cosa vedere a Chioggia e dintorni

Cosa vedere a Chioggia e dintorni in un weekend

Avevo questa città tra le mie mete da visitare da un bel po’ di tempo e non vedevo l’ora di andarci e condividere i miei consigli con voi su cosa vedere a Chioggia. E finalmente eccomi qui anche con questa destinazione ideale per un weekend perché il territorio in cui è inserita offre davvero una gran quantità di attrazioni e luoghi interessanti da visitare. Situata sulla Laguna Veneta, a circa cinquanta chilometri da Padova, per la sua conformazione, Chioggia è chiamata anche “la piccola Venezia”. Il suo centro storico, infatti, sorge su un gruppo di isolette divise da canali connessi da ponti più o meno grandi che riproducono la stessa atmosfera che si respira a Venezia. Ma vediamo allora in questo articolo cosa vedere a Chioggia e dintorni in un weekend, in modo da conoscerla e visitarla al meglio.


Chioggia si trova a circa 50 minuti da Venezia. Approfittane per una visita. Prenota un giro in gondola su Canal Grande con una guida!


Cosa vedere a Chioggia: mappa e itinerario a piedi

Cosa vedere a Chioggia e dintorni in un weekend

Prima un po’ di storia

Il simbolo della cittadina è un leone rampante, simbolo scelto da Clodio, il suo fondatore leggendario. In realtà è probabile che Chioggia sia nata attorno al 2000 a.C. dopo che un popolo di marinai provenienti dalla Tessaglia avrebbero colonizzato molte città della costa adriatica.  La piccola Venezia è nota per avere uno dei porti più efficienti d’Italia, ma anche per i suoi tanti artisti tradizionali, pittori, acquarellisti, scultori, e decoratori di “bragossi”, la tipica imbarcazione chioggiotta, dipinta con colori vivaci che donano un tocco di allegria al paesaggio lagunare.

Cosa vedere a Chioggia: attrazioni principali

Canal Vena

Per una città che da tanti viene paragonata a Venezia, le prime attrazioni da vedere sono senz’altro i suoi canali, in particolare Canal Vena, dove si affacciano i palazzi signorili che ricordano gli scorci veneziani con i loro ponticelli. Lungo le sue rive, ha la sua sede lo storico Mercato del Pesce, punto di ritrovo per i locali ma senza dubbio una meta da inserire tra le cose da vedere a Chioggia durante una visita turistica. Un altro canale che a me è piaciuto molto, però, è Canal Lombardo, un canale molto tranquillo e rilassante. Meno vistoso ma ugualmente affascinante. Nelle vicinanze, abbiamo trovato questo parcheggio, facilmente raggiungibile e molto comodo per il centro, se può esservi utile.

Ponte di Vigo

Proseguendo fino al termine di Canal Vena si raggiunge in pochi minuti il monumentale Ponte di Vigo e la Piazzetta Vigo, uno dei punti più belli della città, assolutamente immancabile tra i suggerimenti su cosa vedere a Chioggia. Da qui, infatti, si può godere di una vista sulla città e anche sulla laguna. Sempre in Piazzetta Vigo, troviamo, poi, anche la Colonna di Vigo, uno dei simboli di Chioggia, realizzata in marmo greco e con un piccolo leone in cima, per questo soprannominato “El gato de Ciosa“, ovvero “Il gatto di Chioggia”.

Corso del Popolo

Riprendiamo la nostra visita di Chioggia con un’altra tappa must-see: Corso del Popolo, la via principale della città, nonché il suo cuore pulsante. Un luogo ideale per fermarsi e osservare, seduti al tavolino di un bar, mentre si sorseggia un economicissimo spritz (3 euro, giuro!), la vita che scorre. Qui, inoltre, si trovano alcuni dei monumenti ed edifici di un inconfondibile valore storico e culturale. Tra questi non si può fare a meno di citare la Loggia dei Brandi, costruita nel 1531 è da sempre luogo adibito ad ufficio comunale, Palazzo del Municipio, distrutto da un incendio nel 1817 e ricostruito in stile asburgico e la Chiesa di Sant’Andrea con l’omonimo campanile, di cui vi parlo più approfonditamente nel prossimo paragrafo.

