Cosa vedere a Brasov, città rumena al centro della Transilvania

La Romania è una destinazione particolarmente bella d’inverno e sotto Natale cosa vedere a Brasov se non le sue meravigliose luci natalizie, i mercatini e come non lasciarsi avvolgere dalla sua “calda” atmosfera, nonostante i numerosi gradi sotto lo zero? Il mio viaggio di 3 giorni a Bucarest è iniziato dalle attrazioni principali della capitale da cui ho raggiunto la cittadina di Brasov dopo diverse ore di tour in giro per la Transilvania, visitando anche altri posti come la fortezza di Râșnov e il famoso Castello di Dracula a Bran.

Brasov si trova proprio al centro della Transilvania, regione storica della Romania. Pur essendo capoluogo dell’omonima provincia cui appartengono altri 12 comuni limitrofi, il nucleo principale non è molto grande e si visita facilmente a piedi. Brasov è una città che ha avuto molti nomi diversi e ne ha cambiati molti fin dal giorno della sua fondazione. Il primo nome della città, Corona, risale al  XIII secolo ma nel Medioevo ci si riferiva a Brasov anche con il nome tedesco Kronstadt.

 Tra il 1950 ed il 1960, durante il regime comunista, a questi due nomi, se ne è aggiunto un altro: Orașul Stalin, con il significato di Città di Stalin, in onore del leader sovietico. Il nome attuale che è anche quello più recente, riconduce, invece, alla parola turca barasu, che significava “fortezza”.  Nomi a parte, una volta raggiunta Brasov, la prima cosa che si nota entrando in Piazza Sfatului è l’enorme scritta bianca in stile hollywoodiano, sistemata sulla montagna a ridosso della cittadina.

Sono riuscita a fotografarla nonostante le distanze perché colpisce molto e di sera si illumina acquistando ancora più fascino e visibilità.  In questa pittoresca cittadella medievale, circondata da mura costruite nel XV secolo, alte 12 metri, lunghe 3 chilometri e con 7 bastioni, si trovano due interessanti primati. Uno riguarda la Chiesa Nera, sempre in Piazza Sfatului o piazza del Municipio, costruita tra il 1385 e il 1477, poiché rappresenta la più grande chiesa gotica esistente in Romania.

L’appellativo “nera” è stato dato in seguito ad un grande incendio avvenuto nel 1689 che devastò gran parte della città e annerì le mura della chiesa. Oggi la chiesa non è così nera come si potrebbe aspettare ma da allora porta nel suo nome il segno di quel tragico evento. Al suo interno ospita una tra le più grandi collezioni di tappeti orientali in Europa, donati alla chiesa da alcuni mercanti tedeschi tra il XVII e il XVIII secolo come ringraziamento per essere sopravvissuti nelle terre barbare, un enorme organo del 1839, con oltre 4 mila tubi sonori e comprende 6 portali di diversi stili architettonici, dal gotico al rinascimentale.

brasov_transilvania_piazza_sfatuluibrasov_transilvania_piazza_sfatului_natale-jpg

L’altro primato spetta alla Strada Rope o Sforii, la via più stretta della Romania che collega via Cerbului con via Poarta Schei. Situata all’interno della città vecchia, si trova in zona centrale, nei pressi della Chiesa Nera e dei principali monumenti. Anche se è nota per il suo essere così stretta, ciò che colpisce, in realtà, è anche la lunghezza. Alcune guide scrivono che si tratta della strada più stretta d’Europa ma probabilmente è solo una delle più strette.

