Cosa vedere a Helsinki in 2 giorni: posti più belli da visitare

Città interessante Helsinki che volevo visitare da tempo. Beh finalmente ci sono riuscita e quindi eccomi qui con il mio immancabile post sulle cose da vedere ad Helsinki in 2 giorni. Vi avverto: i miei due giorni ad Helsinki saranno impegnativi. Quindi, preparatevi a camminare tanto e vi prometto che scoprirete i luoghi più belli della capitale della Finlandia. Pronti? Allora iniziamo subito con la scoperta di questa città.

Cosa vedere ad Helsinki in 2 giorni

Giorno 1: itinerario a piedi per la città

La prima cosa da fare appena arrivati è una bella colazione o un brunch se vi avviate verso ora di pranzo. Il posto che ho da consigliarvi è Helkatti Cat Cafe in via Fredrikinkatu 55, molto più di un semplice caffè. Qui, infatti, troverete ad accogliervi non solo un gustoso menù dolce e salato ma anche 7 mici dolcissimi che non vedono l’ora di giocare con voi ed essere coccolati. Funziona cosi: entrate suonando alla porta. Vi verrà aperta e vi saranno spiegate condizioni di accesso e “regole” di comportamento. Sono elencate anche sul sito ma ho pensato di riassumerle in questo post per chi non avesse molta familiarità con l’inglese.

Se non siete degli incurabili gattari come la sottoscritta, però, potreste iniziare la visita direttamente dalla Temppeliaukion Kirkko, una delle cose più interessanti da vedere ad Helsinki in 2 giorni. Si tratta di una chiesa scavata nella roccia cui è possibile accedere al costo di 3 euro e che si trova a nord del centro, nel quartiere Töölö. Andateci! Un’altra cosa da vedere ad Helsinki in 2 giorni non può che essere la Cappella del silenzio, un luogo davvero speciale che mi ha profondamente colpito nonostante la sua semplicità.

Si trova in piazza Lasipalatsinaukio, una delle più frequentati di Helsinki a pochi passi dal centro commerciale Kampin Keskus. Se lo shopping non fa per voi, visitate almeno l’ultimo piano per una foto a prova di vertigini. La prima mattinata sta scorrendo via e dopo aver mangiato qualcosa a volo da Hesburger, ci spostiamo verso il centro e in pochi minuti arriviamo a Senaatintori, la piazza principale di Helsinki su cui affacciano alcuni degli edifici più importanti della città. Tra questi non può mancare Uspenskin Katedraali, l’imponente cattedrale realizzata su ispirazione del Pantheon di Parigi.

La salita può sembrare un po’ faticosa ma ci si ritrova su in pochi secondi. Dall’altro lato della scalinata si riesce ad avere una piacevole vista sulla piazza e su importanti edifici quali il palazzo del governo a destra e l’edificio principale dell’università di Helsinki a sinistra. Da qui ci spostiamo verso la Sederholm House che ospita il museo della città! Si può visitare a costo zero ma diversamente dalla maggioranza dei musei gratuiti è una tappa che vi consiglio di inserire perché davvero interessante e coinvolgente.

Se non avete voglia, tempo o nessuna delle due vi suggerisco di ammirare anche solo dall’esterno la Sederholm House perché non è un edificio qualsiasi ma la casa più antica del centro di Helsinki risalente al 1757. Lo scorcio offerto dalla stradina laterale Katariinankatu è poi davvero instagrammabile, fateci caso. Ma passiamo alla prossima tappa perché tra le cose da vedere a Helsinki in 2 giorni c’è un’altra interessante cattedrale, quella della Dormizione che si trova sull’isola di Katajanokka, collegata ad Helsinki attraverso un piccolo ponte.

Sempre sull’isola di Katajanokka trovate anche Allas Sea Pool, un posto davvero fighissimo e molto popolare cui si può accedere con un biglietto di 12 euro. Al suo interno comprende 3 saune, una maschile, una femminile e una mista, dove si entra rigorosamente nudi (benvenuti nel mondo delle saune finlandesi!) e due piscine, una calda e l’altra fredda, con acqua di mare. Potreste concludere qui la giornata e lasciare il resto delle cose a domani oppure, come ho preferito fare io, proseguire la visita con un altro luogo simbolo, da inserire assolutamente tra le cose da vedere a Helsinki in 2 giorni: Kauppatori, la piazza del mercato.