Campanile di Sant’Andrea

Merita un discorso più approfondito il Campanile di Sant’Andrea, che in passato veniva utilizzato come torre d’avvistamento e difesa militare. Ma quello che è davvero importante sottolineare è che questo Campanile, a dispetto della sua sobrietà, custodisce al suo interno l’orologio medievale funzionante più antico al mondo, risalente al 1386! Sempre all’interno, il Campanile ospita (e non poteva essere diversamente) il Museo dell’Orologio, che consente di conoscere sia la storia della torre che del suo storico orologio. E, poi, ciliegina sulla torta, la vista che si può ammirare dalla terrazza panoramica presente all’ultimo piano del Campanile. Davvero magnifica!

Basilica di San Domenico

Altra tappa da inserire tra le cose da vedere a Chioggia è, poi, la Basilica di San Domenico, famosa per custodire al suo interno un’incredibile opera d’arte del Trecento, anch’essa simbolo della città. Di cosa si tratta? Di un crocifisso alto quasi 5 metri, intorno a cui sono nate diverse leggende che veniva portato spesso in processione in città e nella laguna, soprattutto tra l’Ottocento e il Novecento. In particolare, in una delle prime occasioni, nel 1814, si decide di abbattere la facciata della Chiesa per riuscire a portarlo fuori.  farlo uscire dal portale della chiesa, fu necessario abbattere parte della facciata. Da non perdere anche la prestigiosa tela rinascimentale, secondo le fonti, ultima opera realizzata dal pittore Vittore Carpaccio raffigurante San Paolo stigmatizzato.

Palazzo Carlo Goldoni

Chioggia è ricca di edifici storici, molto importanti. Uno di questi è sicuramente Palazzo Poli, ribattezzato Palazzo Carlo Goldoni, che si affaccia sul Corso. Pochi sanno, infatti, che Carlo Goldoni, rinnovatore della commedia dell’arte, soggiornò, anche se per un breve periodo, proprio Chioggia. Qui scrisse dei veri e propri capolavori, tra cui “Le Baruffe Chiozzotte” che ritraggono una Chioggia del Settecento, ma sempre attuale. Oggi Palazzo Carlo Goldoni è a tutti gli effetti una struttura ricettiva che accogliere turisti per farli sentire, anche solo per una notte, come in una favola o, meglio, in una commedia. Per maggiori informazioni, tariffe e disponibilità, vi lascio il link a Palazzo Carlo Goldoni, una scelta sicuramente unica per alloggiare a Chioggia.

Cattedrale di S. Maria Assunta

Ma tra i luoghi di culto da vedere a Chioggia non può mancare ovviamente il Duomo di Chioggia, anche conosciuto come Cattedrale di Santa Maria Assunta, il luogo di culto più importante della città. Nel Medioevo era diversa da come la vediamo oggi. Ma a causa di un incendio avvenuto durante il Rinascimento, fu necessario ricostruirla e ora il Duomo ha le caratteristiche di un edificio romanico. Vi consiglio di visitarla anche all’interno per la presenza di numerose opere di grande interesse artistico come il pulpito scolpito da Bartolomeo Cavalieri nel 1677 e il battistero (1700-1708).

Cosa vedere a Chioggia nei dintorni

Sottomarina

Tra le cose da vedere a Chioggia, ci sono anche alcune località nei dintorni che meritano di essere scoperte. Una di queste è l’isola di Sottomarina, collegata a Chioggia dal Ponte San Giacomo. Questa zona è considerata un po’ la Chioggia Mare, proprio perché è il litorale più vicino alla città, preso d’assalto nei mesi estivi da locali e turisti. Questa zona, infatti, è attrezzata con lidi e altri servizi che rendono sicuramente la permanenza ottima, anche per famiglie con bambini. Da vedere perché interessante dal punto di vista storico il Forte San Felice, realizzato verso la metà del Cinquecento.

Isola di Pellestrina

Al largo di Chioggia sorge l’incantevole isoletta di Pellestrina, una delle isole che, con il suo litorale, divide la laguna di Venezia dal mar Adriatico, interessante per la sua storia e architettura ma anche per le tradizioni marinare che la contraddistinguono e che contraddistinguono la vita della laguna. Da visitare i borghi di pescatori, dal fascino di altri tempi, magari in sella ad una bici, per ammirare il paesaggio e gironzolare fra le case variopinte e magari fermarsi in qualche ristorante tipico per mangiare pesce. Cos’altro, altrimenti?

