5 cose da fare in Vallagarina, il Trentino che non ti aspetti

Vallagarina, la Porta del Trentino, è perfetta come meta di una vacanza lunga o anche di un semplice weekend. Ed è grazie ad un weekend di fine agosto che ho potuto scoprirne le sue bellezze e peculiarità. Già, perché di questa valle attorno a Rovereto, quasi sconosciuta al turismo di massa, si hanno poche informazioni. Eppure merita una visita, soprattutto se siete viaggiatori appassionati di cultura, sapori e natura. Eccovi allora, in questo post, un elenco di 5 cose da fare in Vallagarina, ottimo per iniziare la scoperta del territorio. Pronti? Andiamo!

5 cose da fare in Vallagarina

1. Fare una passeggiata a Rovereto

Mi è bastato un giorno a Rovereto per rendermi conto che questa città è un vero gioiellino. Tra le cose da fare in Vallagarina non può mancare un passeggiata tra i suoi palazzi eleganti, i vicoletti suggestivi e i tanti scorci romantici disseminati qua e là per il centro storico. Da non perdere, poi, musei come il MART, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto, che ospita una collezione permanente di opere di arte moderna e contemporanea e il Museo Storico Italiano della Guerra, ospitato nel quattrocentesco Castello di Rovereto.

2. Mangiare (e bere) i prodotti tipici

Una delle caratteristiche più interessanti e significative della Vallagarina sono i suoi prodotti tipici. Tra questi le verdure come il cavolo cappuccio e il sedano rapa, ortaggi caratteristici della Val di Gresta, i formaggi come il formaggio Monte Baldo, il canestrato di Rovereto, il nostrano di malga, il grano saraceno e il fanzelto, da questo prodotto, il tutto accompagnato da un calice di Marzemino, un vino molto apprezzato, persino da Mozart che nel Don Giovanni ne canta le lodi: “Che si versi l’eccellente Marzemino!

3. Visitare i borghi della valle

Tra le cose da fare in Vallagarina, poi, è d’obbligo la visita ad almeno uno dei borghi della valle, in cui troverete un mondo fatto di tradizioni, musica, storia e sapori, davvero affascinante. Tra tutti i borghi della Vallagarina, uno dei più belli è sicuramente quello di Ala, soprannominato città di Velluto ed eletto Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. A me è piaciuto tantissimo e vi straconsiglio di visitarlo. Da non perdere il suo Museo del Pianoforte Antico, che ospita gli incredibili strumenti dell’epoca di Mozart, Schubert, Beethoven e Chopin, appartenenti alla collezione privata della pianista Temenuschka Vesselinova.

4. Entrare in un castello medievale

Come per i borghi, anche i castelli non sono da meno e non sono pochi e le cose da vedere in Vallagarina comprendono anche loro, o castelli appunto, capaci di regalare al visitatore un emozionante viaggio tra imponenti bastioni e antiche mura, che sanno raccontare meglio di chiunque altro, la storia di questa valle, immersa nei vigneti e irrigata dal fiume Adige. Oltre al Castello di Rovereto, da non perdere è il Castello di Avio, città del vino, tra i più noti ed antichi monumenti fortificati del Trentino, donato al FAI nel 1977 affinché venisse restaurato e recuperato.

5. Scoprire il Parco Monte Baldo

Bandiera verde Legambiente, il Parco del Monte Baldo è caratterizzato, grazie alla ricca varietà di habitat e di specie animali e vegetali, da un’eccezionale biodiversità, tale da fargli conquistare nel 1500 il titolo di “Hortus Italiae”, ovvero Giardino d’Italia. Destinazione perfetta per chi ama la natura, questo Parco è quindi molto più di un semplice parco. Qui si trovano, infatti, 9 specie di anfibi, 8 specie di rettili, 117 specie di uccelli e 42 specie di mammiferi e oltre 1600 specie di piante, “…tanta varietà quanta in nessuna altra parte d’Italia”, probabilmente come affermava Francesco Calzolari e per questo da secoli luogo ideale di raccolta di specie officinali e di ricerche nel campo della botanica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.