Io azienda, cosa me ne faccio di un travel blogger?

Nel mondo della comunicazione 2.0 un’agenzia viaggi non può certo utilizzare gli strumenti di promozione tradizionali. Chiaramente, il timore di avvicinarsi ad un mondo così diverso come quello di Internet che, per molti, significa ancora perdere vendite e clienti, non è facile. Eppure aprirsi alla rete è stata la chiave di svolta di tantissime aziende per creare relazioni stabili e fruttuose anche fuori dal mondo reale fatto di persone in carne ed ossa. Approcciare un cliente “virtualmente” comporta com’è intuibile un tipo di comunicazione alternativa.

Cosa può fare il travel blogger per un’azienda

Aprire e gestire una sezione blog

In primis, lavorare sul web significa conoscere e sfruttare Interne in modo intelligente e aprire un blog o affidarne l’apertura e la gestione ad un professionista può essere una mossa vincente. Sempre più spesso ormai si fa marketing attraverso i blog di viaggio e i social media, essendo questi considerati strumenti strategici per farsi conoscere e dimostrare di essere presenti sulla rete. Un potenziale cliente che naviga in Internet ed è in cerca di un consiglio difficilmente deciderà di chiedere informazioni o prenotare un viaggio su un sito poco curato, con pochi contenuti e per di più non ottimizzati.

Scopri di più: Content marketing e travel blogger

Ideare un piano di storytelling

Da qui l’importanza per un’azienda di collaborare con un travel blogger che non è solo “uno che scrive” ma principalmente “uno che pianifica” e, poi, scrive. Ogni racconto non è mai lasciato al caso, non è mai uno sfogo adolescenziale o un insieme di parole messe lì a caso tanto per fare numero. Il lavoro del travel blogger segue un preciso programma ed elabora i suoi articoli in modo mirato e adeguato al pubblico e ai suoi interessi affinché i suoi racconti offrano informazioni realmente utili per chi lo segue e gli aprano la strada a nuove opportunità e collaborazioni.

Realizzare un progetto editoriale

Gli articoli di viaggio servono a questo: informazione, visibilità e affidabilità e qui entrano in gioco i travel blogger che meglio di qualunque altra categoria di blogger sanno come offrire ai lettori le risposte che essi cercano, i racconti più accattivanti, pensieri e riflessioni mirate ad attirare l’attenzione e la curiosità dell’utente. Come? In moltissimi modi che vanno ben oltre il semplice “post sponsorizzato”. Il travel blogger è in grado di realizzare un progetto editoriale ben preciso, utilizzando tutta una serie di strumenti di supporto dai post ai video alle fotografie, capaci di accendere la fantasia e di ispirare viaggi futuri.

Scopri di più: Scrittura testi turistici in ottica SEO

Costruire itinerari personalizzati

Essere travel planner vuol dire essere innanzitutto viaggiatori. Per me pianificare un viaggio è bello quasi quanto viaggiare e non è una cosa che tutti possono fare perché richiede tempo, impegno, esperienza e cura dei dettagli. Un travel blogger può aiutare un’agenzia di viaggio anche attraverso la pianificazione di itinerari personalizzati e su misura basandosi sui viaggi organizzati fai da te e sulle esperienze vissute in prima persona, potendo anche beneficiare dei feedback preziosi offerti dai lettori che leggono e seguono le sue avventure sulle diverse piattaforme social.

Promuovere pacchetti turistici

Perciò, a tutte le agenzie di viaggio in ascolto, non sottovalutate l’importanza di un travel blogger. Le sue capacità di scrittura, la sua sensibilità verso il pubblico e l’autentica passione che lo lega al viaggio andranno a rappresentare sul vostro blog, qualora decidiate di aprirne uno, il valore aggiunto alla qualità e competenza dei vostri servizi, rendendo offerte e pacchetti vacanze ancora più appetibile finalmente accessibili a quella parte di utenza che ora state trascurando e, di conseguenza, perdendo.

Scopri di più: Creazione e promozione di itinerari turistici

5 commenti su “Io azienda, cosa me ne faccio di un travel blogger?”

  1. Monica I Viaggi di Monique

    Bello questo post visto che sono agente di viaggio e da poco piu’ di un anno anche neo blogger (non molto “travel” visto il lavoro, ma piano piano).
    Buoni viaggi. Monica I viaggi di Monique

    1. Marianna Norillo

      Grazie cara, i travel blogger conquisteranno il mondo… (almeno quello del turismo)! Ne sono convinta 🙂

  2. Salve ,sono dottoressa farmacista ma il mondo del blog del travel moda ecc mi affascina e vorrei farne parte,vorrei sapere se ci sono agenzie di viaggio o per quanto riguarda negozi ecc che cercano una figura per fare questo parlo 5 o diciamo 4 e mezzo lingue brava in marketing ecc molto convincente e esistono agenzie che pagano per farti viaggiare raccontare e scoprire il mondo come si fa grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.