Cosa vedere a Bolsena

Cosa vedere a Bolsena e dintorni in un giorno

Una gita sul lago di Bolsena non può prescindere dalla sua località più importante, Bolsena, da cui prende il nome. Ma cosa vedere a Bolsena in un giorno, oltre al lago? Ve lo racconto io che sono appena tornata da un bellissimo viaggio nella Tuscia, nel Lazio, che comprendeva tra le tappe proprio la città di Bolsena. Soprannominata la “città del miracolo eucaristico”, di cui vi parlo dopo, Bolsena è una meta per tutte le età e tutte le stagioni dalla primavera all’estate, dall’autunno all’inverno. Affacciata su quello che è il lago vulcanico più grande d’Europa ha tanto da offrire ai suoi visitatori sia a livello di storia, che di natura che di panorami. Scopriamo insieme allora cosa vedere a Bolsena sul lago in un giorno, mezza giornata o poche ore.

Cosa vedere a Bolsena in un giorno

Basilica di Santa Cristina

La prima tappa per vedere Bolsena in un giorno deve necessariamente essere la Basilica di Santa Cristina, dove avvenne il miracolo eucaristico a cui accennavo prima. Questa Chiesa è dedicata alla martire e Santa Cristina. Cristina era nata in una famiglia di religione pagana e si convertì al cristianesimo verso i 12 anni causando l’ira del padre che per questo la sottopose a terribili torture. La giovane fu addirittura gettata viva nelle acque del lago di Bolsena con una pietra legata al collo e riuscì a sopravvivere miracolosamente.

All’interno della Chiesa, alla base dell’Altare del miracolo eucaristico, è conservata la pietra del prodigio del lago. Mostra le impronte di due piccoli piedi, ritenuti quelli della santa che cedette, infine, sotto i colpi di freccia inflitti al suo cuore. Sulla sua tomba avvenne un incredibile miracolo. Un sacerdote boemo nel 1263, celebrò l’Eucarestia presso la tomba di Santa Cristina.

In quell’occasione fu testimone di un evento eccezionale: l’ostia, al momento della consacrazione, cominciò a sanguinare e bagnò il corporale del sacerdote e alcune pietre del pavimento. Quattro lastre di marmo bagnate dal sangue miracoloso e la mensa presso cui accadde il fatto si trovano invece a Bolsena e sono attualmente custodite, rispettivamente, nella Cappella del Miracolo e presso l’Altare delle Quattro Colonne nella Cappella del Corpo di Cristo. Per approfondire vi consiglio la visita del sito ufficiale Visit Bolsena.

Basilica di Santa Cristina
Interno Basilica Santa Cristina Bolsena
Cappella del Miracolo Bolsena

Rocca Monaldeschi

Una delle zone assolutamente imperdibili e tra le cose da vedere a Bolsena è sicuramente il Quartiere Castello, nella parte alta dal borgo. Qui sorge l’imponente Rocca Monaldeschi della Cervara che domina il panorama sul borgo e il lago sottostante. La sua costruzione fu voluta dagli orvietani che lo costruirono nel 1295 ma furono poi i Monaldeschi, una delle famiglie più importanti di Orvieto, a darle l’aspetto attuale.

Al suo interno ospita un interessante museo territoriale che mostra la storia geologica, archeologica ed etnografica della zona, ma anche l’acquario didattico d’acqua dolce. I più coraggiosi saranno felici di sapere che è possibile salire sulle mura della Rocca e percorrere il camminamento di ronda con un biglietto di 2 euro. Spettacolare la vista sul lago e sulle due isole, la Martana e la Bisentina.

Tutta la zona intorno alla rocca comunque merita di essere esplorata. L’ideale è perdersi tra gli antichi vicoletti del borgo di Bolsena, che offrono qui e la bellissimi scorci sul lago. Io ci sono stata di sera sotto Natale e ho trovato il quartiere castello tutto illuminato da lucine che rendevano tutto ancora più affascinante. Da non perdere!

