Deutsches Eck, l’angolo tedesco di Coblenza tra Reno e Mosella

La Germania non smette mai di sorprendere. Ci sono andata e tornata molte volte in poco tempo e ogni singola volta sono tornata a casa con qualcosa di nuovo da raccontare, ricordare. Una di queste è il Deutsches Eck, l’angolo tedesco della città di Coblenza nella romantica Valle del Reno dove s’incontrano Reno e Mosella o meglio dove il fiume Mosella confluisce nel Reno.

Le origini di questo luogo vanno rintracciate nella sua storia comunque più che nella sua geografia e, secondo la storia, il Deutsches Eck risalirebbe all’Ordine teutonico (Deutscher Orden), l’ordine cavalleresco che nel 1216 si era qui insediato. Per le testimonianze scritte, però, dovremo aspettare il 1502 quando all’Ordine, in questo luogo, venne dedicata una porta.

All’angolo tedesco ci sono stata durante un weekend tra Coblenza e Magonza e ci sono due modi di visitarlo: percorrendolo a piedi e dall’alto. Per arrivarci basta seguire il lungofiume fino alla punta estrema. Qui troverete questo famoso “angolo tedesco” da cui il panorama sui due fiumi è magnifico. Alle spalle, al di sopra di un mausoleo visitabile, si trova la statua di Guglielmo I .

Deutsches_Eck_coblenza_germania_reno_angolo_tedesco_noiDeutsches_Eck_coblenza_statua_guglielmo_IDeutsches_Eck_coblenza_germania_fortezza_Ehrenbreitstein.JPG

Deutsches_Eck_coblenza_germania_fortezza.JPG

Questa imponente statua era stata realizzata sul finire del 1800 con l’intento di omaggiare l’imperatore, a cui si doveva l’unità della Germania, nata poco dopo la sua morte ma fu in seguito usata dai nazisti a scopo propagandistico per poi essere rasa al suolo dall’artiglieria statunitense, durante la seconda guerra mondiale. Se oggi la ritroviamo in perfetta forma il merito è di una colletta pubblica del 1993.

Per ammirare il Deutsches Eck dall’alto ed apprezzarlo in tutta la sua “angolarità”, invece, regalandosi un panorama da cartolina sui due fiumi che si incontrano, bisogna raggiungere l’altro lato del fiume che, per la presenza della fortezza di Ehrenbreitstein, merita una visita. Per attraversare il Reno non avrete bisogno di traghetti ma si può utilizzare l’innovativa funiva di Coblenza, la più lunga della Germania.

Salire su questo ingegnoso mezzo di trasporto è stata, per me, un’esperienza pazzesca… ma se soffrite di vertigini potrebbe non essere cosi piacevole, dato che nonostante il breve tragitto, si resta sospesi in area a 40 metri di altezza dal livello del Reno! Una volta approdati ci siamo subito lanciati alla visita del bellissimo Festungspark con la sua Aussichtsplattform, la piattaforma panoramica e la zona del castello.

Insomma, un altro angolo (letteralmente) della bella Germania ricco di storia e di fascino questo Deutsches Eck che merita di essere visitato e conosciuto al pari di altri “turisticamente” più famosi. Per approfondire con altre informazioni potete visitare la pagina dedicata del sito Internet dell’ente del turismo di Coblenza (in inglese) collegandovi a questo link.

2 Comments

  1. Anna Maria

    Articolo e foto divinamente piacevoli! Bello essere informati su aspetti del territorio non del tutto conosciuti a gran parte di noi lettori ; continueremo a leggere i tuoi coinvolgenti articoli, Marianna. Complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.