3 buoni motivi per praticare lo yoga in viaggio

Non sarebbe bello poter praticare lo yoga anche in viaggio? Se pratichi lo yoga, sai bene quanto sia utile per il tuo benessere psicofisico e quanto sia importante portare avanti insegnamenti e posizioni con continuità. Tuttavia, se ami viaggiare o sei costretto a spostarti per lavoro, potresti avere difficoltà a riuscire ad essere costante e con il tempo iniziare a pensare che dopotutto non è così necessario. Niente di più sbagliato. Praticare lo yoga in viaggio può rivelarsi molto benefico. Perché? Eccoti almeno 3 buoni motivi! 

1. Tenersi in forma

Se lo yoga viene praticato in modo regolare può portare tantissimi vantaggi. Con il tempo si avrà un corpo più agile e scattante e una mente equilibrata e sana. Questo perché le posizioni di questa disciplina sono state praticate da più di 8.000 anni da maestri yogin che le hanno sperimentate su di essi traendone il meglio. Inoltre l’aspetto positivo della pratica yoga riguarda il fatto che tutti possono praticarlo, anche i bambini che riescono così a sviluppare abilità corporee e mentali come l’equilibrio, la coordinazione e la concentrazione.

Lo stesso vale per le donne incinta che, praticando lo yoga in viaggio, possono rilassare e controllare meglio il proprio corpo e, applicando in modo corretto le tecniche di respirazione associate alle posizioni, addirittura alleviare dolori e preoccupazioni. Gli sportivi possono ugualmente praticare lo yoga in viaggio: li aiuterà a rendere il fisico più elastico in modo da ridurre al minimo gli incidenti che spesso colpiscono coloro che praticano sport a livello agonistico. Inoltre, la pratica dello yoga può avvenire anche in età avanzata, perché non richiede sforzi eccessivi ma solo tanta concentrazione e volontà e con la costanza e la serietà si può avere un fisico giovanile e un buon equilibrio interiore.

2. Ridurre lo stress

Lo yoga non è solo un ottimo modo per tenersi in forma. Le nuove ricerche suggeriscono che la pratica regolare sia in grado di offrire molto di più che braccia tonica e addominali.  L’infiammazione è il modo del vostro corpo di rispondere alle lesioni e situazioni pericolose, tra cui lo stress. Ma è anche “alla base della maggior parte delle patologie, tra cui le malattie di cuore,” dice il Dott Hana Stastny, un istruttore di terapia medico e yoga al Mount Royal University di Calgary.

Imparare a rilassarsi attraverso lo yoga può aiutare a diminuire l’infiammazione legata allo stress. Uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista Psychosomatic Medicine ha dimostrato che le donne che praticavano yoga regolarmente, quando esposte a un fattore di stress, si sono riprese più velocemente dall’infiammazione rispetto alle praticanti alle prime armi.

3. Dormire meglio

Essere multi-tasking può diventare una malattia e la privazione del sonno è la causa principale di tutte le decisioni sbagliate per cui quattro ore non sono sufficienti. Viviamo in un’epoca di distrazione drammatica con notifiche e-mail, messaggi, App e social media, tutti sempre attivi e a disposizione. E poi ci sono quelli che lavorano lunghe ore, viaggiano molto e hanno turni di lavoro stressanti. I ricercatori hanno identificato una serie di pratiche, chiamate “igiene del sonno”, in grado di aiutare chiunque a massimizzare le ore che si spendono di sonno.

Mettere in atto l’igiene del sonno può, infatti, essere il modo migliore per garantire all’organismo il sonno necessario per sopravvivere in questo mondo. Un buon sonno rende più creativi, più produttivi, meno reattivi; è la chiave per essere più energici e vibranti. Dei semplici asana yoga praticati anche in viaggio possono quindi trasformare in realtà il vostro sogno di dormire ogni notte e sono capaci di rilassare il corpo e la mente, anche in condizioni di scarsa serenità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.