Rocca  Monaldeschi Bolsena
Rocca  Monaldeschi Bolsena
Panorama dalla Rocca di Bolsena

Lungolago di Bolsena

In una località come questa, affacciata sul Lago di Bolsena, non si può prescindere da una passeggiata sul lungolago. Ma non solo. Il Lago di Bolsena offre, infatti, una gran varietà di itinerari di carattere naturalistici. Considerato uno dei più bei laghi italiani, quello di Bolsena è immerso in un ambiente naturale incontaminato. Le sue acque sono pulite e balneabili ed è per questo che l’uomo ha vissuto in questo luogo fin dalla preistoria. Non un semplice lago, quindi, ma un patrimonio storico, culturale e archeologico.

Oltre all’aspetto naturalistico, il lago offre attrazioni culturali, storiche e tradizionali che lo rendono senza alcun dubbio uno dei laghi più belli del Lazio e tra i più interessanti d’Italia. È possibile, ad esempio, effettuare escursioni in battello per raggiungere l’Isola Bisentina e l’Isola Martana e e praticare tante attività sportive dalla vela, al windserf fino alla canoa e alla pesca così come bird watching e trekking.

Oltre a Bolsena, ci sono altri borghi interessanti che puntellano il lago e piacevoli da visitare. Da non perdere sul versante meridionale, ad esempio, è Montefiascone, che offre il panorama più bello sul lago ed è famoso per il vino Est!Est!!Est!!! Meritano una visita anche il vicino lungolago di Marta e di Capodimonte, Gradoli, il Comune più piccolo e le Grotte di Castro, in antichità utilizzate come rifugio dagli attacchi nemici.

Quando visitare Bolsena

Sicuramente non posso che consigliare di trovarsi a Bolsena in estate oppure in primavera, ma anche nel periodo natalizio la visita al borgo è molto suggestiva. Per gli amanti delle tradizioni non mancano sagre e rievocazioni storiche che i vari borghi affacciati sul lago organizzano nel corso dell’anno. Vi consiglio di essere presenti il 24 luglio giorno della festa di Santa Cristina. Infatti dalla sera prima iniziano i festeggiamenti e si possono trovare bancarelle e tanto altro ancora. Molto bella è anche la particolare processione di Bolsena che si tiene durante il periodo della Pasqua e si tratta di un’antichissima tradizione di origine boema.

Bolsena di sera
Bolsena luci di Natale

Cosa mangiare a Bolsena

Per gli amanti della buona cucina, invece, è possibile gustare una grande varietà di piatti a base di pesce offerti dalle numerose piccole trattorie poste sulle rive.Sulle rive del lago di Bolsena sono sorte numerose piccole trattorie, spesso nelle vecchie capanne dei pescatori, dove si possono gustare piatti a base di pesce del lago.

Bolsena: cosa vedere nei dintorni

Bolsena è sicuramente la perla del lago di Bolsena e non caso è la città che gli ha dato il nome ma di mete interessanti da vedere nei dintorni ce ne sono tante. Tra le destinazioni più vicine, restando nel Lazio, potremmo unire alla visita di Bolsena una mezza giornata a Civita di Bagnoregio, Celleno borgo fantasma, Sant’Angelo, il Paese delle Fiabe, il Parco dei Mostri di Bomarzo o la stessa Viterbo. Da qui, però, siamo anche vicinissimi alla Toscana e all’Umbria per cui se preferite potete optare per la visita delle città d’arte e dei borghi medievali di queste altre due bellissime regioni dell’Italia centrale, come Orvieto a soli 30 minuti oppure Montepulciano, Assisi, Perugia, raggiungibili in un’ora, un’ora e mezza circa.

Parco dei Mostri di Bomarzo: cosa vedere

Dove dormire a Bolsena

Se state cercando un alloggio per dormire a Bolsena, potete trovare una sistemazione adatta alle vostre esigenze tra queste offerte di Booking. Grazie al programma “Affiliate partner” al quale sono iscritta, infatti, potrete accedere ad incredibili “deal” (affari) sulla vostra prenotazione. Accaparrarsi le tariffe scontate è molto semplice. Clicca Vedi tutte le offerte e dopo qualche secondo vi apparirà l’elenco di hotel a prezzi scontati. Scegliete quello più adatto a voi e potrete beneficiare di “offerte” a tempo davvero convenienti, da prenotare subito!

Prenota il tuo hotel su Booking.com con sconti e offerte a tempo! Scegli tra questi deal:

Booking.com

Grazie per la tua visita! Se ti va, lasciami un commentino qui sotto. Mi faresti molto felice! Ti aspetto anche su Facebook e Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.