Nei dintorni trovate poi la fontana Havis Amanda e il mercato centrale, tappa ideale se siete in cerca di acquisti a buon prezzo o se volete mettere qualcosa sotto i denti senza farvi spennare (si può mangiare anche con 15 euro). Se il tempo tiene e non fa troppo freddo, ma soprattutto se non c’è troppo vento, potreste passeggiare ancora un po’ da queste parti e magari concludere la giornata con un giro sul parco Esplanadi che è davvero bellissimo e molto frequentato da locali e turisti.

Giorno 2: alla scoperta di Suomenlinna

Se il primo giorno ad Helsinki siete riusciti a vedere le cose più importanti, per il secondo vi suggerisco la visita ad una delle tante isole e isolette al largo della Baia di Helsinki. Io ho scelto di andare a Suomenlinna, la più famosa e probabilmente la più adatta per una gita fuori città perché ci sono davvero tante cose da vedere e non c’è tempo per annoiarsi. In un post dedicato approfondirò dandovi maggiori informazioni su quest’isola e sulla sua importanza dal punto di vista storico e naturalistico.

Vi anticipo, però, che a differenza delle isole del fiordo di Oslo come l’isola di Hovedoja di cui ho parlato qui, Suomenlinna è molto organizzata. Ci sono caffè, ristoranti e addirittura un supermercato per cui, a meno che non vogliate mangiare qualcosa di specifico o risparmiare, potete anche partire leggeri e organizzare un pic nic al momento. Arrivare a Suomenlinna è davvero molto semplice, così semplice che mi è bastato raggiungere il porto per ritrovarmi a bordo di uno dei traghetti che vanno e vengono dall’isola, sempre cariche di passeggeri.

Se non avete tempo di leggere il mio post su cosa vedere a Suomenlinna, cosa che vi consiglio di fare (eheheh), potete reperire una brochure prima di partire all’ufficio informazioni di fronte al molo in modo da chiarirvi un po’ le idee sul percorso da fare e le attrazioni principali da visitare. Comunque, per quanto grande, Suomenlinna non è immensa, quindi, non si corre il rischio di perdersi. Se, però, vi interessa seguire un itinerario per avere nozione di ciò che vedete, questa mappa gratuita disponibile all’info Point può essere uno strumento utile.

Al suo interno, infatti, oltre alla mappa viene fornita una proposta di itinerario che vi consente in meno di 2 chilometri di arrivare dall’altra parte dell’isola, tagliandola per metà e di vedere le cose più importanti. Questo itinerario è segnalato lungo il percorso con delle indicazioni in blu che di volta in volta vi indicano dove girare. In alternativa potete prenotare un tour guidato di Suomenlinna comprensivo di traghetto da Helsinki e guida locale che vi fornirà tutte le informazioni utili da conoscere e vi dirigerà nella scoperta dell’isola.

Piccolo consiglio. Se restate ad Helsinki per alcuni giorni, controllate il meteo prima di andarci e scegliete la giornata più adatta. Nel nostro caso il tempo non era male, tuttavia il vento ci ha impedito una sosta prolungata! In alcuni punti, quelli più esposti, soffiava talmente forte che, al contrario, i gabbiani non riuscivano a riprendere il volo. Siamo dovuti letteralmente scappare da lì! Per fortuna la giornata era abbastanza soleggiata e almeno non abbiamo patito il freddo. Poi nel pomeriggio, però, il vento è aumentato e abbiamo deciso di rientrare verso il porto, fermandoci lungo la strada a prendere un caffè. Normalmente l’avrei definito “bollente” ma stavolta mi sembrava solo un tantino caldo.

Segno questo che l’aria si era davvero raffreddata e avevo bisogno di scaldarmi le budella (cit. di mio marito che trovo sempre un po’ splatter ma che rende troppo bene l’idea). Pochi minuti di attesa ed eccolo lì: Il traghetto è arrivato e siamo pronti a ripartire. Prendiamo posto sulle panchine in legno, salutiamo Suomenlinna e ci godiamo il viaggio di ritorno, breve ma intenso, che ci regala un emozionante assaggio dell’arcipelago finlandese, tra isolette selvagge, casette dal tetto rosso immerse nel verde e bagnate dalle acque blu del Golfo di Finlandia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.