Grazie alla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, richiedere il passaporto è diventato più facile: sul sito della Polizia di Stato è presente il modulo di richiesta da scaricare per evitare lunghe file di attesa agli sportelli. Con questo modulo si può prenotare ora, data e luogo di consegna dei documenti. 

Dal 20 maggio 2010 in Italia dopo l’espletamento delle pratiche per richiedere il passaporto, viene rilasciato il passaporto elettronico,  un libretto di 48 pagine nella cui copertina è presente un microchip e riporta dati anagrafici, foto, impronte digitali. Per richiedere il passaporto è necessario:

  • fare la domanda tramite il modulo da compilare
  • un documento di riconoscimento valido
  •  2 foto tessera
  • 1 contrassegno telematico da € 40,29
  • la ricevuta di pagamento di € 42,50.
  • impronte digitali

Le impronte digitali possono essere richieste solo presso gli uffici di Polizia e quindi anche in un diverso momento dalla presentazione della domanda. La domanda per richiedere il passaporto  può essere presentata nel luogo di residenza, di domicilio o dimora, presso la Questura, presso l’ufficio passaporti del commissariato di Pubblica Sicurezza, presso i Carabinieri o nel Comune di residenza.

In caso di deterioramento, di scadenza o di esaurimento delle pagine disponibili, a tutti i documenti da consegnare per richiedere il passaporto va aggiunto il vecchio passaporto a meno che non sia chiaramente espressa la volontà di tenerlo. In caso di furto o smarrimento bisogna consegnare la denuncia e la stessa documentazione richiesta per il rilascio. 

La domanda si può presentare agli uffici elencati sopra e agli uffici postali e una volta rilasciato, il nuovo passaporto ha validità di 10 anni.

N.B. Le informazioni presenti rispecchiano la normativa vigente ma vi consigliamo di verificare direttamente sul sito della Polizia di Stato oppure presso il Comune di residenza per essere sicuri o informati sugli eventuali ultimi aggiornamenti.

Scritto da:

Alessandra Prevosti

Amante dei viaggi e della fotografia sin da piccola, ho seguito la mia strada con studi turistici e linguistici.
Innamorata persa di Formentera, del Mediterraneo e delle isole, mi sono sposata da pochissimo con un siciliano d'hoc, agrigentino, che mi ha trasmesso l'amore per la sua terra, in particolar modo per la Valle dei Templi