5 cose da fare a Como in un giorno: itinerario a piedi e luoghi principali da vedere

Sarà che Quel ramo del lago di Como mi risuona praticamente da sempre nella testa e che l’immagine romanzata di questo lago è entrata a pieno titolo nei miei ricordi di studentessa ma Como è una delle città lombarde che avevo in programma di visitare da tempo. Tuttavia, quando finalmente ho avuto la possibilità non sapevo bene cosa vedere a Como in effetti. Così mi sono messa alla ricerca delle sue attrazioni e i suoi luoghi più importanti per fare in modo di condensarne il più possibile nella mia visita. In questo articolo, quindi, troverete un elenco su cosa fare e cosa vedere a Como in un giorno che comprende le tappe da me percorse e che reputo imperdibili in un viaggio diretto verso questa famosa città del nord Lombardia.

Cosa fare e cosa vedere a Como in un giorno

1. Sulle tracce di Alessandro Volta

Se, come me, avete deciso di raggiungere Como in treno e la stazione di arrivo è Como S. Giovanni, il percorso, per una questione di vicinanza, potrebbe iniziare da Piazza Cavour, la piazza che un tempo ospitava il vecchio porto commerciale della città e il lago. Qui tutto parla di Alessandro Volta, il grande inventore della pila elettrica, da una statua a lui dedicata all’edificio del Tempio Voltiano, costruito nel 1927 per commemorare il centenario della sua morte fino all’installazione “The Life Electric“, disegnata da Daniel Libeskind ancora in onore del grande inventore, inaugurata nel 2015, l’anno di Expo, che simboleggia la tensione elettrica.

2. Le antiche ville di delizia

Una delle cose che mi è rimasta davvero impressa della mia giornata trascorsa a Como è stata la passeggiata lungo il famoso Lago. E non solo per i paesaggi che si possono ammirare, per l’atmosfera accogliente, per la sensazione di pace che si prova ma anche per la presenza di un gran numero di ville storiche. Lungo il versante occidentale del Lago di Como ci sono così tante dimore antiche e nobiliari risalenti ad un periodo compreso tra il ‘700 e l’800 che questo tratto è stato giustamente soprannominato “passeggiata delle Ville”. Ve la racconto bene in questo post con un elenco delle 5 ville più belle del lungolago di Como, tra cui non può mancare ovviamente la fantastica Villa Olmo.

3. Visita al Duomo di Como

Ci avviamo verso il pezzo forte della visita, Piazza del Duomo, dove sorgono due importanti edifici, sicuramente da inserire tra le cose da vedere a Como in un giorno: il Duomo, l’ultima delle cattedrali gotiche della Lombardia, iniziato nel 1396, dieci anni dopo la fondazione del Duomo di Milano, in diversi stili architettonici e completato ben 4 secoli dopo e il Broletto, l’antico Palazzo Comunale del 1200, dalle tipiche fasce marmoree bianche, grigie e rosa, sito a fianco dell’antica Cattedrale (che a partire dal Quattrocento avrebbe lasciato il posto all’attuale Duomo) in segno del forte legame fra il potere civile del Comune e quello della Chiesa.

4. Attraverso Piazza San Fedele

Ma tra le cose da fare a Como in un giorno non possiamo dimenticarci di attraversare Piazza San Fedele, meraviglioso angolo medievale della città nonché antica sede del commercio e del mercato del grano. Qui, fra le stradine caratteristiche (una su tutte Via Vittani), ricche di attività commerciali, si inserisce la Basilica omonima in stile romanico, fondata nel 1120, su cui si affacciano due antiche case del 1500, con la loro particolare struttura in legno, tipica del tempo. Piazza San Fedele è anche il posto ideale dove fermarsi per un caffè o un aperitivo, visto il gran numero di locali, bar e pasticcerie che si trovano da queste parti.

5. Porta Torre e Piazza Volta

Il viaggio a Como prosegue ora verso Porta Torre, un edificio risalente al 1192, voluto da Federico Barbarossa ed utilizzato come porta d’entrata alla città, tant’è che il suono della campana, posizionata sulla sua sommità, informava gli abitanti del pericolo affinché si mettessero al riparo. Il nostro tour non può essere concluso senza, però, passare anche per un’ultima importante piazza, Piazza Volta, dove sorge la statua marmorea di Alessandro Volta, realizzata da Pompeo Marchesi, scultore tra i più celebri del tempo. È qui che termina ufficialmente la mia giornata ma Como con la sua eleganza raffinata mi ha davvero colpito e mi sono ripromessa di farle nuovamente visita al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.