Cosa fare ad Aarhus in Danimarca

 Raccontare una città in poche parole è sempre abbastanza difficile ma ci provo, suggerendovi cosa fare ad Aarhus se decidete di sceglierla come meta del vostro prossimo viaggio in Danimarca! Sono le cose che mi hanno colpito di più e che, forse, esprimono l’anima di questa seconda città della Danimarca, capitale europea della cultura del 2017.

1. Ad Aarhus la creatività… è rosa!

occhiali_glasses_aarhus_porto_sea_pink

Situati lungo la zona costiera, questi occhiali da sole rosa sono il risultato di un progetto artistico “Sea Pink“, realizzato dall’artista svizzero Marc Moser ed esposte per la prima volta ad Aarhus in occasione della mostra Sculpture by the sea del 2011. Oggi sono diventati un punto di riferimento della città e ai locali o ai turisti che passano per il porto consentono di vedere il mare… in rosa! Questa scultura mi è proprio piaciuta e mi ha divertito. Il colore rosa riscalda l’atmosfera un po’ “glaciale” in cui è inserito e dà all’ambiente circostante un tocco di luce e di brio. Well done Marc!

2. La cultura dello sport: un’invasione di biciclette 

Ad Aarhus le bici sono ovunque, soprattutto perché sono messe a disposizione dal Comune gratuitamente e rappresentano un ottimo trasporto alternativo per i cittadini e per i numerosi turisti che visitano ogni anno la città. A guadagnarci, però, è anche l’ambiente. Utilizzando le city bike il traffico è diminuito a favore del sano esercizio quotidiano e contribuisce a rendere Aarhus una metropoli giovane e verde.

city_bike_aarhus_bicilette_noleggio_gratis

Per prendere in prestito una City Bike basta inserire una moneta da 20 DKK  in una delle tante Bike Station in giro per la città. La moneta vi sarà restituita al ritorno presso la stessa Bike Station o in qualsiasi altra. Il servizio non è attivo nei mesi invernali, purtroppo, per cui, se ci tenete ad assaporare quest’esperienza, assicuratevi di essere ad Aarhus non prima di aprile ed non oltre il mese di ottobre.

3. La passione per il cibo e per gli hot dog

aarhus_hotdogs_cibo_cucina_food

Aarhus è una delle migliori città per mangiare in Danimarca ed è piena di ristoranti, da quelli di alta classe a quelli più caserecci. Per mangiare fuori, comunque, i locali frequentano regolarmente anche i numerosi caffè cittadini. Questi, oltre ad essere l’opzione migliore per la prima colazione, sono ideali anche per pranzare o fare un brunch.

Nei bar danesi, infatti, trovate ottimi hamburger fatti in casa, insalate, panini, zuppe, snack e ovviamente gli hotdog, che occupano un posto speciale nel cuore dei danesi. Un classico è l’hotdog con salsiccia di maiale condito con mostarda, ketchup, salsa remoulade, cipolle crude, cipolle al forno croccanti e sottaceti, ma presso i ‘Polsevogn‘, i chioschi per hotdog danesi, se ne trovano di ogni tipo e in numerose varianti.

4. Nel verde più verde di Aarhus: il parco Marseliborg

aarhus_Marselisborg_Mindeparken_autunno

Tra le cose da vedere ad Aarhus non può mancare una visita al Marselisborg Mindeparken, anche conosciuto come Memorial Park, un posto davvero meraviglioso dove regalarsi una passeggiata nella natura o visitare il Marselisborg Palace, utilizzato dalla famiglia reale danese come residenza estiva fin dal 1967. Io ci sono stata in autunno, un periodo ideale per ammirare la natura chesi trasforma e assume colorazioni… insolite.

5. Il legame con la storia: il passato rivive in Den Gamle By

Den_Gamle_by_aarhus_museo_aperto_viallaggio

L’antico villaggio di Aarhus rivive a Den Gamle By, particolare museo all’aperto costituito da ben 75 edifici danesi tradizionali risalenti ad un periodo compreso tra il 1597 e il 1909. All’interno trovate case, botteghe e giardini in stile tradizionale, provenienti da 20 diverse località della Danimarca. Il mulino a vento che vedete nella foto è parte del complesso storico del Den Gamle By e si trova presso il giardino botanico di Århus.

Da qui si gode una bella vista sul villaggio, soprattutto all’imbrunire. Il museo attira oltre 3 milioni di visitatori ogni anno ed è il segno del forte legame della città danese di Aarhus con il suo passato.  A idearlo è stato un insegnante e traduttore del luogo nel 1908, partendo dalla proposta di “riutilizzare” la tenuta del sindaco di Århus, altrimenti destinata alla demolizione. Den Gamle By non è un museo come gli altri e, nel suo genere, è considerato il più antico.

Per la gallery completa seguite l’hashtag #myjutlandia sul mio profilo Instagram!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.