Non tornavo sulla Riviera Romagnola da almeno 20 anni. C’ero stata da ragazzina e ora ci porto i miei figli, segno che il tempo passa davvero  veloce. Meta scelta per questa seconda estate post-coronavirus: Cesenatico, tranquilla località di mare tra Ravenna e Rimini, con grandi spiagge di sabbia morbida, perfetta per i viaggi in famiglia ma anche destinazione ideale per coppie e amici di ogni età. Se state pensando di venire in vacanza da queste parti, in questo post troverete molte informazioni utili su cosa fare a Cesenatico e dintorni tra mare, cultura, cucina e divertimento.

Cosa fare a Cesenatico e dintorni

Godersi il mare e le spiagge

Tra le cose da fare a Cesenatico non deve mancare un po’ di relax in spiaggia per respirare finalmente l’estate e la libertà come cantava Jova. Io qui ci sono riuscita in questi giorni di vacanza allegri, spensierati, non proprio rilassanti ma sicuramente unici ed indimenticabili. Siamo partiti senza troppe aspettative perché viaggiare con un bimbo piccolo può essere impegnativo. Se poi i bimbi sono due e sono entrambi piccoli è una vera sfida riuscire ad organizzare le vacanze al mare.

Ma devo dire che tutto sommato ce la siamo cavata alla grande. Sarà che i loro grandi sorrisi e i loro occhi pieni di felicità ci ripagano della stanchezza e ci danno la carica per affrontare tutto con serenità ed entusiasmo. Cesenatico da Milano dista solo 3 ore ma per una serie di motivi, finora non l’avevo mai presa in considerazione. Mi è piaciuta? Sì, molto e vi dico anche perché: ha una spiaggia lunga, ampia e attrezzata, di sabbia morbida, un bel mare pulito, con fondali bassi e degradanti, sicuro per i più piccoli.

Ma ha anche un centro molto carino da vedere con tante attrazioni interessanti da visitare. In questo modo sono tutti accontentati dalle famiglie con bambini alle coppie e anche i giovani grazie al fatto di essere ben attrezzate con servizi, attività sportive e giochi. Tra tutte la spiaggia di Levante è quella più frequentata e conosciuta ed interamente costeggiata dai Giardini al mare, uno spazio verde con panchine, sentieri e aree di sosta.

Passeggiare sul Porto Canale

Ma, attenzione, perché  il mare non è assolutamente l’unica attrattiva del posto come si potrebbe pensare. Cesenatico è, infatti, un luogo ricco di storia e di natura dove regalarsi una vacanza all’insegna del relax ma anche della cultura. Senz’altro da visitare tra le attrazioni più belle di Cesenatico c’è il bellissimo Porto Canale progettato dal maestro Leonardo da Vinci. Passando da Cesenatico è impossibile non fare un salto su questa via d’acqua, lungo la quale la città si è sviluppata nel corso dei secoli.

In realtà, il porto non nasce con Leonardo ma ben prima, nel Medioevo ma il nome “leonardesco” non è casuale né un errore. Era il 6 settembre del 1502 e Leonardo da Vinci si trovava proprio nella città marinara in qualità di “consulente” per risolvere il grave problema dell’insabbiamento dell’imboccatura. Il suo studio fu prezioso perché i progetti poi messi in pratica sulle sue indicazioni consentirono finalmente all’acqua di entrare ed accumularsi, regolandone, però, l’afflusso.

Visitare piazze e musei

Qui, a completare il bellissimo quadro di colori e sensazioni nuove  ci pensano gli spumeggianti mercatini artigianali e i ghiotti stand enogastronomici. Da non perdere insieme alla celebre Piazza delle Conserve, una delle più famose di Cesenatico ed il Museo della Marineria, per appassionati di imbarcazioni d’epoca.

Gustare la cucina romagnola

Inoltre, non può mancare un riferimento alla cucina e alle prelibatezze della Romagna, una fra tutte la piadina, icona del gusto! A questa si aggiungono asparagi, rucola e formaggi come lo squacquerone e il formaggio di Fossa di Sogliano. Tutte queste bontà potrete assaggiarle in giro, nei locali, nelle trattorie oppure direttamente nei ristoranti degli hotel.

Cosa fare nei dintorni di Cesenatico

Divertirsi nei parchi tematici

Anche l’entroterra merita una visita grazie alla presenza di moltissime testimonianze storiche conservate in modo perfetto così come di antichi edifici nobiliari e, per colori che sono interessati principalmente al divertimento, dei parchi tematici come Atlantica Park e Mirabilandia tra acquascivoli, piscine, giostre, montagne russe e adrenalina.

Visitare il Parco Naturale di Cervia

Di solito i miei viaggi sono tour de force itineranti pieni di tappe da visitare ma quest’anno, dopo tanta reclusione in casa e le prime vacanze in quattro, abbiamo bisogno di muoverci con più lentezza. Quindi, mi sono goduta il mare e la spiaggia come non facevo da tempo e ci stiamo tutti ricaricando di iodio e vitamina D. Questo però non vuol dire che ho rinunciato al piacere della scoperta.

Certo, i viaggi adesso devono essere a prova di bimbo ma questo non vuol dire che siamo meno interessanti per gli adulti. Un esempio? Il Parco Naturale di Cervia, luogo splendido per tutte le età. L’ingresso è gratuito e nella pineta ci sono tanti percorsi nel verde, compreso quello botanico, il parco avventura, il punto ristoro e l’area “Nella vecchia fattoria”, dove poter familiarizzare con tantissimi animali.

Non solo per ammirarli. Ma anche per toccarli e persino abbracciarli grazie ad una grande zona recintata in cui è possibile entrare e sperimentare il contatto diretto con pecore, capre, asini, pony, mucche e tanti altri. Mio figlio di 2 anni è letteralmente impazzito alla vista di tutti questi meravigliosi animali (queste foto lo provano) e anche il piccolo di 7 mesi ne è rimasto davvero affascinato. Ma anche noi ci siamo divertiti tanto.

Fare un giro a Milano Marittima

MiMa non è solo shopping, Papeete e movida notturna. Anzi, vi dirò, io l’ho trovata una località molto carina da visitare, per tutte le età e per tutti gusti, anche con i bambini. Da vedere a MiMa City:

1. Viale Matteotti/viale Gramsci, vie dello shopping sì ma anche viali alberati piacevoli per passeggiare, bere qualcosa, mangiare un gelato.

2. Rotonde fiorite con installazioni d’autore che la rendono, su tutte la rotonda Primo Maggio con la sua fontana a cinque colonne

3. Casa delle Farfalle, per ammirare migliaia di farfalle variopinte in volo, tra fiori tropicali, piante e cactus

4. Parco Treffz, con le sue rose Cinco de Mayo che circondano la margherita simbolo di Cervia Città Giardino

5. Vialetto degli Artisti, lungo il Canale del Pino, dove designer e artigiani da tutta Italia espongono le loro creazioni.

Insomma, da visitare oltre i luoghi comuni. Oltre a queste foto, vi lascio anche il link al mio reel “Milano Marittima uncovered” per mostrarvi la mia passeggiata in versione video.

Scritto da:

Marianna Norillo

Viaggio, scrivo, sogno. E poi ricomincio. Perché viaggiare è come vivere più vite in un solo corpo. Scrivere significa viaggiare anche quando il viaggio finisce. Sognare dà forma a nuovi viaggi e nuovi racconti e, viaggio dopo viaggio, racconto dopo racconto, il mondo cambia.