimana in barca a vela o un’estate al mare ma non solo. Anche se la consuetudine vuole che si pensi a questi luoghi come mete prettamente estive in realtà si può godere della loro bellezza in qualsiasi mese dell’anno.

Isole del Golfo di Napoli: come arrivare

Arrivare sulle isole del Golfo di Napoli è molto semplice perché i collegamenti sono comodi, numerosi e frequenti da Napoli, da Salerno e tra un’isola e l’altra. L’importante è aver chiaro l’itinerario con le tappe precise se avete intenzione di visitarne più di una nello stesso viaggio. Sul web sono presenti molte compagnie marittime che effettuano collegamenti con traghetti e aliscafi per Capri, senza dubbio una delle isole più belle del Golfo di Napoli, e così pure per Procida e Ischia. Quindi vi basterà scegliere la tratta, il giorno e la data e potrete prenotare il biglietto direttamente online.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.