Dove dormire a Barcellona: 5 consigli per trovare l’alloggio giusto

Trovare un alloggio per dormire a Barcellona dovrebbe essere un’operazione abbastanza semplice. La capitale della Catalogna, infatti, offre un vasto numero di soluzioni ben diversificate capaci di soddisfare i gusti ma soprattutto di rispettare il budget di ogni viaggiatore. Tuttavia, se non ci siete mai stati e state pianificando il vostro primo viaggio avrete sicuramente bisogno di qualche consiglio per capire meglio come orientarvi nella scelta del vostro alloggio.

1. Dormire al centro di Barcellona: pro e contro

Il consiglio che sento sempre di dare a chi sta per visitare una città per un weekend o pochi giorni è quello di alloggiare in una zona centrale. Per i miei 4 giorni trascorsi a Barcellona ho trovato un alloggio molto carino ed accogliente a pochi metri dalle Ramblas, vicinissima alla  fermata della metropolitana ed è stata una scelta azzeccatissima perché ero in una posizione strategica nel centro di Barcellona, a 5 minuti a piedi dal Barrio Gotico, il cuore vibrante di Barcellona.

Si tratta di una zona molto richiesta dai turisti, piena di locali, caffetterie, bar e ristoranti aperti tutto il giorno, insomma una zona molto frequentata e vivace. Infatti, il Barrio Gotico è uno dei quartieri della movida notturna, è quindi perfetto per godere al massimo dell’atmosfera vivace della città catalana. Trovandovi nel cuore della città sarete anche circondati da alcuni dei punti più belli della città, come Plaça Reial, Las Ramblas, la Cattedrale e molti altri.

2. Quartieri centrali a prezzi accessibili

Dormire al centro di Barcellona significa essere al centro di tutto quello che succede davvero nella capitale catalana ma può avere un costo decisamente più alto rispetto alla media. Se non volete rinunciare ad un alloggio centrale, quindi, bisogna necessariamente prendere in considerazione altri quartieri. Uno di questi è il quartiere El Born, una zona piena di vita, molto sicura e ricca di locali e di bar, che dista solo pochi minuti a piedi dal Barri Gòtic.

Un altro quartiere interessante per alloggiare a Barcellona è il Quartiere El Raval che oggi ormai ha cambiato completamente volto riscattandosi dalla sua antica reputazione di zona pericolosa e malfamata per diventare negli ultimi anni un piacevole angolo di Barcellona, vivace, multietnico, ricco di locali e sicuramente più tranquillo. Il merito è tutto dell’importante operazione di gentrification, avviata negli anni 80′ e proseguita fino agli anni ’90 del secolo scorso attraverso cui è pian piano tornato a nuova vita.

3. La Barceloneta per una Barcellona vista mare

Una delle zone più belle di Barcellona, a poca distanza dal centro pulsante della città è sicuramente La Barceloneta, ideale per vivere la città “vista mare”. Questo quartiere sempre vivo, affascinante e molto caratteristico, pur essendo pieno di ristoranti e bar è un po’ più tranquillo rispetto al Barrio Gotico e vi darà la possibilità di vivere Barcellona in un’atmosfera da vacanza al mare che spesso non si ha il tempo di assaporare a pieno.

In questo quartiere, infatti, potrete conoscere il lato più vacanziero e rilassante di Barcellona e alternare le visite culturali, a musei ed attrazioni a qualche piacevole ora in spiaggia, sdraiati al sole in uno dei tanti famosi lidi che costeggiato tutto il litorale. Si trova nella Barceloneta anche il Port Vell, il Porto Vecchio di Barcellona, ex mercato del pesce trasformato in meta di divertimento, dove sorge il grande centro commerciale Maremagnum.

4. Quartieri adatti a coppie e famiglie

Se viaggiate in coppia o in famiglia con bimbi al seguito, forse l’ideale è alloggiare in una zona di Barcellona meno centrale ma più tranquilla rispetto al Barrio Gotico. Tra queste vi consiglio il quartiere di Gràcia, una zona che vi farà pensare di trovarvi in un paesino. In realtà siamo sempre a Barcellona. Anzi, Gràcia è più vicina al centro di quanto si possa immaginare ed è il luogo dove si può godere un’autentica atmosfera catalana impreziosita da musica, colore e buon cibo.

Altre zone di Barcellona, particolarmente interessanti per una famiglia, sono poi Montjuc e Poble Sec. Anche in questo caso, non avrete problemi per gli spostamenti perché sono quartieri ben serviti da metro e bus e vicini al centro ma anche al mare e per questo considerati particolarmente strategici. Inoltre, sono economici, il che non guasta soprattutto se si viaggia in tanti e bisogna stare attenti a restare in un certo budget di spesa.

5. Hotel o appartamento: cosa scegliere?

Non è mai facile dare questo tipo di consigli perché dipendono molto dal momento in cui prenotate, da quanti siete e dalle offerte che potrebbero esserci. Tuttavia, affittare un appartamento consente sempre un risparmio notevole, anche perché avrete a disposizione un’intera cucina attrezzata e non sarete costretti a mangiare tutti i giorni fuori casa. Inoltre a Barcellona, c’è un’ampia scelta di agenzie che offrono appartamenti in affitto.

Ad esempio, AB Apartment Barcelona, che prima attraverso il servizio clienti multilingue e poi il team in reception si occuperà di tutto ciò di cui avete bisogno dal momento in cui arrivate a Barcellona fino alla vostra partenza, grazie a un ufficio aperto 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana, 365 giorni l’anno. Con oltre 1,000 appartmenti in tutta la città, da monolocali fino ad appartmenti di lusso in centro o sulla spiaggia, AB Apartment Barcelona ha qualcosa per tutte le esigenze.

 

3 Commenti

  1. Federica

    Sei una viaggiatrice straordinaria. La tua semplicità e trasparenza ti farà decollare alla grande e il trionfo sarà solo merito tuo. Si vede che quello che fai e che scrivi è tutta farina del tuo sacco. Continua così con questi avvincenti racconti di viaggio……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.