5 cose da fare a Capri in un giorno

L’isola di Capri si può tranquillamente vedere in un giorno imbarcandosi su uno dei tanti traghetti in partenza ogni giorno per le varie isole del Golfo di Napoli. Certo non potrete visitarla tutta e l’ideale sarebbe riuscire a fermarsi almeno per una notte per godersela meglio e fare le escursioni con più tranquillità. In questo articolo comunque vi propongo 5 cose da fare a Capri in un giorno immaginandovi di arrivare sull’isola di mattina presto e andare via con l’ultimo traghetto giornaliero che di solito lascia il porto verso le 18.

1. Fotografare il porto di Marina Grande dal mare

Quasi scontato da dire quanto necessario, la prima tappa del vostro itinerario a Capri in un giorno non può che essere il porto di Marina Grande. Qui attraccano tutti gli aliscafi e traghetti che collegano l’isola alla terraferma e dove è possibile acquistare un biglietto per fare un giro in barca fino ai famosi Faraglioni o un tour completo dell’isola con sosta alla Grotta Azzurra. Io vi consiglio di farlo subito appena approdate sull’isola, risparmierete tempo. Arrivando però approfittatene per ammirare e fotografare il porto con le sue casette colorate e le barche ormeggiate.

2. Attraversare l’arco dell’amore del Faraglione di mezzo

La prima cosa da fare a Capri in un giorno dopo essere arrivati è salire su una delle tante imbarcazioni del porto per un tour dell’isola. Sarebbe un errore venire fin qui e perderselo perché vi permette di conoscere meglio Capri: le sue coste frastagliate, ricche di grotte e insenature hanno tanto da raccontare. Tra le attrazioni più famose che potrete vedere nel tour c’è la statua dello Scugnizzo, la Grotta del Corallo, la Grotta Bianca, l’Arco Naturale, Villa Malaparte e ovviamente i Faraglioni, uno dei luoghi simbolo dell’isola di Capri.

3. Visitare la Piazzetta di Capri, il salotto del mondo

Ci sono poche piazze in Italia che possono rappresentare così tanto il senso di ritrovo, unione, convivialità delle persone che abitano un territorio o come in questo caso un’isola e la Piazzetta di Capri è sicuramente una di queste. La Piazzetta in realtà ha anche un nome istituzionale, Piazza Umberto I e anche se avete un solo giorno a Capri dovete assolutamente passarci. Raggiungerla è semplice, veloce ed economico grazie alla presenza di una comoda funicolare che parte da Marina Grande di continuo, ad intervalli di 15 minuti al massimo.

Una volta in Piazzetta, capirete da soli il motivo per cui è così conosciuta e apprezzata. No, non sto parlando di edifici particolari o monumenti storici perché oltre al Municipio e la Cattedrale di Santo Stefano con la Torre dell’Orologio, (singolare caso di campanile distaccato dalla chiesa), non c’è molto altro. Parlo piuttosto dell’atmosfera unica che si respira qui, merito anche del panorama che è semplicemente meraviglioso e dei bar caratteristici con i loro tavolini e sedie in vimini. Prima di sedervi, però, sappiate che un caffè non vi costerà meno di 4/5 euro!

4. Passeggiare tra le boutique di lusso in Via Camerelle

A soli 4 minuti dall’iconica Piazzetta, troverete un altro luogo simboli da vedere a Capri in un giorno: è Via Camerelle, la celebre via dello shopping di lusso dove sarete circondati da amanti della moda e modaioli di tutto il mondo ma anche semplici curiosi che si guardano le vetrine in un mix di fascino e timore. Prima di tornare indietro, se avete ancora tempo e non siete troppo stanchi potete proseguire per Via Tragara e in 10 minuti arriverete al Belvedere Tragara, dove non si può che ammirare estasiati lo splendido panorama sui Faraglioni.

5. Entrare nella Chiesa di San Michele di Anacapri

Dalla Piazzetta di Capri è facile arrivare ad Anacapri, un borgo nei dintorni che non può mancare nell’itinerario. Basta salire su uno dei tanti bus che percorrono ogni giorno la tratta Capri – Anacapri e partono dalla Piazzetta e sarete ad Anacapri in una decina di minuti. Ad Anacapri troverete due importanti edifici, la Chiesa di San Michele Arcangelo, con il suo famoso pavimento maiolicato che rappresenta il paradiso terrestre e la Casa Rossa, ex dimora del colonnello americano John Clay Mackowen, così chiamata per il colore rosso pompeiano delle sue facciate.

3 Commenti

  1. BUONGIORNO MARIANNA,
    SONO NUCCIO SCIALDONE IL 10 P.V. HO UN GRUPPO A CAPRI DI 42 PAX, HO IL PRANZO INCLUSO,MA LA VISITA ALL’ISOLA LIBERA.
    LA TUA DESCRIZIONE DELLA VISITA IN UN GIORNO DELL’ISOLA E’ MOLTO CHIARO, MA FORSE CONVERREBBE LASCIARE LIBERO IL GRUPPO?
    COSA MI CONSIGLI?
    GRAZIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.