Isole Canarie: quale scegliere?

Amante delle isole (spagnole soprattutto!) quale io sono, non poteva mancare un articolo anche sulle Canarie, 7 isole totalmente differenti l’una dall’altra, seppur vicine tra di loro: Lanzarote, Fuerteventura, Gran Canaria, Tenerife, Gomera, La Palma e Hierro. A circa 4 ore di volo da Milano, le Canarie sono facilmente raggiungibili con comodi voli diretti, low cost e di linea. 

Si trovano nell’Oceano Atlantico, ad una latitudine pari a quella dei Caraibi e delle Hawaii, di fronte al Marocco ed al deserto del Sahara, dal quale arrivano spesso correnti e sabbia, soprattutto a Fuerteventura, la più vicina al continente africano.Le più conosciute e visitate sono le isole maggiori, ovvero (in ordine geografico dall’Europa verso l’Oceano) Lanzarote, Fuerteventura, Gran Canaria e Tenerife.

La Palmas, Hierro e Gomera sono molto piccole e turisticamente meno affollate, oltre che più scomode da raggiungere (non ci sono voli diretti dall’Italia, ma è richiesto almeno uno scalo in Spagna o nelle altre Canarie). Seppur di origine vulcanica, queste isole ci regalano panorami unici e diversi, non a caso sono conosciute anche come le isole dell’eterna primavera: le temperature miti tutto l’anno regalano vacanze in qualsiasi mese.

Lanzarote

lanzarote_canarie_isole

Lanzarote è adatta a chi cerca la pace e la calma, sembra di stare sulla Luna, per la sua formazione morfologica, un paesaggio davvero lunare! E’ riserva naturale della biosfera dell’UNESCO, molto ventosa ( come tutte le Canarie, essendo in mezzo all’Oceano), ricca di spiagge, prevalentemente rocciose, ma quelle rare di sabbia sono incantevoli.

A differenza delle altre Canarie, Lanzarote accoglie un tipo di turismo d’elite, più controllato rispetto alle altre, la zona più abitata si trova nella parte sud dell’isola, proprio di fronte a Fuerteventura: Playa Blanca, Puerto del Carmen (di cui parliamo qui) , Arrecife, sono le cittadine più conosciute e turisticamente sviluppate. La costa nord-occidentale è deserto, molto visitato il parco del Timanfaya: sembra di stare realmente sulla Luna, con i suoi incredibili crateri!

Fuerteventura

fuerteventura_isole_canarie

Fuerteventura, la mia preferita, prende il nome da Fuerte (forte) ventura ( vento), ovvero è l’isola del vento forte, ma anche di un mare caraibico che non ci si immagina di trovare in mezzo all’Oceano Atlantico: acque chiarissime, trasparenti, cristalline vi accoglieranno nelle innumerevoli spiagge di sabbia bianca dell’isola, soprattutto nella zona sud ed est.

Il vento è spesso forte, ma io ho avuto la fortuna di passare una settimana ad Ottobre in questa isola, per il mio compleanno, ed a parte il primo giorno, il resto della settimana è stato abbastanza clemente tanto da poter stare sia in spiaggia che in acqua. L’acqua è un po’ fredda, essendo oceano, ma gli incredibili colori invogliano i bagni in continuazione. La temperatura esterna devo ammettere che aiuta!

Gran Canaria

gran_canaria_isole_canarie

Gran Canaria è chiamata il continente in miniatura, perché in essa sono concentrati diversi tipi di microclima, che vanno dal continentale al desertico, al tropicale, il tutto in pochi km quadrati. Offre diverse spiagge e parecchia vita notturna, concentrata soprattutto nella zona di Las Palmas ( la capitale). Le spiagge più famose si trovano nella zona orientale di Gran Canaria.

Senza dubbio Maspalomas è la più conosciuta, con le sue enormi dune desertiche direttamente sul mare, formatesi nei secoli grazie al vento che dall’Africa porta sabbia del Sahara. Un’altra incredibile spiaggia è Playa del Inglés, conosciuta soprattutto dalla comunità omosessuale inglese e tedesca, insieme alla Playa di Las Canteras.

Tenerife

tenerife_isole_canarie

Tenerife è l’isola della diversità: è così facile abbronzarsi sulle sue grandi spiagge nere di origine vulcanica, così come è così facile trovare la neve sul Teide, il vulcano ancora attivo dell’isola! Tenerife forse è l’isola più conosciuta delle Canarie, per la sua vita notturna e per il suo paesaggio così diverso dalle altre.

La zona sud di Tenerife è simile alla zona sud di Gran Canaria: cittadine come Las Americas, Los Cristianos, Adeje ed El Médano, collegate tra loro da una lunghissima passeggiata sul lungomare, offrono ogni tipo di servizio e una sfrenata vita notturna. La zona nord è più selvaggia e naturale, rispetto alla zona artificiale creatasi nel sud dell’isola.

La Palmas

la_palmas_isole_canarie_spagna

La Palmas è stata nominata dall’Unesco Riserva della Biosfera, un piccolo gioiello mondiale: poco visitata e lontana dal turismo di massa, offre spiagge nere di origine vulcanica ed innumerevoli vulcani ancora attivi, tra cui la Caldera de Tamburiente, uno dei crateri più grandi al mondo all’interno del Parco nazionale. Da non perdere le piscine naturali di La Fajana e le sorgenti di Nacientes de Marcos y Corderos.

La Gomera

la_gomera_isole_canarie_spagna

La Gomera è una piccola isola incontaminata, ricca di vallate con coltivazioni di banani, scogliere e boschi, tra i quali spicca il Parco Nazionale di Garajonay, Patrimonio Mondiale dell’Unesco: un fitto bosco millenario. Le spiagge sono piccole calette di sabbia nera, che nascondono incantevoli piscine naturali. La più suggestiva è la zona di Playa de Alojera.

El Hierro

el_hierro_fondale_marino_canarie

El Hierro è la più piccola delle sette Canarie, sconosciuta e selvaggia, anch’essa Riserva della Biosfera, Patrimonio dell’UNESCO. Assolutamente da vedere il Faro di Orchilla, il Bosco delle Sabine e la Grotta di Don Justo. El Hierro è un’ottima meta per le immersioni, grazie alle sue acque cristalline ed a fondali marini pieni di specie differenti.

Queste piccole isole sono l’ideale per tornare a casa con una nuova energia!

Scrivere articoli richiede moltissimo tempo e impegno. Se il post ti è piaciuto, aiutami a condividerlo: a te non costa nulla, per me è davvero importante!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

Lascia un commento