Cosa vedere a Minori: il mio tour nel borgo dell’otium in Costiera Amalfitana

Siamo arrivati a Minori di prima mattina dopo un viaggio molto avventuroso lungo i bellissimi borghi della Divina Costiera Amalfitana, collegati da curve e tornanti che si susseguono uno dopo l’altro. Chi l’ha fatto almeno una volta nella vita si ricorderà bene cosa vuol dire percorrere in auto la strada statale 163 Amalfitana: panorami a picco sul mare incredibili, una vegetazione ricca e rigogliosa, scorci favolosi di un mare che più azzurro non c’è. Un vero paradiso insomma, almeno per chi non soffre il mal d’auto e di vertigini.

Arrivati a Minori, la prima cosa che vediamo è la spiaggia cittadina, come sempre affollatissima, e parte del borgo arroccato sulle pendici di una delle dolci colline della Costiera. Iniziamo la nostra visita dalla graziosa Piazza Ettore e Gaetano Cantilena dove sorge la Basilica di Santa Trofimena, il principale edificio religioso del piccolo borgo che conserva le reliquie di Santa Trofimena, martire cristiana patrona di Minori. Entriamo per visitarla e quello che vediamo rappresenta un grande esempio di architettura sacra del secolo XVIII.

Nonostante sia stata, nei secoli successivi alla sua costruzione originaria, restaurata più e più volte, la struttura della Basilica è rimasta immutata fino ai nostri giorni. Sotto il presbiterio, si trova l’attuale cripta di Santa Trofimena, in stile barocco, a cui si accede scendendo due rampe di una piccola scala. Le spoglie della Santa si trovano qui, in un’urna di marmo sotto l’altare ed è perciò questo il luogo della Basilica che rappresenta la vera meta di visita e preghiera per la comunità minorese.

Uscendo dalla Chiesa non si può fare a meno di notare il suggestivo scorcio vista mare che ci viene regalato dall’alto dei gradoni, finemente addobbati da colorati vasi di fiori rossi. Incredibile come questo luogo sacro sia stato costruito in questa posizione così ravvicinata al litorale, che si trova a pochi metri da noi, forse proprio a voler sottolineare il suo legame con il mare e soprattutto con la spiaggia dove nel VII° o VIII° secolo, secondo la tradizione, furono ritrovate le ossa della Santa.

A questo punto iniziamo la nostra passeggiata tra vicoli e vicoletti, passando davanti a storiche pescherie, bed & breakfast, ristoranti e trattorie, bar e le immancabili pasticcerie artigianali come la Pasticceria Gambardella dove oltre a pasticcini di ogni genere trovate anche diversi tipi di liquore dal tipico limoncello ad altri come l’aranciello e l’anice stellato. Non mi sono fermata per cui non posso garantire la bontà di tutte le creazioni esposte in vetrina ma se l’apparenza non inganna, dovevano essere squisite.

Prossima tappa del nostro tour è la Villa Marittima. Questo è un luogo direi quasi sconosciuto ma senz’altro tra le cose più interessanti da vedere a Minori. Si tratta di un’antica Villa Romana risalente al I sec . d. C. e con un’estensione di circa 2500 mq posizionata in un punto strategico del borgo di Minori, aperto verso il mare che consentiva un facile e diretto approdo alla terraferma ma anche protetto da eventuali mareggiate, essendo in passato la linea di costa arretrata rispetto ad oggi.

La Villa Romana di Minori o ciò che rimane di essa si può visitare gratuitamente insieme all’Antiquarium, sul piano superiore, il museo in cui sono conservati molti interessanti reperti di età romana provenienti da altre ville della zona, a dimostrazione del fatto che non solo Minori ma tutta la Divina Costiera rappresentava una meta molto ricercata tra l’aristocrazia romana imperiale e che tanti furono i liberti che a quel tempo decisero di costruire delle residenze adatte a praticare il famoso “otium“.

Lasciamo la Villa Romana, che in estate è animata da performance musicali e spettacoli teatrali, per tornare verso il Lungomare, prendendo uno dei vicoletti più vicini e in pochi minuti raggiungiamo Piazza Umberto I, dove si trovano bar, caffetterie e gelaterie alternate a negozietti di ceramiche e souvenir. Prima di salutare Minori, però, non possiamo non regalarci un momento di riposo e di dolcezza, alla famosa Pasticceria Sal De Riso, inventore della deliziosa torta ricotta e pera, diventata ormai uno dei simboli della Costiera Amalfitana.

Ci sediamo, iniziamo a leggere il menu e vedendoci indecisi viene in nostro soccorso un giovane cameriere che ci suggerisce di entrare nella pasticceria e ammirare con i nostri occhi le meravigliose creazioni esposte all’interno, prima di ordinare. In realtà, pur apprezzando il consiglio, i profumi e le forme invitanti che troviamo ci mettono ancora più confusione. Che cosa scegliere tra gelati artigianali, torte stupende e pasticcini di ogni tipo?

Un classico della Costiera Amalfitana, nonché una delle grandi specialità della pasticceria De Riso: la delizia al limone. E il prezzo (6 euro l’una) vale ogni centesimo. Ci viene servita in un bellissimo piatto di ceramica, decorato da glassa e more ed è una vera “delizia”. Cremoso al punto giusto, delicato, dal gusto intenso ma genuino in cui il limone ne costituisce l’essenza ma anche il tocco finale, la delizia al limone di Sal De Riso non teme rivali. Credo di non averne mai assaggiato una così buona in tutta la mia vita!

La nostra visita di Minori non potrebbe avere conclusione migliore. Abbiamo visto, ammirato, scoperto e assaggiato, tutte cose che dovrebbero sempre far parte di un viaggio che voglia definirsi completo. Raggiungiamo il lungomare e il piccolo molo da cui partono i traghetti per altre località della Costiera e ne approfitto per scattare alcune foto e godermi il panorama e l’atmosfera di vera pace in Costiera Amalfitana che non puoi fare a meno di provare a tua volta.

Il mare mi abbraccia e io abbraccio lui con il mio sguardo trasognato e un po’ nostalgico. Lo osservo, lo assaporo, lo scruto con attenzione. È proprio lui, il mio mare. Lo riconoscerei tra tutti i mari del mondo e ovunque sarò, ovunque andrò, anche quando la vita farà di tutto per separarci, io continuerò a tenerlo con me portando il suo ricordo per sempre nei miei occhi, nella mia mente, nel mio cuore o’ meraviglioso e indimenticabile mare di casa mia. 💙

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.