Oasi di Porto Caleri

Un’altra meta imperdibile nei dintorni di Chioggia è, poi, il Giardino Botanico di Porto Caleri, sul litorale di Rosolina Mare, istituito dalla Regione Veneto nel 199. Si tratta di un’area S.I.C. (Sito di Importanza Comunitaria), grazie al suo ecosistema di notevole interesse scientifico, entrato a far parte del territorio del Parco regionale Veneto del Delta del Po. Per la visita all’Oasi sono possibili tre diversi percorsi: uno breve, attraverso la pineta, uno intermedio, che include tutte le zone del Giardino tranne quella umida ed uno più lungo, che comprende tutti gli ambienti, inclusa la zona umida.

Murano, Burano, Torcello

Un’altra gita imperdibile nei dintorni di Chioggia è quella verso Venezia, se non ci siete già stati. Da qui è facile raggiungere anche Murano, Burano, Torcello. Queste tre isolette, note in tutto il mondo per il loro caratteristico paesaggio, sono tutte da scoprire e hanno ognuna delle particolarità che le rendono uniche come, ad esempio, l’antica arte di produzione dei vetri di Murano, conosciuta, infatti, anche come “l’isola del vetro”. Da Venezia ma anche partono tantissimi tour della laguna con destinazione Murano, Burano, Torcello. A bordo dell’imbarcazione, è presente anche una guida per illustrare ai visitatori la storia della laguna e delle 3 isole che visiterai e avrai poi del tempo libero per esplorare ogni isola a tuo piacimento. Eccone alcuni dei tour più popolari:

Comacchio

Oltre alle Grandi città come Venezia e Verona, c’è una località minore ma ugualmente bella da visitare nei dintorni di Chioggia: sto parlando di Comacchio, una splendida città lagunare al confine con l’Emilia Romagna. Comacchio ha molto in comune con Chioggia, in particolare il fatto di essere paragonato a Venezia per via dei suoi canali. Da qui il soprannome, anche per Comacchio di “Piccola Venezia”. Comacchio, “la “piccola Venezia”, considerata la capitale del Parco del Delta del Po. E chi volesse frequentarla d’estate, per trascorrere un po’ di vacanze al mare, troverà ben sette lidi a disposizione, ciascuno con caratteristiche diverse, capaci di soddisfare tutte le tipologie di turista.

Quando visitare Chioggia e dintorni

È consigliabile visitare questo piccolo, ma ricchissimo tesoro veneto a giugno, durante la Palio della Marciliana. Si tratta di un bellissimo festival medievale, oppure a luglio durante la Sagra del Pesce, quando si possono degustare deliziosi piatti tipici chioggiotti. Se qualcuno fosse curioso e volesse rendersi conto delle bellezze di Chioggia consiglio la visione del film di Andrea Segre intitolato “Io sono Li”, un film toccante ambientato in questa straordinaria parte della bellissima laguna veneta.

Dove dormire a Chioggia

Se stai cercando un alloggio per dormire a Chioggia, puoi trovare una sistemazione adatta alle tue esigenze tra queste offerte di Booking. Grazie al programma “Affiliate partner” al quale sono iscritta, infatti, potrete accedere ad incredibili “deal” (affari) sulla vostra prenotazione. Accaparrarsi le tariffe scontate è molto semplice. Cliccate Vedi tutte le offerte e dopo qualche secondo ti apparirà l’elenco di hotel a prezzi scontati. Scegliete quello più adatto a voi e potrete beneficiare di “offerte” a tempo davvero convenienti, da prenotare subito!

Prenota il tuo hotel su Booking.com con sconti e offerte a tempo! Scegli tra questi deal:



Booking.com

Grazie per la tua visita! Se ti va, lasciami un commentino qui sotto. Mi faresti molto felice! Ti aspetto anche su Facebook e Instagram.

3 commenti su “Cosa vedere a Chioggia e dintorni in un weekend”

  1. Già adoro Venezia e mi sa che adorerò anche Chioggia: sono alla ricerca di quei luoghi un po’ fuori dal grande giro del turismo di massa … mi sa che mi organizzerò per un giretto a Chioggia, deve essere adorabile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.