Dove dormire a New York: i quartieri migliori in cui alloggiare

Visitare la Grande Mela è un’esperienza che prima o poi nella vita si deve fare ma ci sono alcune cose da sapere su New York prima di partire per evitare di trovarsi impreparati. Una di queste cose non può che essere l’alloggio. Eh già, scommetto che la prima domanda che vi starete facendo, biglietti aerei in tasca, è “dove dormire a New York”. Per rispondere in modo esaustivo non basta un articolo perché come potete immaginare ci sono un sacco di variabili da tenere in considerazione ma proverò ad aiutarvi con qualche consiglio. 

Dove dormire a New York

La zona migliore: Midtown Manhattan

Sicuramente la zona migliore dove dormire a New York è proprio Manhattan. Questo è “the place to be” in assoluto. Il cuore della Grande Mela dove accade tutto e dove si può essere vicini alle principali attrazioni e luoghi di interesse turistico quali Times Square, Central Park, l’Empire State Building tanto per menzionarne qualcuno. Se avete la possibilità di scegliere, quindi, questa è la zona  più bella dove dormire a New York e ve la consiglio senza se e senza ma. C’è però un “purtroppo” e riguarda il costo degli hotel che qui è molto alto: per una camera accettabile non spenderete meno di 300-400 euro a notte.

Altri quartieri di Manhattan

Upper East Side

L’Upper East Side è un quartiere residenziale molto esclusivo di Manhattan e infatti non è difficile incontrare semplicemente camminando personaggi famosi del cinema e dello spettacolo. Va da sé quindi che come per Midtown Manhattan anche qui i prezzi degli alloggi sono abbastanza alti. La location però è davvero unica. Sarete ad un passo dal polmone verde di New York, Central Park e vicinissimi al famoso “Museum Mile”, ovvero l’area che racchiude i principali musei di Manhattan, come il Metropolitan Museum of Art, il Guggenheim e il Museo della Città di New York.

Upper West Side

L’Upper West Side proprio di fronte all’Upper West Side è anch’essa una zona abbastanza raffinata ed elegante che però di recente ha iniziato a popolarsi anche di famiglie e catene di negozi, oltre che ristoranti molto più orientati ai locali che al turista. Questo non vuol dire che non sia un quartiere adatto ai turisti ma che, essendo circondato dal Riverside Park e Central Park, è più adatto ad un tipo di viaggiatore amante della natura e degli spazi verdi che cerca un tipo di alloggio tranquillo e più riservato, senza rinunciare a godersi le attrazioni interessanti dei dintorni, su tutti l’American Museum of Natural History.

Soho, Tribeca e Greenwich Village

Questi tre quartieri sono una soluzione ideale alternativa a Midtown Manhattan dove si possono trovare, prenotando con un po’ di anticipo, anche soluzioni di alloggio a buon prezzo e restare al tempo stesso vicinissimi ai luoghi più belli e famosi di New York. I collegamenti infatti sono ottimi e vi consentiranno di raggiungere Times Square in pochi minuti soltanto. In più, Soho, Tribeca e Greenwich Village sono frequentati da giovani e sono pieni di locali e ristoranti alla moda, per cui il divertimento è garantito giorno e notte.

Distretti limitrofi

Queens

I quartieri che abbiamo visto fino sono comunque piuttosto cari, a meno che non abbiate la fortuna di trovare qualche sconto o last minute. Se il vostro budget è più contenuto o semplicemente non avete intenzione di spendere troppo per l’hotel ci sono altre comode soluzioni. Uno dei distretti in assoluto più convenienti dove dormire a New York è, secondo me, Long Island City nel Queens e ve lo dico per esperienza personale perché ho scelto di alloggiare qui mentre ero a New York. Si tratta di una zona molto vivace e sicuramente tra le più multiculturali della città, economica (potete trovare una camera con colazione e bagno in camera a 100 euro a notte) e ben servita dai collegamenti in metro per Manhattan.

Brooklyn

L’altro quartiere più interessante e conveniente dove dormire a New York è poi Brooklyn (qui trovate un itinerario a piedi di un giorno), in particolare le zone di Brooklyn Heights, DUMBO e Williamsburg che oltre ad essere bellissime sono ben collegate con Manhattan. Un po’ più cara di una sistemazione nel Queens, un hotel a Brooklyn resta però comunque meno caro di uno a Manhattan e inoltre vi darà la possibilità di assaporare un’atmosfera più rilassata, autentica e di godere di spettacolari panorami sullo skyline di New York.

Harlem

Centro della cultura afroamericana, il quartiere di Harlem (di cui ho parlato qui) è sicuramente uno dei più belli e uno di quelli che mi è piaciuto di più devo ammettere. Dopo averla visitata, mi sono convinta che Harlem sia un’ottima location da prendere in considerazione tra i posti dove dormire a New York. In passato era considerato un quartiere povero, degradato e anche pericoloso ma oggi dopo un’importante riqualificazione ha perso quasi del tutto questa brutta reputazione e anzi rappresenta una delle migliori alternative per chi vuole soggiornare a New York spendendo poco ma restando vicino alle attrazioni più famose.

Deal e offerte su Booking

Per la prenotazione dell’hotel affidatevi a Booking, è una garanzia, ci sono un sacco di alloggi disponibili per tutte le tasche. Inoltre se prenotate su Booking ho un regalo per voi. Grazie al programma “Affiliate partner” al quale sono iscritta infatti potrete accedere ad incredibili “deal” (affari) sulla vostra prenotazione. Accaparrarsi le tariffe scontate è molto semplice. Cliccate Vedi tutte le offerte e dopo qualche secondo vi apparirà l’elenco di hotel a prezzi scontati. Scegliete quello più adatto a voi e potrete beneficiare di “offerte” a tempo davvero convenienti, da prenotare subito!


Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.