Primati a parte, la città di Brasov è davvero una città che eccelle da molti punti vista, primo tra tutti la sua atmosfera particolare, moderna e bohemienne al tempo stesso. Forse il Natale la rende ancora più magica non saprei, però passeggiare per il suo centro storico, le stradine silenziose e via Republicii (che vedete qui sotto) insieme a locali e turisti intenti a fare compere e godersi le festività natalizie, muniti di sciarpa e cappello, è stato bellissimo… e con tutte quelle piccole luci gialle sembrava di vedere il cielo stellato.

brasov_transilvania_republicii_natalefestivall_39_brasov_transilvania

Accanto a negozi di scarpe, abbigliamento, gioielli, souvenir, ci sono anche tanti Café e locali dove fermarsi a mangiare. Io per una sosta golosa e originale, vi consiglio di fare un salto al Festival ’39, ristorante in stile anni ’40 che propone un ottimo menu e, nonostante l’apparenza sfarzosa, è un posto tradizionale con prezzi nella media. Noi abbiamo preso una zuppa con crostini ed era squisita. A pochi passi da qui, si trova la celebre Piazza Sfatului con le sue le sue vecchie case basse che, pur appartenendo ad epoche diverse, si integrano tra loro alla perfezione.

Se ci andate nel periodo natalizio, la troverete piena di decorazioni, con tanti stand interessanti, un mercatino semplice ma molto fornito e un super albero di Natale. Andando via mi è sembrato di sentire una musica molto familiare ma, trovandomi in Romania e, soprattutto, a Brasov non credevo che potesse essere una canzone italiana, invece… si trattava di Senza giacca e cravatta di Nino D’Angelo!!! L’avreste mai detto? Ebbene sì, una delle più famose composizioni del cantante napoletano e che io conosco bene era stata inserita nella programmazione musicale tra le altre canzoni natalizie e romene.

Per la mia gallery  sulla Romania, segui l’hashtag #frozeninromania sul mio profilo Instagram!

20 Commenti

      1. Gina Mocanu

        Sono contenta che ai visitato una parte de mio paese, supra tutto “BRASOV “che si trova in Transilvania! Io sto lavorando in l’Italia *e bella, ma i genti sono diversi, buoni ‘cativi c’è da per tutto. Ti consiglio di visitare altre città “Timisoara, Cluj, Valea ‘Prahovei, etc -Romania e bellissima! Grazie Marianna.

    1. Bran

      Cetatea medievala Brașov este cea mai mare cetate medievala locuita din centrul și estul Europei. Biserica Neagra este cea mai mare biserica gotică dintre Wien și Istanbul ! cu cea mai mare colecție de covoare Persane …
      Brașovul se afla în centrul România, in Bran puteți găsi vama dintre Transilvania și Valahia , Castelul Dracula Bran fiind construit incepind din anul 1212 tocmai pentru a apara regiunea Brasov împotriva imperiului Otoman …

    2. Aldea Sorin Constantin

      Mi chiamo Constantin, in italiano Costantino. Come lo sai , dappertutto ci sono bei posti e anche brutti , un po come le persone ,buone e cattive . Parlando della Romania ti devo dire che molto bella e questa non te lo dico perché io sono nato là , ma e per il semplice fatto che io lavoro nel turismo a Roma da 25 anni e non c’e stato nessuno parlare male ,anzi veramente bene , questo al meno se sono stati sinceri ma non credo proprio che aveva il motivo di parlare male. Per farti una vera idea di com’è la Romania devi andare sia d’estate che l’inverno cosi vedi le due facce ma anche la primavera quando vedi tutti i parchi ben infioriti con migliaia di tipi di fiori . La Romania e veramente bella pero la devi girare , devi andare anche zona di Maramures che sta nella zona nord. Io sono di Brasov ma e molto bella dalla nord al sud, dal vest al est. Vedrai l’ospitalità della gente soprattutto nei piccoli paesi e per essere convinto vai su google a voce Italiani in Romania e poi dai il click sul video di youtube e segui tutti i video e commentari fatti dagli italiani. Ci starei qui fino a domattina a parlarti dalla Romania ma cosi sembra che ti voglio fare solo la pubblicità quindi non ce altro da dirti che vai a visitarla ma non 2-3giorni perché cosi non riesci capire quasi niente, devi stare al meno una settimana per capire un po. Beh ,io ti auguro buon viaggio e tanto divertimento e salute a tutti voi. Fammi sapere dopo. Ciao.

