5 consigli per organizzare una vacanza al mare con bambini piccoli

Non giriamoci attorno, andare al mare con i bimbi piccoli non è proprio una passeggiata, soprattutto se sono nella fase in cui stanno iniziando a camminare o hanno appena imparato e vogliono esplorare l’ambiente circostante. In entrambi i casi ci si ritrova a passare la giornata correndo gli dietro e stando attenti che non mangino sabbia, che non spariscano nel nulla, che non  affoghino in acqua. Un vero divertimento insomma! Quindi, voglio condividere con voi 5 consigli utili per organizzare una vacanza al mare con bambini piccoli senza impazzire.

1. Scegliere una meta adatta ai bambini

Una buona parte del successo della vostra vacanza al mare con i vostri bimbi piccoli dipende da questa semplice ma fondamentale scelta: la meta. Sicuramente nei vostri sogni e progetti sarete già partiti per chissà quale meta esotica, immaginandovi li a sorseggiare drink a bordo piscina ed ammirare il sole che tramonta sul mare. Beh, cancellate immediatamente questa immagine dalla vostra testa. Budget a parte, se viaggiate con un bimbo piccolo questa meta non fa per voi. La prima cosa di cui avete bisogno, infatti, è comodità. E scegliere una metà vicina, facile da raggiungere in auto, è molto comodo. Quindi, meglio restare nella propria regione se avete la fortuna di avere il mare o al massimo spostarsi verso quelle limitrofe. In Italia, le destinazioni per una vacanza al mare con i bambini sono tantissime, per cui avrete l’imbarazzo della scelta. Da Bibione, in Veneto, a Cesenatico, sulla Riviera Romagnola, adatta a tutta la famiglia, fino a Palinuro, nel Cilento, Gallipoli, in Puglia, o Stintino in Sardegna solo per citarne qualcuna.

2. Optare per la formula Residence

Il Residence è la formula più comoda, secondo me, quando si organizza una vacanza al mare con bambini piccoli perché si può godere di ampi spazi e completa libertà di orari, rispetto all’hotel. Di solito, infatti, alloggiando in un residence, in particolare quelli per famiglie, si può avere a disposizione un intero appartamento e noi genitori sappiamo bene quanto sia importante avere tanto spazio a disposizione durante la giornata. Anche per quanto concerne i pasti, ci si può gestire in modo molto più flessibile e allo stesso tempo mantenere le abitudine di casa propria. Sempre più spesso comunque i residence familiari contemplano tra i loro servizi ristoranti, pizzerie, bar per cui c’è sempre la possibilità di usufruirne, se necessario, alleggerendo la mamma e il papà dall’incombenza di preparare il pranzo o la cena.

3. Preparare una valigia “intelligente”

Con i bimbi piccoli servono davvero tante cose. Continuamente. Dal biberon ai pannolini, c’è una vasta gamma di oggetti di cui non si può fare a meno. Vi consiglio, tuttavia, di provare a dare uno sforzo e preparare una valigia intelligente, partendo da ciò che è veramente indispensabile. E cosa c’è di indispensabile da portare in una vacanza al mare con bimbi piccoli? Beh sicuramente, vestitini freschi di cotone in quantità, piatti e posatine per la pappa e ovviamente la crema solare. Tutto il resto si può tranquillamente comprare al supermercato o in qualsiasi negozio nelle vicinanze. Certo, cibo e pannolini conviene portarsene un po’ da casa, giusto per i primi giorni, ma se manca qualcosa non è un problema. Si può comprare al momento. Quindi, inutile scervellarsi con calcoli inutili sul numero di vasetti o di pannolini da mettere in valigia, con l’ansia che potrebbero non bastare per tutto il soggiorno. Da non dimenticare assolutamente sono, invece, i giocattoli del cuore, quei giochi di cui i vostri figli non possono fare a meno e che torneranno utili al ristorante, prima di cena o se, purtroppo, dovesse piovere.

4. Trovare un alloggio vicino al mare

Che sia un appartamento in residence o un hotel, c’è una caratteristica importante che il vostro alloggio dovrebbe avere: essere vicino al mare. Non sottovalutate questo aspetto, perché vi assicuro che per esperienza personale è fondamentale. “E grazie”, direte voi, “ma quanto mi costa”. Avete ragione, un alloggio vicino al mare può costare molto ma con un po’ di ricerca qualcosa a buon prezzo si riesce sempre a trovare. E vale la pena spendere qualcosina in più per le comodità, ve lo garantisco. Quando si organizzano le vacanze al mare con i bimbi piccoli bisogna tenere a mente che gli orari non sono più quelli a cui eravamo abituati. Ci si sveglia presto e si resta esposti al sole per un tempo limitato alle prime ore del mattino. Questo vuol dire che se avete la possibilità di raggiungere la spiaggia a piedi risparmiate tempo e soprattutto fatica, visto che potrete fare completamente a meno dell’auto o altri mezzi di trasporto e regalarvi un vero e proprio “aerosol naturale”, prezioso, soprattutto per i più piccoli.

5. Godersi la vacanza senza troppe aspettative

Qualcuno è dell’idea che andare in vacanza al mare con i bimbi piccoli, diciamo sotto i 3 anni, sia più semplice perché quando crescono hanno più esigenze. Non sono d’accordo. Il fatto che un bambino piccolo abbia una sua routine, secondo me, non rende le cose più facili, anzi, bisogna organizzarsi in base ad orari e tempi che spesso possono non essere compatibili con quelli di un viaggio. Che siano meno esigenti, poi, è tutto da vedere. Forse nei primi mesi, questo può essere vero ma già dall’anno in poi, anche i piccoli sanno come farsi ascoltare e hanno le loro preferenze. Crescendo, di sicuro, ci saranno altre difficoltà ma superabili il più delle volte perché la comunicazione ha raggiunto livelli di interazione ben diversi. Il mio consiglio finale, quindi, è quello di andare in vacanza senza troppe aspettative. Sarete stanchi e forse rincorrendo vostro figlio con il piatto di pappa in mano si farà tardi e sarete stanchi e dovrete rinunciare a quell’uscita o a quella visita che avevate in programma. Non preoccupatevi, e non stressatevi. È capitato anche a me, tante volte, di dover cambiare i piani, o addirittura annullarlo. Godetevi la vacanza per quello che potete, senza troppe aspettative. I vostri bambini non saranno piccoli per sempre e avrete tempo per tornare a viaggiare. Ma i ricordi che create oggi sono per tutta la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.