Baia dei Turchi a Otranto: 5 motivi per scegliere questa spiaggia salentina

Tempo di viaggi e la Puglia ormai è diventata una scelta tra le più gettonate del mondo, con il Salento in testa tra le mete privilegiate. Tra le cose da fare e vedere nel Salento, se avete deciso di scegliere una delle sue meravigliose località come destinazione delle vostre vacanze, non fatevi mancare un bagno nelle limpidissime acque di Baia dei Turchi, una delle più belle spiagge salentine a pochi chilometri a nord di Otranto. Il suo nome importante deriva dal fatto che fu questo il luogo dove, secondo la tradizione, sbarcarono i guerrieri turchi nel corso dell’assedio alla città del XV° secolo, passata alla storia come “battaglia di Otranto” per aggirarne le sue imponenti mura. 

1. Benvenuti in Paradiso!

La Baia dei Turchi è un vero e proprio angolo di paradiso lungo la costa adriatica. Per raggiungerla si deve percorrere la statale verso nord, in direzione Laghi Alimini e San Cataldo per alcuni chilometri, per poi lasciare l’auto nel grande spazio adibito a parcheggio (a pagamento).Qui inizia l’avventura, un’immersione vera e propria nella natura: per raggiungere il mare ci si addentra infatti in una fitta pineta a macchia mediterranea. Sul cammino s’incontrano cespugli, ramoscelli ma seguendo l’inconfondibile rumore del mare si giunge su questa bellissima lingua di sabbia circondata da una fitta vegetazione.

2. Lu sule, lu mare… e lu ientu

Chi non conosce lo slogan: “Salento, lu sule, lu mare, lu ientu”, ossia “Salento: il sole, il mare, il vento”. Ebbene si, perché, oltre al sole e al mare, una presenza che contraddistingue l’estate salentina è proprio quella del vento che offre frescura e sollievo nelle giornate più afose dell’estate. Bisogna, però, anche saper riconoscere lu ientu. Quello di tramontana che spingono da nord in direzione sud possono rendere una tanto attesa giornata di mare un vero incubo. Quindi, in quei giorni, meglio informarsi ed eventualmente optare per altri litorali.

3. Il lato selvaggio del Salento

Avvolta da una caratteristica macchia mediterranea dove cercare riparo e frescura nelle calde giornate d’estate, la Baia dei Turchi è una delle zone balneari più belle del Salento. Una volta arrivati, lo scenario che si apre davanti agli occhi è davvero selvaggio, sembra quasi di essere sospesi in un altro spazio, in un tempo mitologico di battaglie e guerrieri. La spiaggia sabbiosa è circondata dalla splendida scogliera che si staglia sul mare cristallino, paradisiaco e incontaminato regalando scorci meravigliosi. Se il mare è calmo allora ci si può distendere al livello della sabbia, viceversa lungo la scogliera, data l’assenza di strutture ricettive.

4. Una spiaggia libera per scelta

Per scelta dell’amministrazione pubblica, infatti, la spiaggia di Baia dei Turchi è rimasta libera, a dispetto delle grandi pressioni fatte per l’insediamento di stabilimenti balneari e resort. Si è trattato dunque di una presa di coscienza rispetto alla preservazione di questo prezioso ecosistema con l’obiettivo di lasciarlo del tutto incontaminata. Per questo il consiglio spassionato è quello di portarsi qualcosa da mangiare, se si ha l’intenzione di restarci fino ad ore inoltrate. Vi sono chioschi a cui potete accedere passando ai lidi confinanti ma l’andirivieni non è probabilmente l’opzione più pratica e comoda per chi vuole godersi il relax fino in fondo.

5. Riconoscimenti ricevuti

Alla luce del suo animo selvaggio e per il fatto di essere una spiaggia volutamente libera, Baia dei Turchi è stata classificata Sito di Importanza Comunitaria. Allo stesso tempo il FAI l’ha inserita tra i 100 luoghi da salvare in Italia all’interno della campagna “i luoghi del cuore“. Ma non finisce qui perché la ritroviamo anche tra le 163 spiagge italiane premiate con la Bandiera Blu Bandiere Blu, autorevole programma di certificazione ambientale, condotto dal 1987 dall’organizzazione non governativa “Foundation for Environmental Education”, ad ulteriore conferma della sua “preziosità”. Insomma, la spiaggia salentina di Baia dei Turchi non ha nulla da invidiare a ben più famosi mari caraibici e litorali celtici. E dopo una giornata di mare da favola e relax totale non vi resta che concludere la serata in bellezza con una visita tra i vicoli del borgo antico.

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.