    3. Vitoria

      Si e vero piu bella e Transilvania,Brasov e uno cita molto bella,una metropoli della romania con Castelli e altre cos’è belle.si po vedere sul Skype dei filmati.poi ce delta del Danubio,sfinge dei carpati,monasteri,tantissimi posti lei trova sul google tante informazioni.

  1. Romania

    Piccola curiosità: all’interno della chiesa è presente un enorme organo del 1839, con oltre 4 mila canne, utilizzato nel corso dell’estate per stupendi concerti. Si tratta di un vero gioiello interamente meccanico.

  2. Anca

    Ciao Marianna, fa molto piacere vedere il tuo post su fb al riguardo della mia città natale!
    Ti faccio i miei complimenti per la descrizione che dimostra quanto ti sia piaciuta!
    Allora buon viaggio alla scoperta della meravigliosa Romania!

  3. Daniela

    Ciao, anche a me piace molto Brasov, che è bella anche d’estate, in quanto piena di fiori ed è tutta verde… Chi va a Brasov, deve visitare anche il resort sciistico Poiana Brasov, dove la neve è a casa sua… 🙂 Devo solo fare una piccola correzione su quello che hai scritto: Brasov è al centro del paese, la Romania (ed è alla frontiera sud della Transilvania), molto probabilmente volevi scrivere così… 😉 Gli errori ci stanno, specialmente quando scrivi col cuore… Ti consiglio di visitare Cluj (che è veramente al centro della Transilvania, nominata anche la capitale di questa regione), Oradea, Iasi (la piccola Roma in quanto situata su 7 colline), Constanta (non solo d’estate, anche d’inverno ha un fascino a parte, specialmente se il Mar Nero è ghiacciato!), Timisoara (nominata la città delle rose), e sopratutto Bucharest. Io sono di Arad, che per me è una delle città più belle (la piccola Vienna), ma probabilmente sono soggettiva, perciò ti invito di visitarla…
    Grazie, Daniela.

  4. laura eva

    A pocchi km di Brasov si trova la citta Zårnesti dove si trova la più grande riservazione degli lupi e di orsi dal Europa,con belle montagne chiamate ,Piatra Craiului”(La Pietra del Principe) con un altezza di 2700metri con i fiori unici nel mondo ,con le capre nere,con il gallo delle montagne,gatto selvatico.A Râsnov è pocco da vedere in vecce a Zarnesti hai tante cose da vedere,i pastori con le pecore,i agriturismi dove trovi solo la robba genuina.Molto altro trovi a Zarnesti a km de Râșnov.

  5. Iulia

    Mi chiamo Iulia vivo in Italia da 25 anni sono nata e cresciuta in Romania .Adesso insieme a dei miei amici abbiamo rilevato un albergo ristorante a Predeal Brasov proprio sulle piste si chiama Cabana Fulg de Nea (Baita fiocco di neve) e ci ocupiamo di turismo internazionale 365 giorni al anno.Vieni a trovarci sarai la nostra ospite!

  6. Tommaso Piliego

    A settembre sono stato in Romania e posso dirvi che Brasov è una città bellissima. Non vedo l’ora di ritornarci. Vi consiglio di visitare il castello di Peles. È fantastico non solo per la sua bellezza esteriore ma soprattutto all’interno per i suoi arredi molto preziosi e interessanti dal punto di vista artistico.
    Il prossimo anno vado a visitare i monasteri della Bucovina che sono bellissimi e molto interessanti.

  7. Mihaela

    Sei stata fantastica Marianna nella descrizione,grazie!!
    Mi sento orgogliosa di essere brasoveanca.
    Anche se vivo in italia da più di 10 anni e sto bene qui ,rimango innamorata per sempre della mia città Brasov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.