25 aprile: come viene festeggiato in Italia e nel mondo

La festività del 25 aprile in Italia è legata alla data che segnò l’inizio di una nuova storia nazionale del nostro Paese: la storia del secondo Novecento. Il movimento della Resistenza, da considerare storicamente come fenomeno europeo della resistenza all’occupazione nazifascista, fu caratterizzato in Italia dall’impegno di molteplici orientamenti politici in maggioranza riuniti nel Comitato di Liberazione Nazionale. Per onorare la memoria dei partigiani che morirono per conquistare la libertà si decide di dedicare una giornata di festa e ricordo a chi lottando permise alla nazione di liberarsi della dittatura.

25 aprile in Italia e nel mondo

Nascita della festa

Su proposta del presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, il principe Umberto II, allora luogotenente del Regno d’Italia, fu scelta la data del 25 aprile, data dell’insurrezione a Milano, cui seguirono la liberazione di tutte le maggiori città d’Italia, esempio famoso di antifascismo, movimento di opposizione politica fondamentale per la nascita della nostra Costituzione. La Resistenza italiana fu il momento più edificante della storia repubblicana, che condusse la nazione ad unirsi in forma democratica sotto l’egemonia della sola Costituzione.

Celebrazioni in Italia

Da allora, annualmente in tutte le città italiane, specialmente in quelle decorate al valor militare per la guerra di liberazione, vengono organizzate manifestazioni pubbliche in memoria dell’evento. Tra gli eventi del programma della festa c’è il solenne omaggio, da parte del Presidente della Repubblica Italiana e delle massime cariche dello Stato, al sacello del Milite Ignoto con la deposizione di una corona d’alloro in ricordo ai caduti e ai dispersi italiani nelle guerre.

25 aprile nel mondo

La festa che si dedica alla liberazione dalla dittatura e alla conquista della libertà di governo è comune anche ad altri paesi e nazioni nel mondo, che diversamente o con differenti motivazioni sono accomunate dall’intenzione di onorare chi con la propria vita e i propri sacrifici ha permesso di vivere in un mondo libero e democratico. In Australia, per esempio, il 25 aprile è il giorno in cui si festeggia l’Anzac day, giorno commemorativo della memoria dei soldati delle forze armate di Australia e Nuova Zelanda morti in tutte le guerre.

In Portogallo il 25 aprile viene festeggiata la Festa della libertà e la fine della dittatura del 1974, fondata da Antonio de Oliveira Salazar, e la commemorazione ufficiale si tiene ogni anno presso l’Assemblea della Repubblica. In questa data si ricorda la Rivoluzione dei garofani, dal gesto di una fioraia che, durante la sommossa offriva garofani ai soldati da inserire nelle canne dei fucili, attuata dall’ala progressista dell’esercito portoghese contro la dittatura conservatrice e fascista di Salazar.

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.